Lavori pubblici, la promozione della legalità passa per il calcestruzzo

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Protocollo di intesa Regione Lombardia – Atecap

Firmato un accordo per l’intensificazione dei controlli e la formazione degli enti appaltanti

Milano 3 maggio 2011 – Aumentare la legalità negli appalti pubblici della Lombardia. È questo l’obiettivo del protocollo di intesa firmato oggi dal presidente della Regione, Roberto Formigoni, e dal presidente dell’Atecap (Associazione Tecnico Economica del Calcestruzzo Preconfezionato), Silvio Sarno.

In un settore, quello del calcestruzzo, che riveste un ruolo centrale nel mondo delle costruzioni la Regione Lombardia, oggi in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata nell’ambito degli appalti pubblici, e l’Atecap, altresì impegnata sul fronte della qualificazione del settore, si propongono di intensificare le forme di controllo finalizzate non solo alla garanzia di durabilità e sicurezza delle opere, ma anche alla lotta alle infiltrazioni criminali.

Ciò potrà realizzarsi attraverso la promozione di idonei controlli in quelle fasi più delicate per le forniture di calcestruzzo preconfezionato, ovvero quelle dedicate alla effettuazione dei controlli di accettazione del calcestruzzo ed alla supervisione delle modalità di consegna dello stesso.

L’accordo punta, inoltre, a formare il personale della Regione e degli Enti locali lombardi sulle tematiche connesse alla prescrizione, produzione, messa in opera e controllo del calcestruzzo e del calcestruzzo armato.

 “L’obiettivo è quello di favorire il dialogo fra mondo imprenditoriale e istituzioni sui temi della garanzia di sicurezza delle strutture e del controllo efficace sui comportamenti dei diversi attori coinvolti – ha dichiarato Silvio Sarno -. Ciò al fine di evidenziare le criticità del settore che possono influire negativamente sul mercato anche alla luce del problema delle infiltrazioni malavitose nel settore delle costruzioni”. L’Associazione da tempo si adopera per coinvolgere le forze in grado di contrastare i comportamenti scorretti. “La mancanza di controlli indebolisce il settore del calcestruzzo sia sul piano della qualità e affidabilità della produzione che su quello della legalità, minando fortemente la sicurezza degli operatori e dell’intera collettività. Sono necessari più controlli per stroncare sul nascere il rischio di inquinamento del settore, ma anche per fornire più elevati standard qualitativi e di sicurezza alle opere in calcestruzzo e per ridurre il rischio infortuni sul lavoro” ha precisato Sarno.

Al fine di individuare le più idonee iniziative da prevedere per la promozione dei controlli sarà avviata una prima fase sperimentale da applicare alle opere connesse ad Expo2015.

Nella strategia di collaborazione saranno sicuramente coinvolti altri partner locali e/o nazionali con particolare riferimento alle Pubbliche Amministrazioni e alle forze di polizia.

 “Attraverso queste attività ci proponiamo di trasformare l’obbligo civico del rispetto delle leggi in una realtà praticata e verificata realmente nel nostro settore – ha spiegato Sarno -. Siamo convinti che si tratti di una scelta obbligata per emarginare quegli operatori improvvisati e scorretti, che stroncano la libera concorrenza ed escludono dal mercato le aziende, come le nostre, che fanno della qualificazione il loro punto di forza”.

“Con l’atto sottoscritto oggi – ha spiegato il presidente Formigonicompiamo un ulteriore salto di qualità nel controllo sulle forniture nell’ambito delle opere di competenza della Regione Lombardia, per prevenire e contrastare qualsiasi forma di infiltrazione mafiosa. Questa iniziativa si inserisce all’interno di un percorso che vede la Regione fortemente impegnata nella vigilanza e nel controllo delle procedure e degli appalti relativi alla realizzazione di opere pubbliche, nonché in un processo di  modernizzazione, che passa attraverso interventi di riqualificazione urbanistica e di potenziamento della rete infrastrutturale.

Da un punto di vista più tecnico, l’Atecap si impegna a fornire supporto nella gestione della realizzazione delle opere pubbliche attraverso una corretta redazione di capitolati d’appalto che consenta di individuare non solo i materiali più idonei alle esigenze ma anche di scegliere gli operatori corretti e realmente qualificati.

In questo contesto la collaborazione si realizzerà anche attraverso l’azione di Progetto Concrete, l’iniziativa di diffusione della cultura del costruire in calcestruzzo e calcestruzzo armato promossa dall’Atecap insieme alle più importanti Associazioni del settore (AITEC – Associazione Italiana Tecnico Economica Cemento, ANCE – Associazione Nazionale Costruttori Edili, SISMIC –Associazione Tecnica per la Promozione degli Acciai Sismici per Cemento Armato, ASSIAD – Associazione Italiana Produttori Additivi e Prodotti per Calcestruzzo, ANSFER – Associazione Nazionale Presagomatori Acciaio per Armature in Cemento Armato).

Articoli correlati
PROGETTARE GREEN: ILLUMINAZIONE E VERDE URBANO
Aghape Ambiente propone due nuovi seminari dedicati a illuminazione eco-compatibile e progettazione ...
COME E PERCHE’ RIQUALIFICARE L’ESISTENTE?
Il 17 maggio a Bologna un nuovo evento Aghape dedicato alla riqualificazione energetica dell’esisten...
Architettura italiana dal dopoguerra ad oggi. Teorie, Storie e Progetti
Lectio Magistralis di Francesco Moschini Matera Presentazione di Angela Colonna e Antonio Conte A ...
Rigeneriamo le città, generiamo il futuro
La rigenerazione urbana è al centro delle politiche di governo del territorio della Regione Puglia d...
Il palazzo dell'Acquedotto Pugliese apre le porte al Politecnico di Bari
Giovedì 20 febbraio 2014 alle ore 15,00,  nella sede del Palazzo storico dell’Acquedotto Pugliese di...
Paulo Mendes da Rocha, tecnica e immaginazione
Si inaugura oggi presso La Triennale di Milano la mostra dedicata a Paulo Mendes da Rocha, a cura di...
Scamozzi e i libri. 28° seminario internazionale di storia dell’architettura
Si terranno il 12 e il 13 giugno 2015,  a Vicenza, le giornate di studio dedicate a Vincenzo Scamozz...
AL 50° MARMOMACC LA PIETRA NATURALE PARLA TUTTE LE LINGUE DEL MONDO
Al via domani il più importante salone dedicato al business e alla cultura del marmo. Internazionali...
International VELUX Award 2016: studenti di architettura si confrontano sull’uso della luce naturale...
Il Concorso, nato nel 2004 e strutturato in collaborazione con l’International Union of Architects (...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.