Atelier Castello Progetto di architettura partecipata Conclusione della prima fase

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Con l’incontro di giovedì 31 luglio si è chiusa la prima fase di Atelier Castello che ha visto gli undici gruppi di architetti invitati dalla Triennale su richiesta del Comune di Milano, misurarsi con i problemi creatisi nell’area di Piazza Castello a seguito della pedonalizzazione e della costruzione dei padiglioni di Expogate.

L’intento di questa prima tappa era sperimentare un approccio propositivo che coinvolgesse, sin dall’inizio, residenti e utenti di vario genere.

Da questo punto di vista l’esperimento si può dire pienamente riuscito. Ogni incontro ha affrontato, in modo ogni volta diverso, i tanti aspetti del problema dando luogo a undici piccoli eventi. Potendo contare sulla presenza costante di abitanti, esperti, membri di comitati e di consigli di zona, gli incontri sono stati l’occasione per confrontare punti di vista diversi, analizzare esperimenti compiuti altrove, vagliare proposte, ricordare la storia di un luogo così importante per la città di Milano.

A questo punto, l’appuntamento è alla metà di settembre per la fase conclusiva quando le proposte, presentate in forma compiuta, saranno discusse in una serie di incontri seminariali aperti. Agli incontri parteciperanno, oltre ai progettisti e a chi ha alimentato fin qui il dibattito, anche i rappresentanti delle istituzioni alle quali spetterà l’onere di affrontare la sistemazione dell’area.

Gli studi di architettura che hanno partecipato

PIUARCH

ONSITE STUDIO

MATTEO FANTONI STUDIO

STUDIO ALBORI

ATTILIO STOCCHI

PARK ASSOCIATI

URBANA

MARCO ZANUSO

GUIDARINI & SALVADEO

MORPURGO DE CURTIS

OBR OPEN BUILDING RESEARCH

Articoli correlati
Hortus conclusus | giardino planetario
… Il torrente impetuoso che scende dalle montagne va a perdersi nei precipizi, ma la più piccola goc...
L'antitesi dello spazio
CARCERI D’INVENZIONE Incontro presso LA CASA CIRCONDARIALE DI BARI L’ANTITESI DELLO SPAZIO Salut...
Premio Ferreri Costruzioni. Eleganza e sostenibilità
Giovedì 4 dicembre alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino si svolgerà la premiazione di s...
Centro Natatorio Cascade. Discrezione nel paesaggio
Benessere e tecnologia trasparente nel cuore della Val di Tures. Oasi di benessere e meta del turism...
Vanke Metropolis 79. L’architettura neoclassica di Robert Stern ad Hangzhou, città che ospiterà il p...
Grazie alla sapienza di un archistar americana d’eccezione, il colosso del real estate cinese Vanke ...
Appartamento sul fiume. Una casa aristocratica e moderna sulle rive del Po
Aristocratico e raffinato, e contemporaneamente storico e moderno, “L'appartamento sul fiume”, reali...
RESTAURATO L’ATRIO DEI GESUITI DI PALAZZO BRERA
Ristabilito l’equilibrio e l’armonia complessiva del Palazzo milanese. Si sono conclusi i lavori di...
Uno sfondo ideale per l’arte contemporanea, nel nuovo Museo Prada
Le soluzioni scelte con un ricercato effetto cemento valorizzano al meglio le opere esposte nel nuov...
Una nuova stella sulla Königsallee, firmata Daniel Libeskind
Firmato dall'archistar statunitense Daniel Libeskind, il Kö-Bogen I fissa nuovi standard per la rige...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.