Ance: PRONTI 436 CANTIERI PER FAR RIPARTIRE IL veneto

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Presentati a Roma, nel corso del Building Day, i risultati di una ricognizione di opere rapidamente cantierabili: per il Veneto un piano da 160 milioni. 

Chiesto l’inserimento degli interventi in un decreto legge che contenga uno stralcio di riforma degli appalti.

 Salmistrari (Ance Veneto): “Si tratta di opere in avanzato stato progettuale che non possono essere più rimandate: il 27% degli interventi riguarda edifici scolastici”.

 30 aprile – Ance ha presentato e consegnato al governo una piattaforma di opere rapidamente cantierabili, frutto di una ricognizione del sistema associativo su tutto il territorio nazionale.

Il piano di interventi è stato illustrato nel corso dell’evento La carica dei 5mila cantieri per far ripartire l’Italiache si è svolto quest’oggi a Roma nella sede nazionale dell’associazione dei costruttori edili, in via Guattani. Un intenso lavoro, avviato d’accordo con il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, grazie alla collaborazione delle amministrazioni locali. Ora l’Ance nazionale chiede che le opere entrino in un decreto legge che contenga uno stralcio di riforma degli appalti in sette punti.

In Veneto, sono 436 i progetti individuati (8% del totale del piano) per un importo complessivo di circa 160 milioni di euro. In testa alle segnalazioni ci sono interventi su edifici scolastici (27%), opere di riqualificazione urbana (19%), manutenzione delle strade (11%) e mobilità urbana (10%). Tutte azioni che non possono essere rimandate, come emerge anche dalle cronache degli ultimi giorni che hanno messo ancora una volta in luce la fragilità del Paese.

«Con questo piano è possibile centrare un doppio obiettivo:  – ha dichiarato il presidente di Ance Veneto Giovanni Stralmistrarisoddisfare le esigenze dei cittadini e svolgere un immediato ruolo anticiclico. Buona parte degli interventi segnalati sono, infatti, già in avanzato stato progettuale, quindi pronti a diventare cantieri in tempi rapidissimi, dando un impulso positivo all’economia e al lavoro del nostro territorio».

Nel decreto legge che dovrebbe recepire il piano dei cantieri si chiedono interventi per garantire più certezza e responsabilità nell’esecuzione dei lavori. Tra le richieste, l’eliminazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa (maxi ribasso) per i piccoli appalti (sotto i 2,5 milioni) e la sua limitazione, fino a 5 milioni, ai soli lavori complessi, la determinazione della soglia di anomalia per sorteggio solo dopo la presentazione dell’offerta; più controlli e responsabilità attraverso il ritorno alla figura dell’ingegnere capo.

Articoli correlati
Lauree triennali in Ingegneria: esami di Stato, iscrizione all’Albo professionale, competenze alla l...
Si tenterà di definire alla luce del D.P.R. 328/01, (Modifiche ed integrazioni della disciplina dei ...
Riforma delle professioni: Ingegneri V.O. rischiano tirocinio di un anno
a cura del Movimento Nazionale DPR328 Sembra più una rapida trovata di fine legislatura, che un ver...
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE AI S...
Il Centro di Formazione ARCHITA, organizza il primo corso di aggiornamento per coordinatori per la s...
56° Congresso Nazionale Ordini Ingegneri d'Italia - Concorsi e bandi
Dal 7 al 9 settembre si svolgerà a Bari, presso il Teatro Petruzzelli, il 56° Congresso Nazionale ...
L’ordine degli ingegneri e l'obbligo della formazione
A partire dal 1 gennaio 2014 anche gli Ingegneri sono “obbligati” a formarsi per poter esercitare ...
LE PROPOSTE DI ANCE VENETO AI CANDIDATI PRESIDENTE
Spazio ai piccoli cantieri, premiando i comuni che spendono bene, impegno comune contro la corruzion...
Ripartizione del calore, chi la conosce alzi la mano
Lo abbiamo chiesto direttamente agli amministratori di condominio, il 90% degli intervistati dichiar...
IMMOBILIARE: FIAIP, BENE GOVERNO SU IMU, MA SERVE RIFORMA FISCO PIU’ INCISIVA
La filiera dell’immobiliare e delle costruzioni riunita a Padova a Casa su Misura ha discusso della ...
ANCE: 700 MLN DI AGGIUDICAZIONI NEL 2014, OPERE PUBBLICHE AL MINIMO STORICO
Lotta alla corruzione, la riforma degli appalti lascia irrisolti molti nodi. Le modifiche del govern...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.