Ricercatori del Politecnico di Bari protagonisti in Norvegia

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

La capitale Oslo sperimenterà un sistema unico al mondo, di analisi e gestione della propria  rete idrica

Bari, 20 aprile 2012 – L’esigenza di migliorare la gestione idrica ed energetica, attraverso una razionalizzazione e ottimizzazione di sistema, ha portato un gruppo di ricercatori del Politecnico di Bari, guidati dal prof. Orazio Giustolisi, ordinario di “Costruzioni Idrauliche” presso la Facoltà di Ingegneria, a condurre appositi studi di settore e ad elaborare un efficace sistema informatico, unico al mondo, in grado di trasferire  i risultati della ricerca più innovativa, in un ambiente di lavoro semplice e ben noto, come “Excel” di Microsoft Office. Tale condizione unisce due capacità di assoluto rilievo: rigore e innovazione della ricerca scientifica di settore e facile applicazione.

Il Politecnico di Bari. (Foto © Caterina Rinaldo 2011)

Il Politecnico di Bari. (Foto © Caterina Rinaldo 2011)

Negli ultimi anni il gruppo di ricerca del Politecnico pugliese infatti, è diventato uno dei leader nella comunità scientifica mondiale che si occupa di gestione dei sistemi idrici, sviluppando nuove strategie modellistiche di analisi,  riabilitazione e gestione delle le reti di acquedotto.

La necessità di operare un reale trasferimento tecnologico, rendendo i risultati della ricerca disponibili  non solo alla comunità tecnico-scientifica, ma anche alle aziende di gestione, ha indotto il gruppo di ricerca allo sviluppo del sistema denominato “WDNetXL” (Water Distribution Network in eXceL) per il trasferimento “tempestivo” dei risultati della ricerca al mondo professionale e produttivo.

L’idea alla base di questo sistema è di mettere a disposizione raffinate funzioni di calcolo aggiuntive all’interno dell’ambiente Excel di Microsoft Office, così da realizzare in maniera semplice e immediata il trasferimento dei più moderni strumenti sviluppati dalla ricerca tecnico-scientifica del settore.

Infatti, l’opportunità di utilizzare un ambiente di lavoro già familiare agli utenti permette di gestire con facilità e in maniera del tutto personalizzabile i dati in ingresso ed in uscita e integrarli agevolmente all’interno di processi di analisi già consolidati e di nuova concezione.

Tale sistema, è stato apprezzato dalla SINTEF, la più grande organizzazione di ricerca in Scandinavia, che ha scelto di utilizzare WDNetXL nell’ambito di un progetto per l’analisi e la gestione della rete di approvvigionamento idrico, della capitale norvegese, Oslo.

Per queste ragioni, la SINTEF e il Politecnico di Bari hanno sottoscritto qualche giorno fa, un accordo di cooperazione tecnico-scientifica che prevede fra l’altro l’impiego del sistema WDNetXL alla rete di Oslo.

La SINTEF è un’organizzazione di ricerca multidisciplinare con competenze internazionali di massimo livello nella tecnologia e non solo. Il gruppo ha uno staff di 2100 dipendenti che provengono da 67 differenti nazioni, e opera in partnership con la Norwegian University e con l’Università di Oslo.

Richieste per testare il sistema WDNetXL del Politecnico sono pervenute da altri nazioni e comunità scientifiche. WDNetXL è stato presentato in Marocco. Venerdì, 27 aprile verrà a Trondheim (Norvegia), a maggio a Ferrara e nel mese di settembre in Australia.

Per maggiori informazioni sul sistema WDNetXL è possibile consultare il sito www.hydroinformatics.it.

Articoli correlati
56° Congresso Nazionale Ordini Ingegneri d'Italia - Concorsi e bandi
Dal 7 al 9 settembre si svolgerà a Bari, presso il Teatro Petruzzelli, il 56° Congresso Nazionale ...
PROGETTARE GREEN: ILLUMINAZIONE E VERDE URBANO
Aghape Ambiente propone due nuovi seminari dedicati a illuminazione eco-compatibile e progettazione ...
Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea. Talking about Photobooks
Nuovi acquisti e rarità, alcuni fra i “best of 2011” secondo Photo-eye, saranno oggetto della nuova ...
Architetture a Bari, tra città antica e città moderna
Una lezione con la docente Livia Semerari per raccontare la memoria urbana del capoluogo pugliese. ...
Con l’olografia digitale possibile vedere attraverso fumo e fiamme
Una nuova tecnica sviluppata dai ricercatori dell’Istituto nazionale di ottica del Cnr consente per ...
CERSAIE – LA ‘LEZIONE ALLA ROVESCIA’ E’ CON RICCARDO BLUMER
L’architetto e designer, ideatore degli Esercizi Fisici di Architettura e Design sarà ‘interrogato’ ...
Arnaldo Pomodoro, forme e segni tra residenze storiche e fortezze imperiali del Meridione
In mostra a Bari, Andria e Trani fino al 30 novembre 2014 le opere dello scultore autore delle Deriv...
MIGRANT GARDEN UNTOUCHABLE LANDSCAPES with the new bird nest by Bernard Khoury
Dopo l’inaugurazione ufficiale a Piacenza, presso il Polo territoriale del Politecnico di Milano, SP...
ARDUINO CANTAFORA | ALESSANDRO MENDINI. Cose, Case, Città
Antonio Colombo Arte Contemporanea è lieta di presentare Cose, Case, Città, doppia personale di Ar...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.