Riqualificazione, restauro, architettura e bioedilizia: questi i temi di Expoedilizia 2010

Incontri e dibattiti per guardare al futuro delle costruzioni.

La 4a edizione di Expoedilizia (11-14 novembre 2010 Fiera di Roma), la Fiera professionale per l’edilizia e l’architettura, intende porsi al servizio di aziende, operatori professionali e associazioni di categoria; la manifestazione, organizzata da ROS -società partecipata da Fiera di Roma e Senaf-, sarà infatti un momento di incontro e confronto, di scambio economico e aggiornamento professionale.

13 aree tematiche, 5 in più rispetto al 2009: Tetti Pareti, Ferramenta Utensili, Impianti Sportivi, Verde, Schermature Tende, per offrire una panoramica completa sulla filiera delle costruzioni e affermare il ruolo di Expoedilizia come propulsore di crescita per il mercato del centro-sud.

La ristrutturazione rappresenta, in un contesto come quello delle regioni del centro-sud d’Italia, un enorme potenziale di sviluppo per l’intero comparto delle costruzioni. Si stima infatti, che nel nostro paese, le abitazioni costruite fra gli anni ‘50 e gli anni ‘70 si aggirino attorno al milione e 400 mila unità e se si considera che la vita media di un fabbricato è di circa quarant’anni, risulta evidente quali possano essere le opportunità offerte dal filone del recupero edilizio.

Opportunità ancor più numerose in un contesto come quello delle regioni centro-meridionali, in cui si concentra buona parte del patrimonio costruttivo con oltre quarant’anni di vita e in cui più impellente è il bisogno di riqualificare i centri urbani per rispondere alle nuove esigenze abitative del nostro tempo, nonché per valorizzare un patrimonio artistico culturale che potrebbe diventare a sua volta motivo di sviluppo economico.

Per questi motivi, la sessione convegnistica della manifestazione dedicherà un focus al restauro e alla riqualificazione edilizia aprendo il dibattito anche all’ottica “green” che si pone l’obiettivo di studiare le soluzioni più innovative a basso impatto ambientale tenendo conto delle caratteristiche bioclimatiche con un approccio che miri alla conservazione delle risorse e alla riduzione dei consumi energetici in tutte le fasi di vita degli edifici.

In questa prospettiva si colloca anche il progetto Edilverde – Working with nature, una vera e propria “piazza” dove gli addetti ai lavori avranno la possibilità di condividere esperienze di successo in tema di verde tecnologico, una materia che in Italia sta muovendo i primi passi ma che ha grandi prospettive di sviluppo, in particolare al Centro Sud dove il clima mite e le caratteristiche del territorio sono particolarmente favorevoli.

Expoedilizia, con la sua ampia offerta espositiva (Pavimenti Rivestimenti, Decori Colori, Elementi Strutturali, Macchine Attrezzature, Arredo Urbano, Sicurezza, Serramenti Chiusure, Informatica Servizi, Tetti Pareti, Ferramenta Utensili, Impianti Sportivi, Verde, Schermature Tende) si preannuncia un appuntamento ricco di iniziative, tra queste ricordiamo la seconda edizione del Premio Raffaella Alibrandi.

Dall’11 al 14 novembre presso la Fiera di Roma si incontreranno dunque, tutte le professionalità del comparto, un fattore questo, di grande importanza in un momento così delicato per l’economia internazionale e per l’industria delle costruzioni in particolare.

Tutte le informazioni sulla manifestazione su www.expo-edilizia.it

Articoli correlati

Share

Leave a Comment