Mappatura Acustica Strategica

Mappatura Acustica Strategica dell’agglomerato di Rimini

Il Comune di Rimini, con Deliberazione di Giunta Comunale n.199 del 23/07/2014, ha approvato la “Mappatura Acustica Strategica dell’agglomerato di Rimini”, ai sensi del D. Lgs. n.194 del 19 agosto 2005.

Il D. Lgs. n.194/2005 “Attuazione della Direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale”, ha apportato delle sostanziali novità in materia acustica e nuovi obblighi per gli Enti territoriali competenti, prevede infatti l’obbligo, per gli agglomerati con più di 100.000 abitanti, di elaborare la Mappatura Acustica Strategica nonché i Piani d’Azione per l’abbattimento del rumore ambientale.

La Regione Emilia-Romagna, con Deliberazione di Giunta Regionale n.1369 del 17.09.2012, ha approvato, al fine di condividere a livello regionale un’unica metodologia per l’elaborazione di tali mappe, “Le linee guida per l’elaborazione delle mappe acustiche e delle mappe acustiche strategiche relative alle strade provinciali e agli agglomerati della Regione Emilia-Romagna”, ha provveduto inoltre, così come previsto dalla normativa, all’individuazione degli agglomerati con più di 100.000 abitanti (fra cui anche il Comune di Rimini), obbligati alla elaborazione della Mappatura Acustica Strategica e dei Piani d’Azione.

La Mappatura Acustica Strategica è una mappa in cui viene rappresentata la rumorosità prodotta dalle varie sorgenti presenti sul territorio, al fine di determinare l’esposizione della cittadinanza al rumore globale.

Nella Mappatura Acustica Strategica dell’agglomerato di Rimini sono stati presi in considerazione i seguenti contributi:

  • Mappatura acustica Autostrada A14, inviata dalla Società Autostrade per l’Italia;
  • Mappatura acustica Strade Statali, inviata da ANAS spa;
  • Mappatura acustica Assi Ferroviari, inviata da RFI;
  • Mappatura Acustica Strade Provinciali superiori ai 3.000.000 di veicoli/anno, inviata dallaProvincia di Rimini.

E’ stato inoltre necessario elaborare, così come richiesto dal Decreto, la mappatura acustica del rumore da traffico sulle infrastrutture comunali e la mappatura acustica dei principali siti industriali presenti nel Comune di Rimini.

Attraverso la sovrapposizione delle mappe acustiche, elaborate per ogni singola sorgente sonora, è stata generata la Mappatura Acustica Strategica dell’Agglomerato di Rimini.

La Mappatura Acustica Strategica ha dunque lo scopo di rappresentare la distribuzione dei livelli di rumore Lden (stima del livello di rumore nell’arco dell’intera giornata) e Lnight (stima del livello di rumore notturno periodo 22-6) sul territorio per effetto di tutte le sorgenti sonore in esso presenti.

La Mappatura Acustica Strategica è il passaggio propedeutico alla individuazione delle aree critiche ed alla redazione dei Piani d’Azione, ossia dei piani per la gestione dell’inquinamento acustico, dove sono individuati interventi ed azioni orientati ad evitare e ridurre il rumore ambientale, nonché a conservare la qualità acustica quando essa è buona.

Attraverso la combinazione dei livelli di rumore complessivi, degli edifici residenziali e della popolazione residente, sono stati determinati, così come richiesto dal Decreto, la popolazione e gliedifici esposti ai diversi intervalli di esposizione al rumore ambientale.

La Mappatura Acustica Strategica dell’Agglomerato di Rimini si compone dei seguenti documenti finali:

  • Report di sintesi – overall sources (relazione illustrativa);
  • Mappatura Acustica Strategica overall sources FNM LDEN/LNIGHT (rappresentazione deilivelli acustici attraverso una diversa colorazione dei singoli edifici);
  • Mappatura Acustica Strategica overall sources curve isofoniche LDEN/LNIGHT(rappresentazione dei livelli acustici attraverso curve di isolivello di diversa colorazione).

Sono state inoltre elaborate, anche se non obbligatorie per la fase di mappatura acustica, in riferimento al solo rumore prodotto dalle infrastrutture di pertinenza comunale, oltre alle mappe di rumore, le mappe di conflitto (Lden/Lnight), determinate attraverso il confronto dei livelli simulati con i limiti imposti dalla vigente normativa nazionale, opportunamente convertiti nei corrispondenti parametri (Lden ed Lnight) previsti dallo standard europeo (dovranno comunque essere successivamente integrate ed affinate per renderle affidabili anche a scala più ridotta, cioè alla scala tipica dello studio degli interventi di mitigazione).

La elaborazione della Mappatura Acustica Strategica riguarda gli adempimenti previsti nella prima fase di attuazione del Decreto Legislativo n.195/05, infatti successivamente alla elaborazione della Mappatura Acustica Strategica il Decreto prevede l’obbligo, da parte degli agglomerati, di redigere, in base ai risultati della mappatura acustica strategica, i Piani d’Azione, destinati a gestire i problemi dell’inquinamento acustico ed i relativi effetti.

I Piani d’Azione costituiscono l’insieme di azioni/interventi che devono essere realizzati allo scopo di evitare e ridurre il rumore ambientale dove necessario, nonché di conservare la qualità acustica dell’ambiente quando questa è buona.

Per informazioni:

U.O. Qualità Urbana

Uff. Tutela del Territorio e Valutazioni Ambientali

Articoli correlati

Strutture Prefabbricate Assobeton: come progettare in conformità alle nuove normative
 Il 25 maggio 2012  a Parma si terrà il primo di tre appuntamenti in cui saranno analizzati i princi...
Squinzi in Giunta per sostenere i prefabbricatori italiani
Il 18 gennaio ASSOBETON, l’Associazione Nazionale Industrie Manufatti Cementizi aderente a Confindus...
Dialoghi dei saperi nell'Università
Il CIRP (Consorzio Interuniversitario Regionale Pugliese), costituito nel 1995, promuove una serie d...
Il palazzo Barone Ferrara
In occasione delle XXI giornate FAI di primavera, sarà aperto al pubblico uno storico edificio sul c...
Etruschi in mostra al Louvre-Lens con il Cnr
L’antica Caere torna a vivere nei capolavori esposti nella succursale del museo francese, grazie a u...
Arnaldo Pomodoro, forme e segni tra residenze storiche e fortezze imperiali del Meridione
In mostra a Bari, Andria e Trani fino al 30 novembre 2014 le opere dello scultore autore delle Deriv...
COSTRUIRE. BIENNALE INTERNAZIONALE DELL'EDILIZIA
I materiali, le tecnologie, l’eccellenza del costruire: il mondo dell’edilizia internazionale si dà ...
Torino capitale mondiale della fisica dell’edificio per la 6th INTERNATIONAL CONFERENCE ON BUILDING ...
15-17 giugno 2015, Politecnico di Torino. Torino, 11 giugno 2015 – Sono oltre 600 i delegati proven...
Mercato immobiliare residenziale: nel primo semestre 2015 frena il calo dei prezzi
Firenze si conferma il capoluogo di regione più caro d’Italia Mercato immobiliare residenziale: n...
Milano, The Place To Be. Incontro con Daniel Liberskind
Si terrà oggi 2 febbraio 2016 alle ore 18, presso l'Università Bocconi di Milano, l'incontro con l'a...

Share

Leave a Comment