Lo spazio pubblico ai tempi della crisi: “Viaggio nei comuni delle buone pratiche”

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Call for practices

All’appuntamento dellla seconda edizione della Biennale del 2013 si vuole giungere attraversando il territorio nazionale, coinvolgendo più attori in un processo di ricerca e confronto e individuando le città che più si sono distinte nell’attivazione di politiche pubbliche virtuose per lo spazio pubblico, nelle diverse dimensioni che questo concetto sottende, con particolare attenzione al ruolo che le politiche dello spazio pubblico possono giocare in un contesto di crisi economica e restringimento delle risorse.
I soggetti promotori del percorso sono l’INU e l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), con il supporto di Cittalia-Fondazione ANCI Ricerche e Labsus-Laboratorio per la Sussidiarietà. Si prevede la realizzazione di laboratori tematici di approfondimento da svolgersi entro marzo 2013. Nel rispondere alla call, i Comuni potranno selezionare un tema tra i 12 proposti (per approfondimento si veda il programma di lavoro), con la facoltà di proporre eventuali integrazioni tra gli stessi temi purché emerga il tema principale. Temi:

1. Capire cos’è oggi lo spazio pubblico.
2. La città per tutti: accessibilità, mobilità e sicurezza.
3. Spazi urbani e inclusione sociale.
4. Una casa e uno spazio urbano per tutti.
5. La biblioteca pubblica come piazza del sapere.
6. Il web e lo spazio urbano virtuale.
7. Il governo condiviso degli spazi e dei beni comuni urbani.
8. Governare lo spazio urbano attivando reti di relazione.
9. Finanziare lo spazio pubblico.

A questi temi se ne aggiungono tre che sono da tempo oggetto di studio e sperimentazione urbanistica, architettonica, amministrativa:

10. Gli spazi pubblici nei centri storici.
11. Gli spazi pubblici nella città diffusa.
12. Gli spazi pubblici nella città ecologica.

I Comuni interessati a ospitare uno dei laboratori o partecipare ad essi sono invitati a rispondere a questa call entro e non oltre il 15 giugno 2012.

Articoli correlati
Hortus conclusus | giardino planetario
… Il torrente impetuoso che scende dalle montagne va a perdersi nei precipizi, ma la più piccola goc...
A Luigi e Paola Ghirri. Fin dove può arrivare l’infinito?
Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea Nell’autunno dello scorso anno alcuni amici di...
Lectio magistralis di ABDR/Opere e progetti. Ieri, oggi, domani
La lezione è promossa in occasione della presentazione ufficiale del Workshop Internazionale di Arch...
Sezione Strutture Prefabbricate Assobeton: come progettare in conformità alle nuove normative
Il 30 novembre 2012 a Padova si terrà il quarto appuntamento con il convegno organizzato dalla Sezio...
NUOVA EDIZIONE DEL PREMIO APULIA PER OPERE DI ARCHITETTURA CONTEMPORANEA O DI URBANISTICA
Anche per l’anno 2012 è bandito il Premio Apulia, istituito dalla LR 14/2008 e articolato in due sez...
Una mostra per raccontare la città
Lunedì 8 aprile 2013 alle 19,30, presso la Galleria Spazio Giovani in via Venezia 41 a Bari, si inau...
IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE MILITARI IN AMBITO URBANO
Dalla collaborazione fra  Difesa, Politecnico di Torino e Politecnico di Milano nasce il workshop “T...
Il nuovo rifugio "Rabothytta" dà un caldo benvenuto agli escursionisti della Norvegia
Il rifugio per escursionisti 'Rabothytta' è situato al 66° parallelo nord, 1200 metri sul livello de...
DA TORINO 2006 A PECHINO 2022: ARCHITETTURE PER I GIOCHI OLIMPICI
Politecnico di Torino e Tsinghua University di Pechino mettono a disposizione competenze tecniche e ...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.