Eletto il gruista dell’anno: è il toscano Felice Lorizzo

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Si è conclusa la terza edizione della manifestazione, alla quale per la prima volta ha preso parte anche una donna

Roma 19 ottobre 2012 – È Felice Lorizzo il miglior gruista del 2012. Cinquantunenne, pisano, 38 anni di anzianità lavorativa nel settore, Lorizzo si è classificato primo nella terza edizione del Gruista dell’anno, manifestazione organizzata dal Formedil (Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale in edilizia), e tenutasi questo pomeriggio al Made Expo di Milano. Al secondo posto si è classificato il leccese Vincenzo De Lorenzi, seguito in terza posizione dal veneziano Ercole Fassina. La selezione ha riguardato i dieci migliori operatori classificatisi alle selezioni interregionali che avevano coinvolto 60 macchinisti provenienti da tutta Italia. Fra di loro ha gareggiato per la prima volta anche una donna, Daniela D’Addeo, 33 anni, pittrice laureata all’Accademia delle Belle Arti di Roma.

Questa manifestazione rappresenta un’occasione importante per mostrare il lavoro svolto dalle Scuole edili in un settore che sta diventando sempre più un asse fondamentale della formazione. Un’attività che, attraverso lo specifico progetto 16OreMics, ha coinvolto oltre 10.000 lavoratori, di cui due terzi impegnati nelle attrezzature da sollevamento e un terzo nelle macchine movimento terra”ha dichiarato Massimo Calzoni, presidente Formedil.

A presiedere la giuria vi era Michele Candreva, coordinatore della direzione generale delle relazioni industriali e dei rapporti di lavoro presso il ministero del Lavoro e padre della normativa tecnica sulle attrezzature del lavoro. Candreva ha espresso apprezzamento per il ruolo svolto dal Formedil nella promozione della sicurezza e ha riassunto l’impegno del ministero in questo settore. “Stiamo lavorando alacremente per ridurre drasticamente il numero degli incidenti che coinvolgono le macchine edili– ha dichiarato -. Il 2012 ha rappresentato un anno molto importante: nel mese di maggio è entrato in vigore il decreto dell’11 aprile 2011, che prevede verifiche sulle attrezzature da lavoro. Insieme con le Regioni e l’Inail abbiamo avviato le procedure che coinvolgono ad oggi almeno un migliaio di verificatori che si occuperanno dell’effettuazione dei controlli periodici delle attrezzature”.

Entrerà in vigore il prossimo anno, invece, l’accordo Stato-Regioni del 22/02/2012 che stabilisce un’analisi approfondita delle attrezzature di lavoro che hanno fatto registrare con maggiore frequenza infortuni e/o ribaltamenti” ha concluso Candreva.

Jennifer Zocchi Strategie & Comunicazione Via P. Carnabuci, 27 – 00139 Roma

Articoli correlati
Il Vecchio Ordinamento e l'esame di abilitazione
Contenuto: # DPR328: che cos'e'? # I motivi della protesta # Il Movimento Nazionale DPR328 # V...
Dal ciocco al Pinocchio. Una lezione con Geppi de Liso al Politecnico di Bari
IL MUSEO della FOTOGRAFIA del POLITECNICO di BARI Invita GEPPI DE LISO a tenere una lezione sulla c...
PROSPETTIVE VARIABILI De/Generazioni della fotografia Italiana Contemporanea
PRIMO FORUM NAZIONALE SU FOTOGRAFIA E TERRITORIO a cura di Andrea Botto e Alessandro Cirillo Il ...
Costruzioni industrializzate: quale futuro?
È Bologna la sede del prossimo Congresso Nazionale ASSOBETON che si terrà il 15 giugno e avrà un osp...
NUOVO CONTO ENERGIA TERMICO
focus sui nuovi incentivi con il Ministero dello Sviluppo Economico All’indomani dell’entrata in v...
Prevedere le frane: le tecnologie del Cnr
L’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica (Irpi) del Consiglio nazionale delle ricerche ...
Comprare casa nei borghi più belli d’Italia: ecco la classifica dei prezzi
Le Cinque Terre e la Costiera Amalfitana sono le zone con i borghi più costosi. Anche più di 6.00...
AL 50° MARMOMACC LA PIETRA NATURALE PARLA TUTTE LE LINGUE DEL MONDO
Al via domani il più importante salone dedicato al business e alla cultura del marmo. Internazionali...
Arte per l’arte: Ideal Work finanzia il restauro dello stemma di Cosimo II de’ Medici a Firenze. Il ...
L’arcata principale che ospita lo stemma di Cosimo II de’ Medici in fase di restauro è oggi ricopert...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.