General Smontaggi ha abbattuto oggi il viadotto Carito sulla A3 Salerno – Reggio Calabria

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Venerdi 15 gennaio alle ore 14.00 General Smontaggi ha abbattuto il viadotto Carito sulla A3 Salerno – Reggio Calabria nel tratto compreso tra i comuni di Altilia e Grimaldi. Dopo tre squilli di tromba, alle 14.08 precise le 8 pile si sono ribaltate con uno spettacolare effetto domino. Dopo che la polvere creata dall’esplosione si è abbattuta, i tecnici di General Smontaggi, Anas e Pizzarotti S.p.A. hanno potuto constatare con soddisfazione la perfetta riuscita dell’intervento che ha lasciato intatto il tratto autostradale distante appena un metro.

Il viadotto aveva pile alte oltre 30 metri; le campate erano già state demolite in precedenza dalla General Smontaggi nelle settimane precedenti, con escavatori radiocomandati, in tutta sicurezza e con spettacolarità.

La difficoltà estrema dell’intervento è consistita soprattutto nella contiguità tra le pile da far ribaltare con esplosivo e quelle della carreggiata Nord dell’autostrada A3, che dista appena un metro, ancora in funzione.

La tecnica utilizzata per la demolizione è stata quella del ribaltamento.

General Smontaggi, dopo aver realizzato, nei giorni scorsi, aperture nelle pile, alte 30 metri, al fine di direzionarne in modo più sicuro ed efficace le traiettorie di caduta, ha provveduto a minarne la base con esplosivo. Le pile rettangolari avevano una sezione di metri 8×3 e si sono ribaltate secondo un “effetto domino” determinato dal ritardo di brillamento di circa un secondo previsto a progetto tra le cariche di una pila rispetto a quella successiva. Le due pile ai lati estremi, all’altezza della curva dell’autostrada adiacente, sono state ribaltate con una traiettoria diversa, una a destra e l’altra a sinistra, per garantire maggiormente la sicurezza.

Così commenta Mario Sabolo, responsabile cantiere Salerno – Reggio Calabria “E’ stata una demolizione a regola d’arte ed è andato tutto come programmato. Le pile si sono adagiate a terra come se avessimo riportato lì la carreggiata e quelle adiacenti, a solo un metro di distanza, non hanno subito alcuna scalfitura. L’autostrada è stata infatti regolarmente riaperta pochi minuti dopo l’abbattimento”.

General Smontaggi S.p.A è l’azienda leader in Italia nel settore delle demolizioni e bonifiche. Sue sono le demolizioni dell’ecomostro di Punta Perotti a Bari e di San Giuliano Milanese oltre a decine di altre demolizioni e bonifiche in Italia e all’estero.

Sulla Salerno Reggio Calabria l’azienda novarese è impegnata su due macrolotti di demolizione, di cui uno, quello in oggetto, commissionato dalla Pizzarotti S.p.A.

Articoli correlati
Riflessi di ceramica, frammenti di città
L’ingegnere urbanista Antonio Vestita descrive la sua articolata visione di museo-labirinto. Un racc...
DENSITA’ IN_MATERIALI
 a cura di Paolo Marzano Alla GX Gallery di Denmark Hill 43, a Londra, Daniele Dell’Angelo Custode ...
Assicurazione professionale: le FAQ
Il Centro Studi del Cni ha deciso di aprire una sezione dedicata alle FAQ riguardante il tema dell'a...
XXI Triennale Esposizione Internazionale 21st Century. Design after Design
La Triennale di Milano annuncia la XXI Esposizione Internazionale del 2016 dal titolo 21st century. ...
Il design per i musei
Questo pomeriggio, a partire dalle 18,30, Fulvio Irace introdurrà il seminiario dedicato al rapporto...
Cersaie disegna la tua casa
Al via la terza edizione dell'evento. Partecipano 25 testate di interior design italiane ed una sele...
Sognatore di opera grave. Tra leggerezza della pietra e gravità del pensiero
Presentazione del volume di Antonio Labalestra, “Singularis in singulis. Duodecim columnae vitinae e...
Gli effetti della corrosione sulle strutture in acciaio: il metodo suggerito dall’Eurocodice 3
Gli effetti della corrosione sulle strutture in carpenteria metallica possono essere notevoli e, spe...
Focus Architettura La Bourse de Commerce e Tadao Ando
Palazzo Grassi – Punta della Dogana presenta da martedì 22 maggio uno speciale programma di appuntam...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.