ICMQ DIVENTA “MOBILE” ED ENTRA IN CANTIERE

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

ICMQ DIVENTA “MOBILE” ED ENTRA IN CANTIERE

Da oggi la banca dati delle aziende certificate è su IPHONE

ICMQ – l’organismo di certificazione leader nelle costruzioni – ha realizzato per gli operatori delle costruzioni, direttori dei lavori, collaudatori, progettisti, consulenti, tecnici delle pubbliche amministrazioni una applicazione gratuita per Iphone che rende semplice e immediata la consultazione dello stato di certificazione di prodotti ed aziende, direttamente sul proprio cellulare.

ICMQ già da tempo mette a disposizione sul proprio sito web – www.icmq.org – la banca dati delle aziende certificate, uno strumento di lavoro molto apprezzato dagli operatori della filiera delle costruzioni, che consente di ricercare aziende in base al tipo di certificazione che interessa (sistema qualità ambiente, sicurezza, certificazione di prodotto, marcatura Ce ecc.) e ad altri parametri come la collocazione geografica, permettendo inoltre di visualizzare, per ognuna, il certificato stesso e di verificarne lo stato di validità.

Le principali funzionalità dell’applicazione sono:

  • conoscere il tipo di certificazione di cui è in possesso un prodotto o un’azienda,
  • conoscere lo stato di validità di un certificato e visualizzarlo in formato pdf,
  • verificare che lo scopo della certificazione copra la norma di interesse a cui un prodotto o un’azienda sono soggetti per legge (marcatura Ce o Fpc, controllo di produzione in fabbrica),
  • trovare il prodotto o l’azienda certificati da ICMQ più vicini alla propria posizione geografica nel momento in cui si effettua la ricerca,
  • conoscere l’elenco completo dei servizi offerti da ICMQ,
  • contattare in modo semplice e veloce ICMQ.

“Oggi – sottolinea Lorenzo Orsenigo, direttore di ICMQ –  il mercato richiede sempre di più di mettere in evidenza la qualità dei materiali utilizzati e del costruito. In questo scenario, la certificazione di terza parte indipendente è lo strumento principale a disposizione delle aziende per dimostrare il livello di qualità raggiunto. Altro requisito imprescindibile per un mercato in ripresa, è rispettare le norme e seguire fedelmente i capitolati. Fra le importanti responsabilità dei direttori dei lavori in cantiere c’è, appunto, la verifica che le aziende fornitrici e i prodotti da costruzione siano in regola con le certificazioni previste dalla normativa o richieste dai capitolati. L’applicazione creata da ICMQ consente di accertarsi direttamente sul posto che i certificati esistano e, soprattutto, siano ancora validi”.

L’applicazione per Iphone si chiama ICMQ, è scaricabile gratuitamente tramite l’App store e vale per tutti i modelli di Iphone; prossimamente sarà sviluppata anche per altre piattaforme e altri smartphone.

       

Articoli correlati
L'antisismica ai tempi dei Borboni
L'Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Consiglio nazionale delle rice...
VAJONT Paesaggio e architettura a cinquant'anni dal disastro
Si inaugura venerdì 4 ottobre 2013, presso la sede della Soprintendenza per i beni architettonici e ...
Architectura ficta, una lectio sull’architettura rappresentata
Sabato 14 dicembre 2013 alle 18,30, nell’ ambito delle iniziative collaterali alla mostra “Storie ...
Documentary Platform / LAB / Osservatorio Fotografico
Tre esperienze di ricerca e di produzione editoriale. A cura di Michele Cera, Federico Covre, Cesare...
Sognatore di opera grave. Tra leggerezza della pietra e gravità del pensiero
Presentazione del volume di Antonio Labalestra, “Singularis in singulis. Duodecim columnae vitinae e...
SAIE RINASCE DAI 50 ANNI CON UNA EDIZIONE DA RECORD
VISITATORI CRESCIUTI DEL 18% E TRIPLICATI I VISITATORI ESTERI. 9.000 PROFESSIONISTI AI CORSI DI FORM...
Ecomuseo della Valle d'Itria diventa di interesse regionale
Assessore Barbanente: "Così si valorizza la memoria storica, l’identità collettiva e il patrimo...
Manuale di ristrutturazione dei manufatti in pietra
L’Associazione Ecomuseale della Valle d’Itria, in accordo con l’Osservatorio del paesaggio della Reg...
DA TORINO 2006 A PECHINO 2022: ARCHITETTURE PER I GIOCHI OLIMPICI
Politecnico di Torino e Tsinghua University di Pechino mettono a disposizione competenze tecniche e ...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.