Mappatura Acustica Strategica

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Mappatura Acustica Strategica dell’agglomerato di Rimini

Il Comune di Rimini, con Deliberazione di Giunta Comunale n.199 del 23/07/2014, ha approvato la “Mappatura Acustica Strategica dell’agglomerato di Rimini”, ai sensi del D. Lgs. n.194 del 19 agosto 2005.

Il D. Lgs. n.194/2005 “Attuazione della Direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale”, ha apportato delle sostanziali novità in materia acustica e nuovi obblighi per gli Enti territoriali competenti, prevede infatti l’obbligo, per gli agglomerati con più di 100.000 abitanti, di elaborare la Mappatura Acustica Strategica nonché i Piani d’Azione per l’abbattimento del rumore ambientale.

La Regione Emilia-Romagna, con Deliberazione di Giunta Regionale n.1369 del 17.09.2012, ha approvato, al fine di condividere a livello regionale un’unica metodologia per l’elaborazione di tali mappe, “Le linee guida per l’elaborazione delle mappe acustiche e delle mappe acustiche strategiche relative alle strade provinciali e agli agglomerati della Regione Emilia-Romagna”, ha provveduto inoltre, così come previsto dalla normativa, all’individuazione degli agglomerati con più di 100.000 abitanti (fra cui anche il Comune di Rimini), obbligati alla elaborazione della Mappatura Acustica Strategica e dei Piani d’Azione.

La Mappatura Acustica Strategica è una mappa in cui viene rappresentata la rumorosità prodotta dalle varie sorgenti presenti sul territorio, al fine di determinare l’esposizione della cittadinanza al rumore globale.

Nella Mappatura Acustica Strategica dell’agglomerato di Rimini sono stati presi in considerazione i seguenti contributi:

  • Mappatura acustica Autostrada A14, inviata dalla Società Autostrade per l’Italia;
  • Mappatura acustica Strade Statali, inviata da ANAS spa;
  • Mappatura acustica Assi Ferroviari, inviata da RFI;
  • Mappatura Acustica Strade Provinciali superiori ai 3.000.000 di veicoli/anno, inviata dallaProvincia di Rimini.

E’ stato inoltre necessario elaborare, così come richiesto dal Decreto, la mappatura acustica del rumore da traffico sulle infrastrutture comunali e la mappatura acustica dei principali siti industriali presenti nel Comune di Rimini.

Attraverso la sovrapposizione delle mappe acustiche, elaborate per ogni singola sorgente sonora, è stata generata la Mappatura Acustica Strategica dell’Agglomerato di Rimini.

La Mappatura Acustica Strategica ha dunque lo scopo di rappresentare la distribuzione dei livelli di rumore Lden (stima del livello di rumore nell’arco dell’intera giornata) e Lnight (stima del livello di rumore notturno periodo 22-6) sul territorio per effetto di tutte le sorgenti sonore in esso presenti.

La Mappatura Acustica Strategica è il passaggio propedeutico alla individuazione delle aree critiche ed alla redazione dei Piani d’Azione, ossia dei piani per la gestione dell’inquinamento acustico, dove sono individuati interventi ed azioni orientati ad evitare e ridurre il rumore ambientale, nonché a conservare la qualità acustica quando essa è buona.

Attraverso la combinazione dei livelli di rumore complessivi, degli edifici residenziali e della popolazione residente, sono stati determinati, così come richiesto dal Decreto, la popolazione e gliedifici esposti ai diversi intervalli di esposizione al rumore ambientale.

La Mappatura Acustica Strategica dell’Agglomerato di Rimini si compone dei seguenti documenti finali:

  • Report di sintesi – overall sources (relazione illustrativa);
  • Mappatura Acustica Strategica overall sources FNM LDEN/LNIGHT (rappresentazione deilivelli acustici attraverso una diversa colorazione dei singoli edifici);
  • Mappatura Acustica Strategica overall sources curve isofoniche LDEN/LNIGHT(rappresentazione dei livelli acustici attraverso curve di isolivello di diversa colorazione).

Sono state inoltre elaborate, anche se non obbligatorie per la fase di mappatura acustica, in riferimento al solo rumore prodotto dalle infrastrutture di pertinenza comunale, oltre alle mappe di rumore, le mappe di conflitto (Lden/Lnight), determinate attraverso il confronto dei livelli simulati con i limiti imposti dalla vigente normativa nazionale, opportunamente convertiti nei corrispondenti parametri (Lden ed Lnight) previsti dallo standard europeo (dovranno comunque essere successivamente integrate ed affinate per renderle affidabili anche a scala più ridotta, cioè alla scala tipica dello studio degli interventi di mitigazione).

La elaborazione della Mappatura Acustica Strategica riguarda gli adempimenti previsti nella prima fase di attuazione del Decreto Legislativo n.195/05, infatti successivamente alla elaborazione della Mappatura Acustica Strategica il Decreto prevede l’obbligo, da parte degli agglomerati, di redigere, in base ai risultati della mappatura acustica strategica, i Piani d’Azione, destinati a gestire i problemi dell’inquinamento acustico ed i relativi effetti.

I Piani d’Azione costituiscono l’insieme di azioni/interventi che devono essere realizzati allo scopo di evitare e ridurre il rumore ambientale dove necessario, nonché di conservare la qualità acustica dell’ambiente quando questa è buona.

Per informazioni:

U.O. Qualità Urbana

Uff. Tutela del Territorio e Valutazioni Ambientali

Articoli correlati
Saverio Dioguardi: Architetture disegnate
A cento anni di distanza dal primo progetto (Monumento per l’Imperatore Alessandro II a Pietroburgo,...
XIV Settimana della Cultura - 14/22 aprile 2012
Inizia la XIV Settimana della Cultura, che vedrà l'apertura in tutta Italia di musei e monumenti, ...
BARI/PORTO – Proiezioni Mediterranee
Il più grande fotografo francese svela il porto di Bari. Il libro di Bernard Plossu, realizzato insi...
L’arte e l’architettura si incontrano per raccontare la storica conquista dell’acqua in Puglia
Domani, venerdì 22 febbraio, alle ore 18.00, nel Palazzo dell’Acquedotto Pugliese a Bari, in Via C...
IL PUNTO SUL PAESAGGIO. ESPERIENZE INTERNAZIONALI A CONFRONTO / CICLO DI CONFERENZE. MILANO 2013
Il paesaggio risulta sempre più essere tema d'attualità. Non solo perché la Convenzione Europea del ...
Paola De Pietri, seccoumidofuoco. Una ricerca sulla realtà produttiva del settore ceramico
Bologna, CERSAIE - 23 - 27 Settembre 2013  In occasione del CERSAIE 2013 è allestita in anteprima n...
Francisco Mangado, l'oggetto e l'architettura
Giovedì 5  giugno al Tempio di San Sebastiano la conferenza dell'architetto spagnolo. Cersaie, ...
Nuovi infissi e risparmio energetico
Gli interventi di ristrutturazione degli edifici esistenti, volti ad aumentare l’efficienza energeti...
thyssenkrupp Elevator raggiunge i 246 metri di altezza con l’avveniristica torre di prova a Rottweil
Ultimo mese di lavoro per l’avveniristica Torre di test Rottweil, nel Baden- Württemberg. La Torre, ...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.