Incentivi fiscali “antisismica”: UNICMI e ISI scrivono al Ministro Lupi e ai Presidenti delle Commissioni Ambiente e Territorio di Camera e Senato

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

La richiesta è di un emendamento alla legge di stabilità.

Nei giorni scorsi il Governo ha presentato la Legge di Stabilità 2015 che conferma per un anno, con le medesime aliquote di detrazione, i bonus del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici e quelli del 50% per le ristrutturazioni edili e l’acquisto di mobile e grandi elettrodomestici.

La mancanza di qualsiasi riferimento ai bonus del 65% per la messa in sicurezza sismica dall’attuale testo della Legge di stabilità 2015 è probabilmente da riferirsi all’imminenza della conclusione dei lavori del Gruppo di Studio del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti incaricato di “proporre una o più ipotesi normative per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni, finalizzata all’incentivazione fiscale di interventi  per la riduzione dello stesso rischio”, Gruppo di Studio, la cui Segreteria Tecnica è curata da ISI.

Ricordiamo, infatti che, allo stato attuale, l’operatività dei bonus “antisismica” è stata pressoché nulla a causa della mancanza di una circolare applicativa e conseguentemente non c’è stato alcun beneficio concreto sia riguardo alla messa in sicurezza dai rischi sismici di una quota rilevante del patrimonio immobiliare italiano, sia riguardo alle ricadute economiche a favore delle imprese italiane specializzate nella produzione di dispositivi antisismici, alle prese con la più grave crisi del comparto delle costruzioni dal dopoguerra ad oggi.

Pertanto UNICMI, l’Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche, dell’Involucro e dei Serramenti e ISI, Ingegneria Sismica Italiana, hanno scritto al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi, al Presidente della VIII Commissione permanente Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati Ermete Realacci e al Presidente della Commissione 13ª (Territorio, ambiente, beni ambientali) del Senato Aldo Di Biagio, chiedendo l’impegno di Governo e Parlamento per la presentazione di un emendamento alla Legge di Stabilità 2015, che preveda la stabilizzazione dei bonus “antisismica” fino al 2020 con le attuali aliquote di detrazione.

Articoli correlati
56° Congresso Nazionale Ordini Ingegneri d'Italia - Concorsi e bandi
Dal 7 al 9 settembre si svolgerà a Bari, presso il Teatro Petruzzelli, il 56° Congresso Nazionale ...
Proroga esame di Stato. Il Movimento 328 ottiene il sine die, ma una lettera del Presidente alle Cam...
a cura del Movimento Nazionale DPR328 Data di pubblicazione: 03/2012 Una lettera del...
L’ordine degli ingegneri e l'obbligo della formazione
A partire dal 1 gennaio 2014 anche gli Ingegneri sono “obbligati” a formarsi per poter esercitare ...
Antisismica: proroga del bonus 65%. Il via libera della Commissione Ambiente.
UNICMI E ISI scrivono al Presidente della Commissione Ambiente Realacci e al Vicepresidente Iannuzzi...
EDILIZIA: SI STABILIZZANO I PAGAMENTI PUNTUALI
DAL 2010 A OGGI CRESCIUTI DEL 178%. LA DANIMARCA ESEMPIO VIRTUOSO, IN CRISI IL PORTOGALLO, BENE TAIW...
IMMOBILIARE: FIAIP, BENE GOVERNO SU IMU, MA SERVE RIFORMA FISCO PIU’ INCISIVA
La filiera dell’immobiliare e delle costruzioni riunita a Padova a Casa su Misura ha discusso della ...
FONDO PERSONAE
Serenissima SGR ed il Gruppo Orpea annunciano il lancio del “Fondo Personae” – Fondo Immobiliare ded...
EDILIZIA E CANTIERI: FEDERCOSTRUZIONI CON VERONAFIERE PER IL RILANCIO DEL COMPARTO
Iniziative congiunte in vista della 30ª edizione del salone fieristico su macchine movimento terra, ...
REbuild 2016 L’industria manifatturiera incontra l’edilizia. Nuove opportunità per l’Italia
La digitalizzazione del processo e la prefabbricazione flessibile supportata dalle nuove tecnologie ...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.