Bonus energia: più efficienza energetica, più cubatura

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Chi investe nel miglioramento energetico degli edifici oltre gli standard prescritti viene ricompensato“: con queste parole il 6 agosto a Bolzano l’assessore provinciale all’energia, Richard Theiner, ha sintetizzato la filosofia della nuova regolamentazione del bonus approvata dalla Giunta provinciale.

Con le nuove direttive la Giunta provinciale ha ampliato i precedenti presupposti per l’applicazione del “bonus energia” da concedere in caso di miglioramento energetico degli edifici, in particolar modo in zone residenziali. “ll principio fondamentale del nuovo regolamento – ha sottolineato l’assessore Richard Theiner illustrando la nuova regolamentazione – è quindi quello di aumentare l’efficienza energetica degli edifici e di evitare un ulteriore consumo di suolo.

L’incentivo del bonus energia si riferisce sia agli edifici esistenti che a quelli di nuova costruzione e mira a portare l’efficienza energetica dei primi ad uno standard superiore e ad aumentare il miglioramento energetico dei secondi oltre i livelli energetici minimi prescritti. La delibera della Giunta entrerà in vigore dopo la pubblicazione sul Bollettino della Regione.

Il nuovo regolamento prevede, fino alla fine del 2016, per tutti gli edifici (esistenti e nuovi) che raggiungeranno lo standard “CasaClima B nature“, un bonus energia del 10%, del 15% per la classe “CasaClima A” e del 20% per quelli con standard “CasaClima A nature” (finora del 15%). Attraverso questa certificazione non si valutano solo il fabbisogno termico e l’efficienza energetica complessiva, ma anche la sostenibilità dell’edificio, infatti, insieme ad altri fattori, sono considerati la sostenibilità dei materiali da costruzione dell’edificio, l’impatto idrico, l’illuminazione naturale, il comfort acustico e le misure per la protezione dal gas radon. Per tutte le nuove costruzioni è già prescritta la classe CasaClima B e quindi per questo standard il bonus energia non è previsto .

Un’ ulteriore novità è rappresentata dal bonus cubatura per gli edifici esistenti, che può essere applicato non solo nei casi di un miglioramento dell’efficienza energetica che raggiunga almeno la classe CasaClima C, ma anche nei casi in cui con la certificazione CasaClima R, prevista per le ristrutturazioni, si raggiunga un miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio. Nelle zone per insediamenti produttivi il bonus energia si applica per edifici esistenti che non siano alloggi di servizio e che rispondano ai requisiti del bonus (cubatura minima di 300 mc e costruzione prima del 2005).

Le disposizioni approvate dalla Giunta provinciale, in applicazione delle direttive UE, sono limitate nel tempo: dopo il 31 dicembre 2019, infatti, non sarà più possibile usufruire del bonus energia.

Articoli correlati
Mappatura Acustica Strategica
Mappatura Acustica Strategica dell'agglomerato di Rimini Il Comune di Rimini, con Deliberazione di ...
92 TWh di energia risparmiata e 7.400 milioni di giro d’affari stimato. Ecco il potenziale beneficio...
Se ne è parlato ieri a Milano durante la prima tappa del Comfort Technology Roadshow di MCE – Mostra...
Nuovi infissi e risparmio energetico
Gli interventi di ristrutturazione degli edifici esistenti, volti ad aumentare l’efficienza energeti...
Convegno sull'utilizzo del vetro in edilizia
A Bologna, il 27 febbraio, una giornata intera di approfondimento a 360° dedicata ai molteplici aspe...
ITS ‘Energia e Ambiente’: dalla Toscana un’opportunità formativa che guarda al mondo del lavoro. Al ...
Giovedì 17 settembre Open Day per conoscere da vicino la struttura e la sua offerta formativa. Un...
LA LINEA 7 DELLA METROPOLITANA DI NYC ESTESA FINO A HUDSON YARDS
Milano, 15 settembre 2015 – Il Sindaco Bill De Blasio e Metropolitan Transportation Authority (MTA) ...
SENSORI INNOVATIVI PER IL MONITORAGGIO DELLE INFRASTRUTTURE
Presentato quest’oggi nella sede del Senato della Repubblica, alla presenza del Ministro delle Infra...
Mercato del calcestruzzo: ritorno agli anni sessanta
È una amara realtà quella che emerge dalle analisi sul mercato del calcestruzzo in Italia contenute ...
La città sommersa: Venezia rinasce dalle sue fondazioni
Venezia si regge su un complicato e delicato equilibrio tra acqua, terra e legno. Un programma di ri...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.