La sicurezza strutturale delle costruzioni esistenti

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari in collaborazione con SI&A, Scuola Ingegneria & Architettura, ha organizzato il Convegno “La Sicurezza Strutturale delle Costruzioni Esistenti“.

© Carmelo Torre 2014

© Carmelo Torre 2014

L’evento, che prevede la partecipazione di Angelo Domenico Perrini (Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari), Vincenzo Sinisi (Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari), Salvatore Buonomo (Soprintendente Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Bari e BAT), Giovanni Bianco (Presidente del Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della Provincia di Bari), Francesco Musci (Provveditore Interregionale alle Opere Pubbliche per la Puglia e Basilicata), Domenico De Bartolomeo (Presidente dell’ANCE Bari e BAT), Roberto Lorusso (Consigliere Direttivo dell’ANCE Bari e BAT; Vice Presidente di SI&A), riguarderà numerosi argomenti di approfondimento relativi gli aspetti strutturali e alla sicurezza delle costruzioni esistenti, fra i quali: Torre di Pisa: ritorno al futuro di Carlo Viggiani (professore Emerito di Geotecnica; Università di Napoli Federico II), Stato di evoluzione della normativa di Antonio Lucchese (Servizio Tecnico Centrale del C.S.LL.PP.), Aspetti di metodo di Amedeo Vitone (Politecnico di Bari; Studio Vitone & Associati), Imparare dall’analisi dei crolli di Vitantonio Vitone (Politecnico di Bari; Studio Vitone & Associati), ‘Interventi locali’ tra pregiudizi, tecnica e magia di Fabrizio Palmisano (Università del Salento; PPV Consulting), La progettazione consapevole. Massimo Alvisi racconta architettura, tecnica e luogo e il lavoro per il gruppo G124 di Massimo Alvisi (Alvisi Kirimoto + Partners), Metodi di indagine e prove sperimentali di Pietro Cardone (Laboratorio Tecnoprove) e Integrazione degli interventi strutturali nell’architettura di un  organismo edilizio  Francesco Bonaduce (Studio Vitone & Associati).

La partecipazione al convegno è gratuita ed aperta a tutti  (anche a studenti e neo-laureati). L’evento è valido  per il rilascio dei crediti di formazione professionale permanente. Necessaria la registrazione. Maggior informazioni qui.

La sicurezza strutturale delle costruzioni esistenti

martedì 10 giugno 2014, ore 14.00.

Villa Romanazzi Carducci – Sala Europa
Via G. Capruzzi, 326 – Bari.

Articoli correlati
Introduzione ai controlli non distruttivi
di Dott. Ing. Emanuele RUGGERONE IL RUOLO DEI CONTROLLI NON DISTRUTTIVI Sotto la denominazione...
Il vetro? Eppur si muove
I vetri non sono sistemi totalmente ‘congelati’, cioè immobili: a dimostrarlo un esperimento dell’Im...
Trecentomila metri quadrati di calcestruzzo per le gallerie del Quadrilatero
Un'opera all'avanguardia nel panorama nazionale delle costruzioni nel campo della viabilità.  Lo sc...
Miglioramento sismico, restauro e consolidamento del costruito storico e monumentale
Master universitario di II livello riservato a laureati in ingegneria o architettura sul tema del co...
Detrazioni fiscali e sicurezza sismica: un segnale di attenzione che non può funzionare
UNICMI, l’Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche, dell’Involucro e dei Serram...
Utilizzo dei modelli tirante e puntone per la verifica di strutture in calcestruzzo armato
Per modello tirante / puntone (o, in inglese strut & tie) si intendono schematizzazioni di c...
Utilizzo dei modelli tirante e puntone per la verifica di strutture in calcestruzzo armato
Per modello tirante / puntone (o, in inglese strut & tie) si intendono schematizzazioni di c...
Il linguaggio delle strutture. La scuola italiana di ingegneria
Al Politecnico di Bari la storia dell’ingegneria strutturale in Italia sarà ripercorsa nel corso di ...
Il monitoraggio delle fessure nelle opere in calcestruzzo armato
Le fessure sono un fenomeno tipico di molte strutture in calcestruzzo armato, ma non sempre sono sin...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.