Il rifugio Piz Boè. Il primo KlimaHotel dell’Alta Badia

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Nasce in un mix fra tradizione e tecnologia il nuovo rifugio a monte della cabinovia Boé a 2.190 metri. Si tratta di una struttura di sole 12 camere affacciate direttamente sul Sasso Santa Croce. Già ribattezzato dagli esperti come una delle novità più importanti nel campo della costruzione in quota, il rifugio Piz Boè – Alpine Lounge è costruito con materiali semplici e naturali, come il legno e la pietra dolomitica, che ne caratterizzano l’ambiente sia interno che esterno. Gli alti standard di risparmio energetico (classificazione casa clima classe B) garantiscono il rispetto e la valorizzazione dell’ambiente circostante. Un’ampia vetrata di 34 metri con vista panoramica su tutta l’Alta Badia, conferisce al Piz Boè un carattere unico nel suo genere. La parte interna prevede anche un ristorante con 40 posti a sedere. Il cuore della struttura è composto dalla Lounge Bar: comode poltrone e tavoli alti con al centro un caminetto a legna per regalare momenti di relax. Il bancone in stile moderno lungo 20 metri, collega l’interno con l’ampia terrazza esterna.

KlimaHotel è un certificato di qualità dell’Agenzia Casa Clima, che da anni opera per il miglioramento qualitativo degli edifici. Partita dalla Provincia Autonoma di Bolzano, di cui è emanazione, rappresenta oggi il più elevato standard qualitativo per la progettazione e realizzazione di edifici a basso impatto ambientale. Il risultato è un netto abbattimento delle emissioni di CO2, grazie ad una minore dispersione dell’energia termica, ovvero ad una maggiore efficienza energetica.

Articoli correlati
Piazza Castello a Milano: uno spazio pubblico condiviso
In mostra alla Triennale di Milano i progetti per la riqualificazione della storica area Milanese. P...
Ginevra, Maison de la Paix
La Maison de la Paix è, oltre che un progetto architettonico avveniristico, l’espressione costruttiv...
Orto fra i cortili
Un progetto di green architecture che coniuga recupero della tradizione e funzionalità strutturale. ...
BORGO VIONE: TRA NATURA ED ECOSOSTENIBILITÀ
A Borgo Vione, cittadina secolare risalente all’alto Medioevo (sec.XI), oggi oggetto di un recupero ...
L’Orto fra i cortili di Piuarch per Green City Milano
Il 3 Ottobre in programma un open day e un simposio sui temi della rigenerazione urbana. Sabato 3 O...
LIGHT SURFACES con FAB Architectural Bureau Berlino
Domani, 7 ottobre 2015, FAB Architectural Bureau Berlino, la nuova galleria showroom di Fiandre, Ari...
RINASCIMENTI Michelangelo Buonarroti incontra Renzo Piano, Pier Paolo Maggiora, Kengo Kuma, Claudio...
Un dialogo tra rinascimento e contemporaneità attorno alla trasformazione territoriale di “Laguna Ve...
Inaugurato il Top Mountain Crosspoint: edificio polifunzionale sul tetto del mondo
In una iconica architettura sono integrate le funzioni di ristorante panoramico, stazione di pedaggi...
Uno sfondo ideale per l’arte contemporanea, nel nuovo Museo Prada
Le soluzioni scelte con un ricercato effetto cemento valorizzano al meglio le opere esposte nel nuov...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.