ASTALDI SI AGGIUDICA L’ANELLO AUTOSTRADALE DI SAN PIETROBURGO IN RUSSIA

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Il valore del contratto di costruzione dell’opera è pari a EUR 2,2 miliardi.

Astaldi, in joint venture al 50% con la società di costruzione turca IC Ictas, ha firmato in Russia il contratto di costruzione per la realizzazione della tratta di completamento del WHSD (Western High-Speed Diameter), l’anello autostradale della Città di San Pietroburgo.

La firma del contratto di EPC (Engineering, Procurement, Construction) di Astaldi segue il perfezionamento del contratto in PPP (Public-Private Partnership) tra il Consorzio Northern Capital Highway (NCH) ela Città di San Pietroburgo per la costruzione della suddetta tratta e la successiva gestione dell’intera opera. Il Consorzio NCH è costituito da VTB Capital e Gazprombank, rispettivamente secondo e terzo Istituto di credito più importante in Russia.

Il WHSD è il contratto PPP più significativo a oggi sviluppato in Russia e rappresenta un’opera di rilevanza

strategica per il sistema dei trasporti della Città di San Pietroburgo, oltre che dell’intero Paese.

Questo tratto autostradale avrà la funzione di evitare il passaggio del traffico dei mezzi pesanti all’interno della città e provenienti dal porto e diretti nell’entroterra.

 Il contratto di costruzione assegnato all’Astaldi prevede la progettazione e l’esecuzione di tutte le opere necessarie alla realizzazione di12 chilometri, corrispondenti alla tratta tecnicamente più complessa del collegamento, per la chiusura dell’anello sul fronte mare. Anche le condizioni ambientali amplieranno le difficoltà logistiche per il lungo inverno siberiano con temperature che raggiungono anche i-30°Ccon l’impossibilità di lavorare all’aperto e in mare per la coltre di ghiaccio che blocca ogni attività di navigazione lungo i canali e il porto cittadino.

Si prevede l’avvio dei lavori nel prossimo mese di ottobre, con una durata prevista pari a 36 mesi.

Il Gruppo Astaldi opera da circa un anno a San Pietroburgo, dove è già impegnato nella realizzazione del Nuovo Terminal Internazionale dell’Aeroporto “Pulkovo”, del valore complessivo pari a EUR 700 milioni, che si

prevede venga completato entro i prossimi due anni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ing. Mario MANCINI – ASTALDI SpA

Articoli correlati
Costruzioni industrializzate: quale futuro?
È Bologna la sede del prossimo Congresso Nazionale ASSOBETON che si terrà il 15 giugno e avrà un osp...
Scienza delle costruzioni: il saggio di Alfredo Sollazzo
fonte: Azione Universitaria Politecnico L'Arte del Costruire, nata agli albori della civiltà, si è ...
COME LIBERARSI DAI COSTI DEI SOFTWARE PER LA PROGETTAZIONE
Aghape Ambiente aderisce al progetto Software libero per l’Architettura e mette a disposizione la re...
Danneggiata la Chapelle Notre Dame du Haut a Ronchamp
Atti di vandalismo contro la Chapelle Notre Dame du Haut a Ronchamp è quando denuncia la Fondation L...
ISTITUTO VENETO DI SCIENZE LETTERE ED ARTI
Glass in Venice si arricchisce di un nuovo premio grazie all’accordo tra l’Istituto Veneto di Scie...
Paulo Mendes da Rocha, tecnica e immaginazione
Si inaugura oggi presso La Triennale di Milano la mostra dedicata a Paulo Mendes da Rocha, a cura di...
Terremoto: aperta la piattaforma per l'iscrizione all'elenco speciale professionisti
Il commissario per la ricostruzione, Vasco Errani, ha emanato un avviso con il quale avvia l...
L’occhio magico di Carlo Mollino. Fotografie 1934-1973
Le parole riportate in questo breve articolo non intendono essere una "recensione" di una ...
Con La Rinascente a Roma, rinasce la Grande Bellezza
Dalla storia alla moda, dalla terra al cielo, dal sito archeologico interrato alla splendida terrazz...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.