Macchine movimento terra, Formedil: al via aggiornamento tecnico dei docenti nel rispetto degli accordi con le associazioni di settore

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

L’iniziativa rientra nel progetto 16OreMics

Obiettivo: migliorare la formazione degli operatori e ridurre gli incidenti sul lavoro 

Roma 31 gennaio 2013Si è tenuto oggi a Roma nella sede dell’Associazione dei costruttori edili di Roma e provincia (Acer), in via di Villa Patrizi 11, un corso di aggiornamento tecnico specialistico per docenti di macchine movimento terra. Obiettivo: ampliare e migliorare la formazione rivolta agli operatori affinché non si abbassino i livelli di guardia in materia di sicurezza, soprattutto in un momento di forte crisi per il settore, limitando così gli incidenti sula lavoro.

L’iniziativa rientra nell’ambito del Progetto 16OreMics abilitazioni attrezzature del Formedil, Ente nazionale per la formazione e l’addestramento nell’edilizia. E rappresenta il primo incontro dopo la firma del protocollo di intesa siglato lo scorso 19 ottobredal Formedil con le principali associazioni di settore aderenti a Federcostruzioni: Anima-Ucomesa, Anima-Aisem, Ascomac Cantiermacchine, Ascomac Unicea, Federunacoma-Comamoter allo scopo di aumentare i livelli di sicurezza e la tutela della salute di chi in edilizia è addetto alla conduzione, all’esercizio e alla manutenzione ordinaria di macchine, attrezzature, impianti e mezzi d’opera.

Alla base di una formazione di qualità ci sono formatori qualificati, che abbiamo buone competenze didattiche e una conoscenza approfondita delle attrezzature. Questo discorso, valido in generale, diventa tanto più importante nel comparto delle macchine movimento terra, un settore particolarmente esposto al rischio di incidenti. È per questo che il Formedil ha avviato per il proprio corpo docenti una serie di incontri di aggiornamento tecnico specialistico sull’innovazione tecnologica delle macchine. Dopo le due giornate del 2012 dedicate al sollevamento e un primo incontro sul movimento terra tenutosi a Milano nel luglio scorso, la formazione tecnica è sbarcata a Roma e ha raccolto l’adesione di un nutrito gruppo di Scuole edili, provenienti da tutto il territorio nazionale” spiega Claudio Tombari, coordinatore del progetto 16OreMics.

Per garantire una formazione al passo con i tempi e con l’innovazione tecnologica è stato previsto, sulla base degli accordi firmati con Anima e Ascomac, il coinvolgimento di Imamoter, istituto di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), nato dall’accorpamento di due istituti del Cnr: l’istituto per le macchine movimento terra e veicoli fuori-strada (Cemoter) e l’istituto per la meccanizzazione agricola (Ima), e volto a divulgare le conoscenze utili alla progettazione, alla produzione e all’impiego delle macchine movimento terra.

“L’ampliamento dell’offerta formativa attraverso la diffusione dell’innovazione tecnologica consente di aggiornare le fasce professionali impiegate in funzioni tecniche, operative e/o gestionali e di colmare quel vuoto formativo lasciato dai corsi di studio tradizionali – istituti tecnici e facoltà universitarie tecniche attinenti il settore – in questo settore” precisa Tombari.

Alla giornata di formazione, che ha visto la partecipazione come relatore del Prof. Roberto Paoluzzi direttore di IMAMOTER, hanno partecipato circa 100 docenti e responsabili della formazione provenienti dalle Scuole Edili di tutta Italia.

Il sistema delle Scuole Edili FORMEDIL con le sue 104 sedi territoriali, rappresenta il più importante polo formativo di settore gestito dalle Parti Sociali. Nel solo 2012 sono stati formati presso le Scuole Edili, oltre 10.000 tra gruisti e conduttori di macchine movimento terra. “Un’offerta formativa unitaria, omogenea di qualità per un settore moderno che punta sulla sicurezza e la professionalità degli operatori” come dichiara soddisfatto Giovanni Carapella, direttore del Formedil.

Articoli correlati
Lauree triennali in Ingegneria: esami di Stato, iscrizione all’Albo professionale, competenze alla l...
Si tenterà di definire alla luce del D.P.R. 328/01, (Modifiche ed integrazioni della disciplina dei ...
PROGETTARE GREEN: ILLUMINAZIONE E VERDE URBANO
Aghape Ambiente propone due nuovi seminari dedicati a illuminazione eco-compatibile e progettazione ...
Mostra fotografica, San Girolamo
Sabato 2 febbraio 2013 alle 18.30 presso la Galleria Comunale Spazio Giovani (in Via Venezia, 41 a B...
Guido Guidi. Carlo Scarpa. Tomba Brion.
Il Museo Casa Giorgione presenta una mostra dedicata a Guido Guidi, a Carlo Scarpa e alla Tomba Brio...
Luca Meda, la felicità del progetto
La Triennale di Milano dedica una mostra al progettista e designer del Gruppo Molteni. La mostra in...
Vicenza: prenotazione online per velocizzare le pratiche edilizie
Assessore Zanetti: “Entro fine anno permessi di costruire in 60 giorni”. Vicenza, 2 agosto 2014. Pr...
Donato Bramante e l'arte della progettazione
Il Palladio Museum organizza un convegno dedicato alla grande architettura classica. Per Palladio...
Restituire valore al progetto: su Civiltà di Cantiere numero 3 un’intervista a Leopoldo Freyrie.
Finita la fase delle grandi opere firmate da archistar, è venuto il momento che il settore delle cos...
IL PAESAGGIO COME CAMPO DI STUDIO E RICERCA AL POLITECNICO DI TORINO
Un accordo tra l’Ateneo e l’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio vede la sua prima at...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.