Paola De Pietri, seccoumidofuoco. Una ricerca sulla realtà produttiva del settore ceramico

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Bologna, CERSAIE – 23 – 27 Settembre 2013

 In occasione del CERSAIE 2013 è allestita in anteprima nel Padiglione dell’architettura una mostra di Paola De Pietri dal titolo seccoumidofuoco, esito di una ricerca sulla realtà produttiva del settore ceramico.

La ricerca è stata commissionata dal Comune di Fiorano e da Confindustria Ceramica a Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea di Rubiera, Reggio Emilia, un’associazione culturale che collabora con le istituzioni pubbliche locali nel coordinamento di rilievi fotografici su aree del territorio in relazione alle tematiche della sua trasformazione.

L’intero corpus di fotografie prodotte da Paola De Pietri, andrà a completare le documentazioni raccolte dal 2006 dal progetto Manodopera del Museo della ceramica del Castello di Spezzano.

  Attraverso operazioni che mi ricordano procedimenti alchemici”, ha commentato Paola De Pietri “e grazie a una sapienza e tecnica che arrivano dal nostro lontanissimo passato, materiali friabili come argille, sabbie, feldspati e caolino, sono trasformati in prodotti belli e resistenti come marmi, pietre e legni “naturali” e da qui il titolo che, oltre ad essere sintesi della tecnica ceramica, suona come formula alchemica.

 Le foto in progetto e in mostra” conclude De Pietri “non hanno lo scopo di essere una spiegazione esaustiva dei nuovi e innovativi processi produttivi dell’industria ceramica, ma suggestioni sulla complessità e sapienza di un processo dove l’uomo oggi è chiamato a partecipare soprattutto come controllore supervisore del processo stesso”.

 La mostra è in programma nella primavera del 2014 all’Ospitale di Rubiera.

  Paola De Pietri ha lavorato fin dalle prime serie di fotografie sul rapporto dell’uomo con il paesaggio e lo spazio e con le sue dinamiche temporali. Ha partecipato ad importanti esposizioni in Italia e in Europa fra le quali Venezia-Marghera, della Biennale di Venezia nel 1997, alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna nel 2001. Nel 2004 partecipa alla Biennale d’architettura di Venezia nella mostra Sguardi Contemporanei. Nel 2005 è invitata alla XIV Quadriennale di Roma tenutasi alla Galleria Nazionale d’arte Moderna e partecipa alla mostra Trans Emilia. La collezione di Linea di Confine: una ricognizione territoriale dell’Emilia Romagna, del Fotomuseum di Winterthur.  Nel 2006 partecipa all’esposizione Italy made in art al Museum of Contemporary Art di Shanghai. Nel 2009 riceve il premio Renger Patzsch per il progetto To Face, che sarà successivamente esposto a Le Bal a Parigi, al MAXXI di Roma e nel 2013 al Palazzo della Triennale di Milano.

info: www.lineadiconfine.org

© Costruzioni.net 2013 – Riproduzione riservata.

Articoli correlati
Lauree triennali in Ingegneria: esami di Stato, iscrizione all’Albo professionale, competenze alla l...
Si tenterà di definire alla luce del D.P.R. 328/01, (Modifiche ed integrazioni della disciplina dei ...
Saverio Dioguardi: Architetture disegnate
A cento anni di distanza dal primo progetto (Monumento per l’Imperatore Alessandro II a Pietroburgo,...
ACQUA E CIBO, ENERGIA E TRASPORTI: PIANIFICARE IL FUTURO DEL TERRITORIO CON LA QUALITÀ DEL PAESAGGIO
Convegno organizzato nell'ambito della manifestazione Life2020. L’evento, organizzato dalla Soprinte...
Così si rompe… il David di Michelangelo
Analisi dei meccanismi di rottura del monumento eseguiti dall’Istituto di geoscienze e georisorse de...
Icone del Design Italiano
Triennale Design Museum presenta negli spazi del CreativeSet un nucleo di icone dalla Collezione Per...
#ComprateviEdileArchitettura
Disillusi dall'università che credevano essere la migliore, un’istituzione seria in grado di garanti...
Vito Bellino, Futbol storia del calcio e dei suoi luoghi
Un'indagine documentaria di Vito Bellino ci conduce attraverso i luoghi inesplorati del calcio, in...
Manuale di ristrutturazione dei manufatti in pietra
L’Associazione Ecomuseale della Valle d’Itria, in accordo con l’Osservatorio del paesaggio della Reg...
MIGRANT GARDEN UNTOUCHABLE LANDSCAPES with the new bird nest by Bernard Khoury
Dopo l’inaugurazione ufficiale a Piacenza, presso il Polo territoriale del Politecnico di Milano, SP...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.