Il design parigino si fa italiano e diventa arte contemporanea

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Inspiration, la sofisticata collezione nata dalle linee di tendenza del design di interni parigino e londinese degli anni Venti e Cinquanta e reinterpretata da Paolo Castelli in chiave moderna, sarà presentata in occasione del 54° Salone internazionale del Mobile di Milano.

Anodine, Best World – Mirror Light e Moon table rappresentano nuove soluzioni di progetto, con richiami al decor e all’arte contemporanea.

Le lampade evocano la flora e la fauna, imitandone la natura ma senza specificarne una forma precisa. Composte da una serie di steli in ottone ancorati ad una base metallica, sono decorate con elementi lavorati asimmetricamente a mano e richiamano una forma definita dalla luce che ne annulla la gravità. Il dispositivo illuminante a led, nascosto, irradia la luce con infinite onde virtuali. Gli specchi luminosi sono realizzati con delle cornici di metallo e sono dotati di un sistema che trasforma l’oggetto in una lampada d’atmosfera. Infine, la consolle che, grazie alla proporzione delle sue forme curvilinee e all’accostamento di materiali sintetici e naturali, presenta un corpo centrale composto da una fascia metallica ricurva, unente il basamento con il piano realizzato in marmo Portoro: colori e venature  sembrano disegnare  il riflesso della luna piena.  Al centro della base, una sfera d’ottone in decoro, a richiamare gli effetti benefici per tutto l’ambiente domestico, come un amuleto.

Porta la firma di Paolo Castelli anche il padiglione dell’azienda, che accoglierà i visitatori in uno spazio distribuito su una superficie di 150 mq. La zona d’ingresso guiderà il pubblico verso le principali novità della Fiera, accostate ai migliori pezzi degli ultimi anni, come For Hall Table – in una versione ovale inedita – Allure, My Lamp e il tavolo Mars. Il piano soppalcato, di circa 70 mq, oltre ad ospitare una selezione di icone della collezione Domodinamica – tra cui la poltrona Calla di Stefano Giovannoni – definisce l’area più riservata dello spazio espositivo.

Articoli correlati
Architettura e ceramica a Bari
Una conferenza di architettura dedicata alla ceramica promossa da Confindustria Ceramica e Cersaie...
Luca Meda, la felicità del progetto
La Triennale di Milano dedica una mostra al progettista e designer del Gruppo Molteni. La mostra in...
Il design per i musei
Questo pomeriggio, a partire dalle 18,30, Fulvio Irace introdurrà il seminiario dedicato al rapporto...
Il Centro Ceramico organizza incontri di formazione e ricerca per aziende del settore ceramico.
Il Centro Ceramico (Centro di ricerca e sperimentazione per l'industria ceramica), che rappresenta d...
Foscarini cambia volto e crea connessioni
In occasione della New York Design Week – 15-18 maggio 2015 – Foscarini Spazio Soho cambia volto gra...
Con una mattonella vi raccontiamo Giò Ponti
La mattonella rappresenta un tributo al lavoro di Giò Ponti. Utilizzata nell’istallazione presentata...
Fulvio Bianconi alla Venini
Oltre 300 pezzi, per ricordare la creatività del designer che negli anni ’50 ha segnato la storia de...
Omaggio ad Achille e Pier Giacomo Castiglioni
E’ la metà degli anni Sessanta quando Aurelio Zanotta incontra il genio dei fratelli Achille e Pier ...
I DesignEuropa Awards: la celebrazione di disegni e modelli nell’UE
È ora possibile presentare la propria candidatura per l'edizione inaugurale dei DesignEuropa Awards,...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.