Progetto E-skill, organismi europei a Roma per promuovere il green building e studiare le competenze “verdi” del muratore

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Per iniziativa di Formedil un incontro a Roma per migliorare le competenze dei lavoratori

Visita al cantiere del Rione Rinascimento, come si costruiscono le abitazioni del futuro

 Roma 8 ottobre 2012 – Mostrare le applicazioni delle tecniche della bioedilizia e del risparmio energetico in uno dei cantieri più all’avanguardia nel settore in Europa – il Rione Rinascimento terzo nel quartiere Talenti a Roma – per promuovere la diffusione delle buone pratiche tra operai e i tecnici. Questo l’intento del  meeting  del progetto europeo  E-skill, finanziato dal programma europeo  Leonardo da Vinci, finalizzato a migliorare le competenze “verdi” dei lavoratori del settore delle costruzioni. Organizzato dal Formedil (l’Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale nell’edilizia), l’incontro si è tenuto lo scorso 4 ottobre e ha coinvolto gli organismi di settore di Spagna, Polonia, Lituania e Inghilterra, partner europei del programma.

 “Entrare nel vivo del lavoro che si svolge in un cantiere che coinvolge un intero quartiere progettato e realizzato secondo le modalità dell’edilizia sostenibile ci consente di esaminare le metodologie utilizzate negli edifici ancora in costruzione, di osservare il risultato finale negli immobili già realizzati e di capire meglio quali sono gli elementi sui quali puntare per aiutare tutti i lavoratori a diventare sempre più qualificati e competitivi” sostiene Giovanni Carapella, direttore del Formedil. La formazione delle risorse umane, innanzitutto muratori e impiantisti, costituisce infatti l’obiettivo primo di E-skill, e un asset strategico per l’azione futura del sistema delle scuole edili Formedil. Il cantiere del futuro sarà sempre più figlio di un processo di ideazione, progettazione, produzione e gestione integrato e farà i conti con nuove competenze e nuove professionalità connesse al green building.

Il Rione Rinascimento terzo rappresenta, a detta degli stessi esperti europei che lo hanno visitato, un’esperienza ideale in questo senso. Rientra, infatti, in un progetto più vasto che riguarda 84 ettari di sviluppo immobiliare, nel quale gli edifici sono realizzati secondo le tecniche più avanzate dell’edilizia sostenibile grazie a una serie di modifiche introdotte nel metodo di lavoro tradizionale. “Siamo felici di mettere la nostra esperienza a disposizione dei rappresentanti del progetto E-skill, in modo che possa diventare un esempio per l’Europa spiega Barbara Mezzaroma, titolare dell’intervento per il gruppo di famiglia -. Siamo convinti che il futuro dell’edilizia sia verde. Per questo abbiamo deciso di puntare su una nuova filosofia che abbiamo chiamato EcoEdility Mezzaroma e di realizzare le nostre opere in conformità con i più rigidi standard europei della progettazione ecocompatibile, andando in molti casi anche oltre le previsioni normative”.

Il risultato è un sistema di edifici innovativi basati su uso di materiali tradizionali e innovativi combinato, isolamento termico e acustico, domotica, approccio integrato della produzione di acqua calda sanitaria, riscaldamento e condizionamento, energia elettrica da fonti rinnovabili combinate. Si è così raggiunta una alta qualità costruttiva dell’alloggio finito e  un eccellente livello di prestazioni dal punto di vista dell’efficienza energetica, tanto da garantire la classe A+ per tutti gli appartamenti. Un passo avanti significativo se si considera che gli edifici costruiti con metodi tradizionali si fermano generalmente alla classe C.

Siamo molto colpiti da quello che abbiamo osservato. Vedere che è possibile generare il 64% dell’energia usando fonti sostenibili per alimentare un intero quartiere ci rende sempre più convinti che il futuro delle costruzioni sia qui” commenta Javier Izquierdo Morejon, direttore di FEVEC (Associazione dei costruttori edili di Valencia) coordinatore a livello europeo del progetto E-skill.

Ora si tratta solo di fare il passo successivo e trasferire le nuove nozioni agli operai coinvolti nell’iniziativa. Un compito che non sarà difficile considerato che, come afferma Pasquale La Torre responsabile tecnico del cantiere del gruppo Mezzaroma, “gli operai, dapprima dubbiosi riguardo alle novità, si sono via via appassionati a tecnologie e materiali innovativi fino a chiedere chiarimenti e informazioni aggiuntive sui benefici derivanti dal loro impiego”.

Jennifer ZocchiStrategie & Comunicazione – Via P. Carnabuci, 27 – 00139 Roma

Articoli correlati
Incontro sull'architettura penitenziaria
Il gruppo Amnesty International Palagiano propone un incontro-dibattito dal titolo,  Architettura P...
Il poliuretano espanso rigido per l’isolamento termico a cura dell'ANPE
Apprendere le principali caratteristiche prestazionali dei prodotti in poliuretano e indiv...
Lectio magistralis di ABDR/Opere e progetti. Ieri, oggi, domani
La lezione è promossa in occasione della presentazione ufficiale del Workshop Internazionale di Arch...
Il palazzo dell'Acquedotto Pugliese apre le porte al Politecnico di Bari
Giovedì 20 febbraio 2014 alle ore 15,00,  nella sede del Palazzo storico dell’Acquedotto Pugliese di...
Progettazione BIM e riforma degli appalti
Sinergie Moderne Network ed eebuild organizzano un tour nazionale di corsi di aggiornamento tecnico,...
Sognatore di opera grave. Tra leggerezza della pietra e gravità del pensiero
Presentazione del volume di Antonio Labalestra, “Singularis in singulis. Duodecim columnae vitinae e...
Inaugurata, con otto mesi di anticipo, la terza corsia A4 tratto Quarto D'Altino San Donà di Piave. ...
San Donà di Piave, 17 novembre 2014 -  La terza corsia dell’autostrada A4 (la Torino - Trieste) tra ...
Un ponte tra la natura di Asiago e il cuore di Milano
La Rigoni di Asiago sostiene il 50^ Progetto di Fondaco: Il Restauro dell'Atrio dei Gesuiti del Pal...
Politecnica progetta l’ampliamento dello Zealand University Hospital in Danimarca che diventerà uno ...
Il progetto prevede l’ampliamento e la ricostruzione del Polo universitario ospedaliero di Køge, gar...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.