ERMCO 2012: IL CONGRESSO IN ITALIA DOPO 26 ANNI, INFRASTRUTTURE, RIQUALIFICAZIONE URBANA E INNOVAZIONE PER USCIRE DALLA CRISI.

A Verona dal 20 al 22 giugno prossimi si riuniranno i rappresentanti dell’industria del calcestruzzo preconfezionato europei e di altri Paesi del mondo

Dal 20 al 22 giugno 2012 Verona Fiere ospiterà il Congresso ERMCO, l’associazione europea che riunisce i  rappresentanti dell’industria del calcestruzzo preconfezionato dell’Europa, di Israele, Turchia, India, Sud America, Stati Uniti, Russia e Giappone.

Mercato, sostenibilità e competitività sono le parole chiave che animeranno la  XVI edizione del Congresso internazionale dell’ERMCO, che torna in Italia dopo 26 anni.

 “L’evento  – spiega il Presidente dell’Ermco, Andrea Bolondi- si colloca in una fase delicatissima dell’economia dei paesi occidentali e all’interno di un ciclo recessivo dell’industria delle costruzioni, i cui effetti si stanno manifestando appieno proprio in questo periodo. A fronte di una realtà in cui le preoccupazioni sembrano prevalere rispetto alle speranze di un rilancio produttivo, l’industria europea del calcestruzzo preconfezionato si ritrova dunque a Verona per un’analisi oggettiva dello stato attuale delle costruzioni così da poter delineare un percorso di ripresa basato su molteplici aspetti: dai processi di razionalizzazione organizzativa delle imprese e di valorizzazione del prodotto alla conoscenza delle opportunità che il mercato attuale comunque presenta.”

“Il futuro – aggiunge il Presidente di Ance Paolo Buzzetti – dipenderà soprattutto dalla capacità dell’Europa di rilanciare gli investimenti infrastrutturali anche coinvolgendo le risorse private. Egualmente il grande mercato di domani non potrà che essere la riqualificazione soprattutto urbana, mettendo a valore le grandi potenzialità dell’industria edilizia sul piano delle soluzioni più adatte a perseguire gli obiettivi dell’efficienza energetica e della sostenibilità.

Il Congresso terrà dunque in particolare considerazione l’analisi degli scenari futuri, influenzati dalla perdurante situazione di incertezza in Europa occidentale e dagli effetti della crescita economica in Europa orientale, esaminando i diversi orientamenti del mercato e mettendo a confronto differenti esperienze.

Sono quattro i focus previsti dal programma:  “Combattere la crisi”, “Il mercato del calcestruzzo preconfezionato in Europa: scenari 2012-2015”, “Il calcestruzzo preconfezionato, materiale sostenibile”, “La struttura operativa dell’impresa di produzione del calcestruzzo” , “L’evoluzione del prodotto”.

                                                                             “L’industria italiana del calcestruzzo preconfezionato – sottolinea il Presidente dell’Atecap Silvio Sarno – sta vivendo un momento molto difficile, ma è consapevole che proprio in una fase critica come l’attuale è possibile riconfigurarsi su obiettivi di qualità e offrire prodotti e soluzioni sempre più rispondenti alla domanda del mercato che verrà. Al Congresso Ermco, che siamo felici di ospitare in Italia, porteremo le nostre esperienze e sono certo daremo un contributo importante al dibattito sul futuro delle costruzioni.”

Ad accogliere il Congresso sarà non a caso la città di Verona e Veronafiere, che già organizza Samoter, fiera molto importante e attenta alle tematiche del calcestruzzo in genere e preconfezionato in particolare, città d’arte e collocata strategicamente in un crocevia che ne fa uno dei riferimenti della mobilità europea tra Nord e Sud e tra Est e Ovest.

Articoli correlati

Share

Leave a Comment