CERSAIE – LA ‘LEZIONE ALLA ROVESCIA’ E’ CON RICCARDO BLUMER

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

L’architetto e designer, ideatore degli Esercizi Fisici di Architettura e Design sarà ‘interrogato’ dagli studenti degli istituti superiori il 26 settembre a Bologna nell’ambito del programma culturale “costruire, abitare, pensare”

Torna a Cersaie la “Lezione alla rovescia”. Protagonista quest’anno Riccardo Blumer, l’architetto e designer svizzero, che oltre ad avere firmato prodotti di design come le sue sedie La leggera per Alias e Entronauta per Desalto, inserite nel 2010 nella collezione permanente del MoMA di New York, è noto per  l’attività di elaborazione di una metodologia della ricerca indirizzata agli aspetti creativi.

A interrogarlo saranno, venerdì  26 settembre, gli studenti degli istituti superiori provenienti da tutta l’Emilia Romagna, che avranno l’opportunità di conoscere con una esperienza diretta in cosa consistono i suoi Esercizi Fisici di Architettura e di Design.

Sarà lo storico dell’Architettura Fulvio Irace, docente al Politecnico di Milano, a introdurre Riccardo Blumer.

Dopo Enzo Mari, Alessandro Mendini, Elio Caccavale, e nello scorso anno Riccardo Dalisi, a Cersaie torna per questo singolare incontro con gli studenti – nell’ambito del programma culturale “costruire, abitare, pensare” – un maestro del mondo del design, e, nel caso di Blumer, uno sperimentatore della metodologia del creare.

Riccardo Blumer, cittadino svizzero nato a Bergamo, compie i suoi studi di architettura al Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1982. Dal 1983 al 1988 lavora presso lo studio dell’architetto Mario Botta, a Lugano. Da allora svolge la sua attività di architetto e designer collaborando con aziende quali Alias, Artemide, Desalto, Poliform, Ycami, B&B e Flou e progettando interni pubblici e privati tra cui quelli del Teatro alla Scala di Milano e allestimenti per esposizioni anche alla Triennale di Milano e al Musèe du Président Jacques Chirac. Nel 1997 vince il premio “Design Preis Schweiz” e nel 1998 il “Compasso d’Oro”. Come architetto realizza edifici residenziali, terziari e industriali. Attualmente anche in questo campo, come nel design, si sta concentrando su questioni di tipo strutturale attraverso la minimizzazione delle parti, oltre agli insegnamenti di progettazione architettonica e design presso l’USI – Accademia di Architettura di Mendrisio, di design presso l’IUAV-RSM di S. Marino e NABA di Milano, architettura d’interni presso l’ISAID di Vicenza, seminari e workshop. Si occupa di metodologia della ricerca indirizzata agli aspetti creativi in cui ha elaborato gli Esercizi Fisici di Architettura e Design, che sta portando in numerose conferenze per enti pubblici e privati.

Articoli correlati
Incontro sull'architettura penitenziaria
Il gruppo Amnesty International Palagiano propone un incontro-dibattito dal titolo,  Architettura P...
La persistenza della memoria
Azione Universitaria Politecnico organizza un incontro con l'architetto Antonio Labalestra dal tema,...
L’architettura e il paesaggio nella fotografia pugliese
Dieci motivi per scegliere LAB. Una riflessione sulla giovane fotografia di ricerca. La most...
Oltre cinquemila visitatori per la mostra dedicata ai vetri veneziani
Napoleone Martinuzzi. Venini 1925-1931  a cura di Marino Barovier 8 settembre – 1 dicembre 2013 ...
Janvier Corvalán protagonista a Cersaie 2014
Il 24 settembre la conferenza dell’architetto paraguaiano presso la Galleria dell’Architettura “In ...
Paola De Pietri seccoumidofuoco
A cura di William Guerrieri, in collaborazione con il Comune di Fiorano Modenese, Confindustria Cera...
XXI Triennale Esposizione Internazionale 21st Century. Design after Design
La Triennale di Milano annuncia la XXI Esposizione Internazionale del 2016 dal titolo 21st century. ...
Riduzione di CO2 e materiali sostenibili. McDonald’s ottiene la certificazione CasaClima Nature
Milano, 6 ottobre 2014 – Riduzione delle emissioni di CO2, risparmio di acqua e di cellulosa, nuovi ...
Il FAI apre il convento di San Francesco della Scarpa
L’ex-convento di San Francesco della Scarpa e i laboratori della Soprintendenza per i Beni Storici, ...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.