TRIBUTO A PAOLO SOLERI, L’IDEOLOGO DELL’ARCOLOGIA

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Martedì 24 settembre il Salone internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno dedica un evento all’architetto recentemente scomparso. In programma un documentario d’autore e una discussione aperta sulla vita e il contributo artistico e culturale dell’opera di Paolo Soleri

  Una città di 5mila abitanti, dove le auto sono bandite e le distanze si misurano in minuti di cammino. Una struttura urbana compatta e autonoma a tecnologie pulite, dove vita, lavoro e gioco si svolgono sotto lo stesso tetto.

 È Arcosanti, il prototipo di città-esperimento ideato in Arizona da Paolo Soleri, architetto, artista, scrittore, scultore e urbanista italiano scomparso il 9 aprile di quest’anno, celebre per aver parlato per la prima volta di “arcologia”, disciplina che unisce architettura ed ecologia.

 Alla sua vita e al suo importante contributo artistico e culturale Cersaie dedica l’evento A vision is indeed reality: a tribute to Paolo Soleri che si terrà martedì 24 settembre nell’ambito del Salone internazionale della Ceramica a Bologna Fiere. Un appuntamento diviso in due parti. Nella prima verrà proiettato il documentario “Paolo Soleri: Beyond Form” della filmmaker indipendente Aimee Madsen.

 Girato nello stile del cinema-verità, il film è un ritratto del leggendario e talentuoso architetto e filosofo che, con il suo contributo e  il suo approccio improntato alla frugalità, ha influenzato le teoria urbanistiche e l’arte, ispirando centinaia di persone, concentrandosi sulle caratteristiche che rendono Soleri green prima ancora che sostenibilità e green economy entrassero nel lessico comune.

Nella seconda parte dell’incontro si terrà una discussione aperta con l’autrice della pellicola e Roger Tomalty, amministratore di Cosanti Foundation, la scuola-cantiere fondata in Arizona da Soleri nel 1961. A dialogare con loro ci saranno anche l’architetto Michael P. Johnson e la storica e giornalista di architettura Chiara Baglione  a moderare la discussione.

 Nel corso dell’incontro verranno approfondite il lavoro e le opere di Soleri, anche a partire dalla conoscenza diretta e dal rapporto che gli ospiti hanno avuto con l’architetto stesso. In particolare Aimee Madsen per realizzare il documentario è stata a stretto contatto con Soleri, un’esperienza unica, durata circa cinque anni. Tomalty invece ha lavorato fianco a fianco in modo continuativo con Soleri dal 1970, nella sua attività di designer e costruttore. Il rapporto di Johnson con l’architetto, infine, iniziò all’inizio degli anni Sessanta è continuò per cinquant’anni, fino alla sua scomparsa. Ma l’evento sarà anche un’occasione per parlare del futuro della Cosanti Foundation e di Arcosanti dopo la morte del fondatore.

Nato a Torino nel 1919, Paolo Soleri si trasferisce negli Stati Uniti nel 1947 subito dopo la laurea in architettura. Dal 1955 si trasferisce in Arizona con la famiglia e qui realizza la Cosanti Foundation, una scuola cantiere dove, con gli  studenti dell’Università dell’Arizona, comincia a sperimentare una vita comunitaria in cui la produzione di oggetti artigianali in ceramica consente l’autofinanziamento e dunque la creazione – con le proprie mani – di un ambiente ecologico. Il prototipo di città Arcosanti nasce invece nel 1971 e qui Soleri applica i concetti di arcologia elaborati nel suo percorso.

Articoli correlati
Abitazioni del futuro e risparmio energetico.
Venerdì 1 giugno la presentazione in cantiere, di un prototipo di abitazione sostenibile a cura di F...
Squinzi in Giunta per sostenere i prefabbricatori italiani
Il 18 gennaio ASSOBETON, l’Associazione Nazionale Industrie Manufatti Cementizi aderente a Confindus...
Danneggiata la Chapelle Notre Dame du Haut a Ronchamp
Atti di vandalismo contro la Chapelle Notre Dame du Haut a Ronchamp è quando denuncia la Fondation L...
CARME PINÓS PROTAGONISTA AL CERSAIE 2014
Martedì 23 settembre l’ incontro con l’architetto catalano, membro onorario dell’American Institute ...
Francisco Mangado, l'oggetto e l'architettura
Giovedì 5  giugno al Tempio di San Sebastiano la conferenza dell'architetto spagnolo. Cersaie, ...
Il nuovo rifugio "Rabothytta" dà un caldo benvenuto agli escursionisti della Norvegia
Il rifugio per escursionisti 'Rabothytta' è situato al 66° parallelo nord, 1200 metri sul livello de...
Ediltrophy 2015: al via le selezioni regionali per i migliori muratori d’Italia
Ediltrophy 2015 al taglio del nastro Dal 13 settembre al via le selezioni regionali per i migliori ...
I giunti nelle strutture in acciaio: considerazioni sulla classificazione dei collegamenti
Nell’ambito delle opere in carpenteria metallica, un collegamento può essere definito come un insiem...
Formazione professionale: diagnosi energetica e risparmio
Organizzati da Agaphe Ambiente, per professionisti e studenti, i webinar on line per la formazione r...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.