“Tutti padroni in casa propria” – Interventi di manutenzione straordinaria senza DIA

È stato approvato dal Consiglio dei Ministri di oggi, 19 marzo 2010,  il Decreto Legge sugli incentivi a sostegno dei settori industriali in crisi.

Nel Decreto anche la norma che consentirà di effettuare interventi di manutenzione straordinaria senza DIA.

La norma per facilitare i lavori incasa introdotta all’ultimo momento nel decreto incentivi prevede ”misure di semplificazione che consentono di realizzare, senza alcun titolo abilitativo, interventi edilizi di manutenzioneordinaria e straordinaria”. E’ quanto si legge sul comunicatodella Presidenza del Consiglio dopo il Cdm.

“Possono essere eseguiti senza alcun titolo abilitativo, tutti gli interventi di manutenzione ordinaria nelle case e gli interventi di natura straordinaria che non riguardino parti strutturali dell’edificio e l’aumento dei parametri urbanistici”. Lo afferma il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in conferenza stampa a Palazzo Chigi al termine del Consiglio dei ministri, illustrando un articolo del decreto incentivi. “In questo decreto c’é anche un articolo che riguarda i cittadini che sono sottoposti a lunghe procedure burocratiche – spiega il premier – Dopo un attento studio della legislazione europea abbiamo inserito questo articolo che dice che ci sono interventi che possono essere eseguiti senza alcun titolo abilitativo, tutti gli interventi di manutenzione ordinaria nelle case e gli interventi di natura straordinaria che non riguardino parti strutturali dell’edificio e l’aumento dei parametri urbanistici”. “Il nostro motto è ‘Tutti padroni in casa propria’; questa é l’attuazione di quel concetto”. I padroni di casa “anche per via telematica dovranno soltanto comunicare l’impresa che realizzerà i lavori”. Si tratta di un “tonico per nostre aziende edilizie”.

Share

COMMENTS

Leave a Comment