L’ampliamento dell’Accademia di Belle Arti di Monaco

 

Un nuovo progetto degli architetti viennesi Coop Himme(l)blau permette di creare una serie di connessioni spaziali tra i luoghi della città e l’edificio.

Il progetto di ampliamento dell’Accademia di Belle Arti di Monaco, costruita nel 1876, può essere anche inteso come un rinnovo concettuale. La disposizione degli edifici secondo uno schema «aperto» genera una sequenza di luoghi di transizione tra il parco e gli spazi urbani che tendono a riconnettersi naturalmente tra loro. Gli elementi principali del nuovo complesso sono la facciata in vetro, l’ingresso dell’Accademia, la corte interna e gli studi con terrazza.

© Marcus Buck

Rampe diagonali e passerelle collegano le diverse aree funzionali dell’edificio e i dipartimenti. In questo modo, si viene a creare un’architettura dalla grande energia vitale, che corrisponde idealmente alla specificità delle attività creative. L’ampliamento della scuola d’arte ospita infatti studi di pittura, di scultura, un laboratorio multimediale, studi di fotografia e un laboratorio di stampa.

© Duccio Malagamba

Lo studio per gli scultori si trova al piano terra e si estende attraverso le terrazze fino al parco, mentre quelli dei pittori e degli ospiti si trovano al piano di sopra e sono collegati alle terrazze del tetto. I laboratori sono presenti in tutte le parti dell’edificio. La sala riunioni e l’ufficio del rettore sono collegati alla sezione amministrativa mediante una passerella aperta.

Pianta del piano terra @ Coop Himme(l)blau.

Grazie alla copertura della corte centrale è stato possibile ricavare un ulteriore spazio collettivo. La corte centrale si apre alla vista della città, a sud, attraverso una facciata vetrata e a nord verso il parco. Nella corte interna si trova, inoltre, un caffè.

Il progetto concettuale dei Coop Himme(l)blau è basato sull’idea di trasformare tre differenti sistemi spaziali urbani che si confluiscono nello stesso sito. Si tratta dei sistemi assiali di Leopoldstraße / Akademiestraße, contenente edifici maestosi, della struttura di Schwabing, sviluppata nel tempo in edifici di piccole dimensioni e differenziati e dell’area del giardino di Leopoldpark e Akademiegarten che conservano alberi storici assoggettati a tutela. Proprio la configurazione aperta degli edifici, così raggruppati, produce una sequenza di spazi di transizione che connettono il parco ai luoghi urbani: la facciata in vetro agisce come una membrana che funge da elemento di mediazione, mentre il cancello dell’Accademia, la corte interna, gli studi con terrazze funzionano come elementi in grado di connettersi al parco e di mettere in relazione il cancello al parco stesso. Questa configurazione, quindi, crea differenti relazioni tra gli spazi esterni.

© Duccio Malagamba
© Duccio Malagamba

Immagine in ecidenza: © Marcus Buck

ACADEMY OF FINE ARTS PROJECT TEAM

Client: Freistaat Bayern, Germany

Represented by Staatshochbauamt München 1, Germany

User: Academy of Fine Arts, Munich, Germany

Planning: COOP HIMMELB(L)AU

Design Principals: Wolf D. Prix, Helmut Swiczinsky

Project Partner: Frank Stepper

Design Architect: Hartmut Hank

Project Team: Johannes Behrens, Sebastian Denda, Stefan Hochstrasser, Rolf Mattmüller, Mark Myndl, Régis Péan, Markus Pillhofer, Jessica Ramge, Karolin Schmidbaur, Hari Setka (3-D Modell), Egon Türmer, Sepp Weichenberger

Model Building: Philip Bley, Michael Gaertner, Bettina Hartung, Anja Passek, Jakob Przybylo, Rafal Paszenda

Construction Supervision: Letzbor Bau-Engineering GmbH, St. Georgen an der Gussen, Austria

Project Management: IMP-Ingenieurbüro für Bauwesen, Munich, Germany

Structural Engineering           : Planungsgruppe Brachmann, Munich, Germany

HVAC + Acoustics: Kuzyl und Sander, Munich, Germany / IGT, Unterhaching, Germany

Construction Physics: Dr. Pfeiler GmbH., Graz, Austria

Fire Protection: Kersken + Kirchner GmbH., Munich, Germany

CRONOLOGIA

Competition: 1992

Design Development: 1995

Construction Documents: 2002-2003

Start of Construction:            07/2003

Completion: 10/2005

 PROJECT DATA

Gross Floor Area: 9,909 m²

Usable Floor Area: 5,666 m²

Pläne / Plans:

 © COOP HIMMELB(L)AU

Articoli correlati

Share