APERTURA AUTOSTRADA ANATOLICA

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

di Ing. Mario MANCINI – Astadi SpA

22/05/2007 – La settimana scorsa, contrariamente ad ogni piu’ ottimistica previsione, è stata aperta al traffico anche la seconda carreggiata dell’Autostrada Anatolica tra Istanbul e Ankara.

In gennaio (vedi precedente articolo) era stata inaugurata la prima carreggiata con l’intervento congiunto dei Primi Ministri Erdogan e Prodi.

Proprio in quella occasione le autorità turche chiesero di fare ogni sforzo possibile per cercare di poter asprire al traffico anche la seconda carreggiata, prima della data del 06.07.2007, fissata per la fine dei lavori.

L’Astaldi, aderendo a quella pressante richiesta delle autorità governative, metteva in atto un programma lavori di indubbia efficacia, dando fondo a tutte le risorse per aderire a tale richiesta e grazie anche ad un mite inverno che non ha dato problemi di sospensione dei lavori per neve e pioggia, se non limitate a poche giornate, si è riusciti ad aprire definitivamente anche l’ultimo lotto dopo tanti anni di lavoro.

E’ chiaro che in questa occasione è doveroso il ringraziamento a tutte le maestranze aziendali, ai subappaltatori, ai fornitori di materiale locali, nazionali e internazionali, alle autorità che hanno seguito il lavoro, alle banche che hanno finanziato il progetto, alle assicurazioni che hanno garantito la copertura assicurativa, alla SACE e alla SIMEST per il loro supporto e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di quest’opera in maniera piu’ o meno rilevante e che sarebbe un elenco interminabile citare qui e inoltre noioso per il lettore.

Grazie veramente a tutti.

                                                                                       Mario Mancini

Dati del progetto :

Client: MINISTRY OF PUBLIC WORKS AND SETTLEMENT 

               GENERAL DIRECTORATE HIGHWAYS

Engineer: YUKSEL PROJE AS – Ankara (TR)

Main Contractor: ASTALDI Spa – ROMA

Articoli correlati
URBANISTICA MODERNA: LE ORIGINI
di Filippo Salvatore CARLO Le origini dell’ urbanistica moderna si potrebbero ricercare in alcune s...
Il recupero dei grandi complessi architettonici e urbani del Novecento
Al via al Politecnico di Bari un ciclo di incontri sull'urbanistica e l'architettura della città. Il...
Riflessi di ceramica, frammenti di città
L’ingegnere urbanista Antonio Vestita descrive la sua articolata visione di museo-labirinto. Un racc...
Una mostra per raccontare la città
Lunedì 8 aprile 2013 alle 19,30, presso la Galleria Spazio Giovani in via Venezia 41 a Bari, si inau...
NAPOLEONE MARTINUZZI. VENINI 1925–1931
L’8 settembre 2013 apre al pubblico sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia la mostra Napoleone...
Architettura e ceramica a Bari
Una conferenza di architettura dedicata alla ceramica promossa da Confindustria Ceramica e Cersaie...
Glass Tea House Mondrian by Hiroshi Sugimoto
L’artista giapponese Hiroshi Sugimoto realizza la sua prima opera architettonica a Venezia sull’Isol...
IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE MILITARI IN AMBITO URBANO
Dalla collaborazione fra  Difesa, Politecnico di Torino e Politecnico di Milano nasce il workshop “T...
IL PAESAGGIO COME CAMPO DI STUDIO E RICERCA AL POLITECNICO DI TORINO
Un accordo tra l’Ateneo e l’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio vede la sua prima at...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.