Calcestruzzo e architettura: materiale a servizio del bello

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

“Il calcestruzzo è vera e propria pietra fusa”, diceva Pier Luigi Nervi.

Il calcestruzzo è un materiale dalle molteplici potenzialità che, proprio per la sua natura estremamente plasmabile e forgiabile, può essere messo al servizio del bello, dell’estetica e della funzionalità, oltre che della solidità e della durabilità. Questo pensiero, radicato fra gli addetti ai lavori, si scontra con il parere, da più parti condiviso, legato a un’idea classica che oggi inizia a diventare obsoleta. Una ricerca, commissionata da Atecap sulla percezione che l’opinione pubblica ha di questo materiale, conferma il fatto che il calcestruzzo sia associato principalmente ad una delle sue proprietà, vale a dire la resistenza. Il termine “calcestruzzo” evoca in primo luogo solidità, ma non si tratta solo di questo, le potenzialità sono innumerevoli anche in termini di estetica. E’ sufficiente pensare all’architettura moderna, in cui il materiale diventa protagonista e l’estetica si avvicina sempre di più al contenuto ad architetti di fama internazionale come Zaha Hadid o Richard Meier che hanno sfruttato fino in fondo questo principio, ottenendo risultati sorprendenti. Con l’obiettivo di diffondere un messaggio positivo legato al binomio calcestruzzo-architettura, l’Atecap ha scelto di dare voce a giovani architetti con la passione per questo materiale che, per usare le parole di Nervi, “è una vera e propria pietra fusa” e, in quanto tale, può soddisfare tutte le esigenze consentendo di produrre opere solide, durevoli ma allo stesso tempo originali e ricche di inventiva. Intervengono gli architetti Paolo Didonè e Devvy Comacchio.

Roma 27 ottobre 2014 ore 11.30-13, Atecap via Giovanni Amendola, 46.

Articoli correlati
Fare arte di Silvia Camporesi
Su invito dell’associazione culturale DamageGood, arriva per la prima volta nel Sud Italia “Fare art...
Bioarchitettura: architettura vivente, come progettare la normalità
Bari, 29 giugno 2012 – Un convegno internazionale e una mostra itinerante che ha già toccato le citt...
1950-1966. L'ultima Venezia. Cultura, presenze e progetti.
Omaggio a Vittore Branca nel centenario della nascita (1913 - 2004) Venerdì 12 aprile 2013 Palazzo...
TRIBUTO A PAOLO SOLERI, L'IDEOLOGO DELL'ARCOLOGIA
Martedì 24 settembre il Salone internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno d...
Storie in discreto disordine. Architetture immaginarie e luoghi della memoria collettiva
Mostra di fotomontaggi e opere di Antonio Labalestra A cura di Caterina Rinaldo Martedì 10 dicem...
CONTROLLI, MONITORAGGIO E TECNICHE INNOVATIVE DI PROTEZIONE SISMICA DELLE STRUTTURE
Venerdì 19 Giugno 2015 presso il Salone ex Convitto Sales - Via Vito Carvini a Erice (Trapani) si te...
LA FONDAZIONE ALDO MORELATO E L’AZIENDA MORELATO PRESENTANO LA MOSTRA: “100+10 PROGETTI”
In esposizione i 100 progetti più significativi della  XII edizione del Concorso “Il Mobile Signific...
International VELUX Award 2016: studenti di architettura si confrontano sull’uso della luce naturale...
Il Concorso, nato nel 2004 e strutturato in collaborazione con l’International Union of Architects (...
Riqualificazione energetica e sismica
Il prossimo 31 marzo ad Avellino, importanti relatori si confronteranno sul tema della riqualificazi...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.