COSTRUZIONI: CACCIARI “IL PAESE E’ BLOCCATO”

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

L’Ex sindaco di Venezia:“Servono infrastrutture collegate tra loro.

Incredibile che il nostro sistema ferroviario di fatto si fermi a Roma”

Roma,  febbraio 2013 – “Siamo di fronte ad una burocratizzazione metastatica. La situazione generale del Paese favorisce l’immobilismo o in alternativa la speculazione basata su interessi particolari che non vanno a vantaggio della città o dei cittadini. Molta responsabilità va attribuita a una macchina amministrativa burocratica, molto potente e con comportamenti deliranti. Il risultato è un Paese bloccato. Non è possibile trasformare e migliorare, soprattutto è veramente difficile poter attirare investimenti nell’edilizia. A monte di tutto vi sono la selva legislativa e la giungla amministrativa”.

Lo ha dichiarato il filosofo, già sindaco di Venezia, Massimo Cacciari in un’intervista a ESTmagazine.it,  il nuovo portale di informazione dell’Ance Veneto on line dal 14 febbraio. Quello che manca secondo Cacciari sono in primis gli investimenti in infrastrutture. “Ci vogliono le strade e le ferrovie, i porti e gli aeroporti, collegati tra loro. Appare incredibile che il nostro sistema ferroviario di fatto si fermi a Roma, che per scendere più a Sud il viaggio si debba trasformare in un ritorno al passato, quando non in un inferno, soprattutto d’estate”. L’analisi dell’ex sindaco, andando in profondità, tocca aspetti brucianti che sono alla base della crisi economica e politica: “E’ come se esistessero contemporaneamente due piani paralleli, quello delle amministrazioni che operano seguendo logiche proprie, separate e quasi sempre estranee alle esigenze produttive e dell’economia privata e quest’ultima fatta di imprese che non riescono ad ottenere permessi, autorizzazioni e vivono nell’impossibilità di svolgere la loro attività”.

E’ con un approccio integrato, per Cacciari, che è possibile smuovere il Paese e le città dall’immobilismo: “Non c’è nessuna scienza, non ci sono regole prescritte, cambiare in meglio le città è un’arte, che dipende da una molteplicità di fattori e dalla personalità e dalle relazioni che si determinano tra i singoli soggetti chiamati a collaborare. Dall’incontro tra le amministrazioni locali, le sovrintendenze e la proprietà o l’imprenditoria privata possono scaturire – e spesso succede – delle vere porcate, ma anche come è avvenuto  a Venezia delle cose ben fatte”. Il tema della riqualificazione urbana e quello della qualità della vita in una città, sono due aspetti connessi: “A Venezia si sono realizzati tra nuove costruzioni e riqualificazioni radicali oltre 400 edifici. Per Venezia 400 interventi di non sono pochi e sono la dimostrazione che intervenire è possibile e porta nuovo valore e migliora la qualità della città e della vita della popolazione”, ha concluso Cacciari.

Titty Santoriello, giornalista – Strategie & Comunicazione Srl – Ufficio stampa / via P. Carnabuci, 27 – 00139 Roma

Articoli correlati
Incontro sull'architettura penitenziaria
Il gruppo Amnesty International Palagiano propone un incontro-dibattito dal titolo,  Architettura P...
Precast Area: l'edilizia industrializzata in calcestruzzo in mostra a MADE expo 2012
Assobeton, l'Associazione Nazionale Industrie e Manufatti Cementizi, organizza al MADE expo 2012 la ...
Una mostra per raccontare la città
Lunedì 8 aprile 2013 alle 19,30, presso la Galleria Spazio Giovani in via Venezia 41 a Bari, si inau...
Paola De Pietri seccoumidofuoco
A cura di William Guerrieri, in collaborazione con il Comune di Fiorano Modenese, Confindustria Cera...
Heinz Mack, The Sky Over Nine Columns
L’installazione di Heinz Mack sarà svelata ufficialmente al pubblico martedì 3 giugno 2014. Interver...
SAIE RINASCE DAI 50 ANNI CON UNA EDIZIONE DA RECORD
VISITATORI CRESCIUTI DEL 18% E TRIPLICATI I VISITATORI ESTERI. 9.000 PROFESSIONISTI AI CORSI DI FORM...
Luce e vetro per valorizzare il paesaggio senza rinunciare alla privacy
Italia – Villa Privata – Parma (PR)  Situata alle porte di Parma in un quartiere residenziale che...
L’Italia vicina ai 300 progetti certificati LEED
Nuovo rapporto LEED in Motion Italia: US Green Building Council sul sistema di rating di bioedilizia...
LA XXVIII EDIZIONE DI RESTRUCTURA CHIUDE CON 25.000 visitatori
L'unica fiera italiana interamente dedicata a riqualificazione, recupero e ristrutturazione registra...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.