Terremoto Abruzzo: domani test sismico su edificio del Progetto C.A.S.E.

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

09-02-2010

Nell’area di “Sassa NSI” sarà simulato un vero e proprio terremoto

Sarà riprodotto domani, mercoledì 10 febbraio –  nell’area “Sassa NSI” – su uno dei 185 fabbricati antisimici del Progetto C.A.S.E. realizzati dal Dipartimento della Protezione Civile dopo il terremoto dello scorso 6 aprile, un terremoto di intensità superiore a quella registrata in Abruzzo, applicando alla struttura gli spostamenti massimi che un tale evento produrrebbe sugli edifici realizzati con l’isolamento sismico. Attualmente negli edifici antisismici del Progetto C.A.S.E. hanno trovato alloggio circa 13.500 persone che avevano perso la propria abitazione a causa del terremoto.
 
Lo scopo della simulazione, che si svolgerà alle ore 10.30 e sarà aperta alla stampa, è quello di verificare il comportamento degli isolatori sismici e della struttura dell’edificio in caso di scossa sismica particolarmente intensa.
 
Gli spostamenti vengono impressi con varie velocità, fino alla velocità con cui effettivamente si muoverebbe l’intero edificio durante il terremoto. Pertanto la prova è un test realistico di quello che accadrebbe durante il terremoto. Attraverso opportune elaborazioni delle registrazioni strumentali eseguite durante il test, è possibile verificare il comportamento sia degli isolatori, sia della struttura dell’edificio. Gli spostamenti massimi raggiunti saranno di 100-200 mm, nei due sensi.
La prova di domani è uno dei numerosi test in situ del programma di collaudo degli edifici del Progetto C.A.S.E. Queste prove, straordinarie per modalità e potenze messe in gioco, si aggiungono alle normali prove di controllo dei calcestruzzi, degli acciai e delle strutture conformi alle normative italiane e, per quanto riguarda gli isolatori sismici, europee. Infatti il 20% degli isolatori montati sotto gli edifici sono stati provati in laboratorio e un quarto di questi sono stati provati in condizioni dinamiche, così come richiesto dalle norme europee appena approvate.
Anche nell’allestimento del sistema di prova si è stabilito una sorta di primato: in soli 20 giorni il Dipartimento della Protezione Civile ha progettato e realizzato il complesso ed avanzato sistema composto da due attuatori dinamici, in grado di applicare una forza massima di 220 tonnellate (440 in tutto) e uno spostamento di circa 26 centimetri, da un ampio sistema di pompe, accumulatori di olio in pressione, dal generatore elettrico e dall’apparato elettronico di controllo, nonché da una struttura di rinforzo.
Il cuore del sistema di prova è alloggiato in un rimorchio di TIR, così da consentire la massima mobilità e da poter realizzare prove, che sarebbero complesse anche all’interno di un laboratorio di ingegneria strutturale, nei cantieri, con smontaggio e montaggio del sistema in tre giorni.
Sia il sistema di prova che le prove stesse sono uniche al mondo, perché mai prima d’ora si è spostato un intero edificio, il cui peso complessivo supera le 4.000 tonnellate, per simulare l’effetto di un sisma, all’effettiva velocità.
Come è facile immaginare, il test è particolarmente spettacolare in quanto, alla massima velocità di prova, l’edificio sarà spostato complessivamente di circa 50 cm  in soli 4 secondi.

Articoli correlati
IL GIARDINO MEDITERRANEO
Per una sostenibilità  dello sviluppo Si svolgerà  giovedì 17 maggio alle ore 10.00, presso la Faco...
Politecnico di Bari, motore scientifico con lo sguardo ad Est
Bari, 24 maggio 2012 – Vocazione internazionale, sguardo all’Europa dell’Est sotto la guida dell’Uni...
Premio Apulia 2012
Il 18 settembre 2012, presso l’ex Palazzo delle Poste di Piazza Cesare Battisti a Bari, si terrà la ...
Rivisitazioni in Levante
Sabato 8 settembre 2012 Rivisitazioni approda in Fiera del Levante. La mostra a cielo aperto di fot...
Living Architectures. Rem Koolhaas, Richard Meier, Frank Gehry, Renzo Piano, Herzog & De Meuron:...
LIVING ARCHITECTURES MARATHON è il tour che dal 27 giugno al 20 settembre 2013 presenterà al pubblic...
Confindustria ceramica ospita Riccardo Dalisi
Sabato 7 dicembre 2013 alle ore 17,00, si terrà, presso l’Auditorium di Confindustria Ceramica in Vi...
Danneggiata la Chapelle Notre Dame du Haut a Ronchamp
Atti di vandalismo contro la Chapelle Notre Dame du Haut a Ronchamp è quando denuncia la Fondation L...
Ediltrophy 2015: al via le selezioni regionali per i migliori muratori d’Italia
Ediltrophy 2015 al taglio del nastro Dal 13 settembre al via le selezioni regionali per i migliori ...
IL PRESIDENTE SNAIDERO INCONTRA IL MINISTRO DEL COMMERCIO E DELL’INDUSTRIA DELLA FEDERAZIONE RUSSA
Allo studio una strategia comune per rafforzare i rapporti commerciali italo-russi nel settore arred...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.