Politecnico di Bari, motore scientifico con lo sguardo ad Est

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Bari, 24 maggio 2012 – Vocazione internazionale, sguardo all’Europa dell’Est sotto la guida dell’Unione Europea. Il Politecnico di Bari sarà principale artefice e motore scientifico di un progetto finanziato dall’Unione Europea per un importo pari a 800.000,00 mila euro, che mira a individuare metodologie e analisi per la rivitalizzazione e l’ integrazione di piccoli centri storici.

Gli attori del progetto sono, ATU (Associazione per la trasformazione urbana) di Bucarest (Romania), ARMECAS (Associazione armena di ecoturismo) di Tavush (Armenia), ACTIE (Agenzia di cooperazione transfrontaliera per l’integrazione europea) di Cahul (Moldavia) e il Politecnico di Bari che si avvarrà delle competenze scientifiche del Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria Civile e per l’Architettura. Il gruppo di lavoro del Politecnico barese sarà costituito dal prof. Francesco Selicato, prorettore e coordinatore, dall’ ing. Francesco Rotondo, dall’ ing. Pierangela Loconte e dall’ing. arch. Claudia Piscitelli.

Il progetto ha individuato tre casi studio sui quali la ricerca produrrà altrettanti progetti-pilota: Sibiu County, Romania, Dilijan, Tavush Region, Armenia, Cahul County, Moldavia.  L’intento è quello di perseguire alcuni obiettivi specifici come il rafforzamento dei centri storici minori e dei sistemi paesaggistici, la valorizzazione del patrimonio culturale e la connessione in rete delle esperienze e delle iniziative del partenariato orientale, l’utilizzazione di pratiche partecipative integrate di valorizzazione del patrimonio. Il progetto avrà la durata di due anni.

L’iniziativa verrà presentata domani, venerdì, 25 maggio, ore 9:30, a Santa Teresa dei Maschi, Biblioteca Provinciale di Bari (Strada Lamberti, 4), Bari.

Sono previsti gli interventi dei coordinatori scientifici del progetto italiani e stranieri e dell’Assessore all’Urbanistica della Regione Puglia, Angela Barbanente, del Rettore del Politecnico di Bari, Nicola Costantino, del vice Presidente della Provincia di Bari, Trifone Altieri.

Articoli correlati
LE FORME DEL CEMENTO - DINAMICITA’
  LE FORME DEL CEMENTO - PLASTICITA' A cura di Carmen Andriani Gangemi Editore, Ro...
Il recupero dei grandi complessi architettonici e urbani del Novecento
Al via al Politecnico di Bari un ciclo di incontri sull'urbanistica e l'architettura della città. Il...
TAV Bologna - Milano. Fotografia, ricerca e territorio
John Gossage, Dominique Auerbacher, William Guerrieri, Guido Guidi, Walter Niedermayr, Vittore Fossa...
Janvier Corvalán protagonista a Cersaie 2014
Il 24 settembre la conferenza dell’architetto paraguaiano presso la Galleria dell’Architettura “In ...
Così si rompe… il David di Michelangelo
Analisi dei meccanismi di rottura del monumento eseguiti dall’Istituto di geoscienze e georisorse de...
Il design per i musei
Questo pomeriggio, a partire dalle 18,30, Fulvio Irace introdurrà il seminiario dedicato al rapporto...
IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE MILITARI IN AMBITO URBANO
Dalla collaborazione fra  Difesa, Politecnico di Torino e Politecnico di Milano nasce il workshop “T...
Klimainfisso, la ‘tre giorni’ del serramento: incontri, affari e convegni
Focus su serramenti, facciate, vetri: dalle ristrutturazioni alle nuove costruzioni, dalla sostituzi...
Il Giardino incontra la luce
Rodengo Saiano (BS) - Dopo il successo dell’edizione di settembre tenutasi presso il Palazzo della R...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.