Università di Pisa: dal brevetto delle travi in vetro nasce una spin off

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Si chiama TVT srl e debutterà alla Fiera Glastec che si svolge a Düsseldorf, in Germania, dal 21 al 24 ottobre

Da un’idea brillante come il vetro, è nata una nuova spin off dell’Università di Pisa che farà il suo debutto alla Fiera Glastec che si svolge a Düsseldorf, in Germania, dal 21 al 24 ottobre. Il suo nome è TVT Srl con sede a Collesalvetti (Livorno), una società di ricerca e sviluppo di soluzioni innovative per il mondo dell’architettura e dell’ingegneria civile, che trae origine dal brevetto delle Travi Vitree Tensegrity (TVT) sviluppato presso l’Università di Pisa dalle ricerche del professor Maurizio Froli.

“Le Travi Vitree Tensegrity – spiega Maurizio Froli del dipartimento di Ingegneria dell’Energia, dei Sistemi, del Territorio e delle Costruzioni – costituiscono la risposta ingegneristica alla richiesta di un’ideale smaterializzazione degli edifici proveniente in misura crescente dalla architettura contemporanea. Si tratta di un prodotto da costruzione in vetro strutturale precompresso e acciaio, attualmente unico a livello internazionale nel settore high tech, che apre le porte alla possibilità di costruire strutture in vetro di grande luce ed elevate capacità portanti anche in zona sismica garantendo gli stessi standard di sicurezza che oggi possiedono altri materiali da costruzione tradizionali”.

La TVT Srl, guidata dal presidente Vito Vitarelli, ha come soci la Vitarelli Vito spa di Collesalvetti, una delle principali aziende italiane di distribuzione del Vetro; la Rober Glass srl di Calci, azienda d’eccellenza nella lavorazione del vetro che vanta tra le proprie realizzazioni la Piramide Inversa del Louvres; la Iron Art di Fucecchio, una delle aziende leader toscane nel mondo della carpenteria metallica; l’Università di Pisa con il professore Maurizio Froli e lo studio di ingegneria INTRE di Lucca.

L’obiettivo dei fondatori, che prevedono un ingente investimento nel cinquennio 2014-2019, è di promuovere il Made in Italy e dare un impulso alla ricerca nel campo della ingegneria strutturale italiana alla luce dei numerosi riconoscimenti che in pochi anni ha ricevuto la tecnologia costruttiva delle TVT. Nel 2009 il professor Froli, con le Travi Vitree Tensegrity, è risultato primo classificato nel settore Ricerca del Premio Vespucci promosso dalla Regione Toscana. Nel 2010 le travi in vetro sono state inserite nell’almanacco dell’eccellenza del Ministero degli Esteri ”Winning Italy” e nel 2012 sono state selezionate tra le 100 innovazioni più importanti del Made in Italy.

Articoli correlati
ACQUA E CIBO, ENERGIA E TRASPORTI: PIANIFICARE IL FUTURO DEL TERRITORIO CON LA QUALITÀ DEL PAESAGGIO
Convegno organizzato nell'ambito della manifestazione Life2020. L’evento, organizzato dalla Soprinte...
Un seminario scientifico per salvaguardare il campanile della Cattedrale di Trani
Bari, 11 ottobre 2012 -  Si intitola Identificazione di un sistema ottimale di monitoraggio per es...
Denis Diderot: Prospectus dell'Encyclopédie
L’evento rappresenta il Preludio alle celebrazioni dell’Anno Diderottiano che si terranno nel 2013 a...
La sfida della modernità. La lezione di Rafael Moneo
Gli edifici non sono solo oggetti. Sono parte viva di un tessuto urbano che incorpora la città e si ...
Storie in discreto disordine. Architetture immaginarie e luoghi della memoria collettiva
Mostra di fotomontaggi e opere di Antonio Labalestra A cura di Caterina Rinaldo Martedì 10 dicem...
Tomaso Buzzi, protagonista di un gusto italiano moderno
Venezia, Isola di San Giorgio Maggiore 21 febbraio 2014, ore 9.30 Convegno internazionale La pr...
Norme tecniche, le novità per il settore del calcestruzzo
La tanto attesa approvazione della revisione delle Norme tecniche per le costruzioni ha suscitato re...
ZAHA HADID E LE SUE OPERE
di Ing. Mario MANCINI >> Sul panorama internazionale delle grandi opere di architet...
Una nuova stella sulla Königsallee, firmata Daniel Libeskind
Firmato dall'archistar statunitense Daniel Libeskind, il Kö-Bogen I fissa nuovi standard per la rige...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.