MADE 2012: DA QUEST’ANNO LO ‘SPAZIO FEDERCOSTRUZIONI’

Buzzetti:”Innovazione, sostenibilità e qualità, questi gli asset dello sviluppo che vogliamo”

Uno spazio dedicato, convegni, incontri e seminari. Un luogo per conoscersi, condividere esperienze, percorsi, strategie per affrontare e superare la crisi. Federcostruzioni sarà uno dei protagonisti del MADEexpo 2012 e parteciperà, con l’intervento del presidente Paolo Buzzetti, all’evento di apertura insieme ai più autorevoli rappresentanti delle istituzioni economiche e politiche tra cui i ministri dell’Ambiente e degli Esteri e il presidente di Confindustria.

Tanti i temi oggetto di incontri, seminari e convegni promossi dalla Federazione che si svolgeranno lungo l’arco dei durata della manifestazione fieristica dal 17 al 20 ottobre. Il mercato interno e internazionale fotografato dalla ricerca Federcostruzioni/MADE ricca di dati per ogni filiera, con un focus sull’export e spunti di riflessione per il rilancio del settore. La qualità delle infrastrutture e la questione della certificazione con la presentazione dello studio voluto da Federcostruzioni e dal MADE e realizzato dal Cresme che mette in relazione, in termini di mercato, la domanda con l’offerta, coinvolgendo gli attori della filiera e gli organismi di validazione.  La sfida dell’innovazionecon il programma europeo Horizon 2020 e dell’efficienza energeticama anche l’antisismica e il Piano città.

Per Federcostruzioni le iniziative che si succederanno nello spazio della Reception 6/10  al Made Exo di Fiuera Milano Rho, saranno un’ importante occasione di dibattito interno ma anche di conoscenza e promozione delle costruzioni, uno dei principali settori economici in Italia sia per l’incidenza sul Pil sia in termini occupazionali.”

Il MADE – ha dichiarato il presidente della Federazione Paolo Buzzetti – è il principale appuntamento fieristico per l’edilizia in Italia e Federcostruzioni ha deciso di investire energie e competenze, di aprire uno spazio sul mondo delle costruzioni a tutto tondo rappresentando quel concetto per noi fondamentale: agire in un’ottica di filiera. Analizzeremo, attraverso dati puntuali, la situazione del mercato confrontandoci su proposte e azioni per rilanciare un intero sistema da troppo tempo in crisi. Solleciteremo a questo scopo il Governo e tutti i soggetti in campo convinti che solo in una logica di reciprocità sia possibile aprire nuovi percorsi di crescita e di sviluppo. Uno sviluppo – ha proseguito Buzzetti – che sia ineluttabilmente sostenibile, orientato all’innovazione e all’utilizzo di energie alternative. Serve una scossa nella legislazione ma anche un contributo attivo delle imprese per dare vita a costruzioni di qualità. Un tema quest’ultimo che ci sta particolarmente a cuore perché si declina in qualità della vita e del lavoro e perché è legato indissolubilmente a quello della certificazione e della legalità”. 

Titty Santoriello, giornalista

Strategie & Comunicazione Srl – ROMA

Articoli correlati

Share

Leave a Comment