IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE MILITARI IN AMBITO URBANO

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Dalla collaborazione fra  Difesa, Politecnico di Torino e Politecnico di Milano nasce il workshop “Torino, Milano, le caserme”, per la riqualificazione delle aree militari dismesse.

Torino, 3 ottobre 2014 – Con la giornata dedicata a “Idee per la riqualificazione della aree militari in ambito urbano”, Lunedì 6 ottobre inizia il workshop “Torino, Milano, le caserme”, quindici giorni di studio e di confronto per porre le basi di quella che si potrebbe definire una officina delle idee per individuare soluzioni in tema di riqualificazione delle aree urbane non più utilizzate, con particolare attenzione a quelle militari, dismesse o in via di dismissione.

È in questa direzione che va la collaborazione avviata tra il mondo della Difesa e i due Atenei: Politecnico di Torino e Politecnico di Milano. Fino al 20 ottobre, al Castello del Valentino, studenti, professori, rappresentanti della Direzione dei lavori e del Demanio, esponenti dei settori della Difesa e dell’Economia saranno coinvolti attivamente per proporre soluzioni concrete e utili per il contesto socio-economico in senso ampio e per presentare progetti che possano produrre ricadute positive, sia per gli enti che le attuano, ma anche e soprattutto per l’intera collettività.

Il workshop si concluderà lunedì 20 ottobre, con la presentazione dei risultati raggiunti e con una tavola rotonda, sempre presso il Salone d’Onore. Alla tavola rotonda parteciperanno il Sindaco di Torino, rappresentanti della Difesa, del Demanio, della città di Milano, dell’Economia e dei due Politecnici di Torino e Milano. L’iniziativa è patrocinata dall’ANCI.

Interventi del 6 ottobre 2014:

ore10.30 – Saluti

Marco Gilli, Rettore del Politecnico di Torino

Nicolò Falsaperna, Direttore della Direzione dei Lavori e del Demanio

Stefano LoRusso, Assessore all’Urbanistica del ComunediTorino

Alessandro Balducci, Prorettore vicario del Politecnico di Milano

ore 11.00 – Possibili sviluppi dell’ Accordo di collaborazione fra Politecnico di Torino, Politecnico di Milano e Ministero della Difesa

Rocco Curto Direttore Direttore Architettura & Design, Politecnico di  Torino

Angelo Torricelli, Preside Scuola Architettura Civile, Politecnico di Milano

Paolo Mellano Responsabile scientifico, Politecnico di Torino

Mauro Velardocchia, Consigliere di amministrazione, Politecnico di Torino.

IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE

DELLE AREE MILITARI IN AMBITO URBANO

Lunedì 6 ottobre 2014 ore 10.30

Castello del Valentino

Politecnico di Torino –  viale Mattioli 39 – Torino

Articoli correlati
URBANISTICA MODERNA: LE ORIGINI
di Filippo Salvatore CARLO Le origini dell’ urbanistica moderna si potrebbero ricercare in alcune s...
Vecchio ordinamento, decadenza studenti universitari: il Consiglio di Stato boccia il Rettore
Vittoria per gli studenti dell'Università di Cagliari. Il problema anche a Palermo, e in Molise. So...
XX Giornate FAI di Primavera. A Bari apre la Banca d’Italia
Ritrovata nel caveau dell’edificio, un'importante opera scultorea. Riscoprire tesori nascosti, valo...
IL GIARDINO MEDITERRANEO
Per una sostenibilità  dello sviluppo Si svolgerà  giovedì 17 maggio alle ore 10.00, presso la Faco...
Un seminario scientifico per salvaguardare il campanile della Cattedrale di Trani
Bari, 11 ottobre 2012 -  Si intitola Identificazione di un sistema ottimale di monitoraggio per es...
Le terrain vague
LE TERRAIN VAGUE  La fotografia interpreta il territorio a cura di Francesco Selicato....
Al via la seconda edizione del progetto Ceramic Futures
From poetry to science fiction, il progetto social sulla ceramica È iniziata in questi giorni la se...
Il Politecnico di Bari in campo per il sostegno e la riqualificazione dei centri antichi pugliesi
I sindaci chiedono il supporto tecnico-scientifico dell'ateneo barese. Sarà il Politecnico di Bari ...
RIsPIEGARE IL PAESAGGIO
IL PROGETTO DEL PAESAGGIO: STORIA TEORIA E PROGETTO. Percorsi di Formazione Assetto del Territorio ...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.