Al Fuorisalone 2015, un’opera che riflette sugli archetipi architettonici da ‘molteplici’ punti di vista

È di Piuarch l’installazione, “Punti di Vista” nella sede dell’Università Statale di Milano.

Nell’ambito dell’evento di Interni, energy for creativityPiuarch va alla radice degli archetipi architettonici della Ca’ Granda, intesi come giacimenti di energia, per costruire una nuova visione di esperienza.

Il fregio, la colonna e l’arco sono scomposti in forme geometriche pure che, a partire dall’estrusione, riflessione e ribaltamento di un quadrato, di un triangolo e di un cerchio, danno luogo a uno spazio interattivo.

Le tre forme architettoniche permettono di guardare ‘in’, ‘verso’ e ‘attraverso’ esperienze di riflessione e visione che vanno da quella totalmente immersiva fino a dei giochi caleidoscopici. I punti di vista creati all’interno delle strutture sono enfatizzati da specchi che riflettono le mattonelle Marazzi Progetto Triennale – disegnate da Gio Ponti e Alberto Rosselli nel 1960 – e il rivestimento Colorup, che richiama l’Optical Art.

Sul soffitto la mattonella Marazzi #puntidivista disegnata da Piuarch per questa installazione, rielaborando il progetto di Gio Ponti.

Descrizione Tecnica

L’installazione Punti di Vista è composta da tre elementi che nascono dall’estrusione, riflessione e ribaltamento di un QUADRATO, un TRIANGOLO e un CERCHIO.

Le tre figure astratte riprendono gli elementi dell’architettura dell’Università degli Studi di Milano, in particolare il fregio, la colonna e l’arco. Le tre forme architettoniche permettono di guardare IN, VERSO, A e ATTRAVERSO.

Esternamente le strutture costruite, rivestite con i grès di ultima generazione “Mystone” di Marazzi, hanno un aspetto monolitico, internamente i giochi caleidoscopici sono enfatizzati da specchi che riflettono le mattonelle Marazzi “Progetto Triennale” – disegnate da Gio Ponti e Alberto Rosselli nel 1960 – e il rivestimento “Colorup”, che crea un pattern ottico che richiama alla memoria l’Optical Art. La visita è arricchita da un’esperienza sonora che varia all’interno di ogni elemento, i suoi tipici del contesto universitario – i passi e le voci del cortile, una lezione all’interno di un’aula, i rumori della biblioteca – sono riproposti all’interno dell’installazione.

ENERGY FOR CREATIVITY

Università degli Studi di Milano – via Festa del Perdono 7 –  13 aprile – 24 maggio 2015

Cortile d’Onore – installazione Punti di Vista (5,85 x 10 x 6 m)

Crediti:

Committente

Marazzi

Concept e Progetto Architettonico

Piuarch (Francesco Fresa, Germàn Fuenmayor, Gino Garbellini, Monica Tricario)

team: Enrico Venturini, Alessandro Laner, Jenny Spagnolatti, Gianluca Iannotta, Anna Zauli.

Sound Design

Jan Sutti – www.nineloops.com

Allestitore

Eurofiere

Articoli correlati

Share

Leave a Comment