Enrico Zanetti, Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, al convegno promosso da Noda Studio: “Con le riforme della Patent Box italiana miriamo a rilanciare le nostre imprese”

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Si è svolto il 24 giugno, presso l’Università LUMSA di Roma, il convegno a tema “Patent Box italiana”, promosso da NODA Studio, prestigioso studio di commercialisti e avvocati con 6 sedi in Italia e membro italiano dell’associazione internazionale Andersen Global con studi legali e fiscali in Europa (Francia, Germania, Olanda, Spagna, Svizzera, Polonia, Lussemburgo, Russia) e America (Stati Uniti, Messico, Guatemala).

Durante il convegno, che ha visto tra i relatori Enrico Zanetti, Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, sono state analizzate le prospettive derivanti dagli incentivi fiscali ed economici riservati alle aziende italiane e contenuti nell’istituto della Patent Box, contemplato dalla Legge di Stabilità 2015 del Governo.

Gli incentivi previsti dalla Patent Box – ha dichiarato Enrico Zanetti, Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze – rappresentano un’ottima opportunità di sviluppo e rilancio delle imprese italiane. Il nostro paese diventa così più attraente per investimenti da parte di capitali esteri, grazie alla parziale defiscalizzazione per 5 anni della tassazione sugli utili derivanti dall’impiego delle proprietà intellettuali e industriali, tra cui l’utilizzo dei brevetti. La misura è inoltre cumulabile con ulteriori agevolazioni in vigore, come gli incentivi su investimenti di ricerca e sviluppo, incentivi alle start-up e agevolazioni ACE (Aiuto alla Crescita Economica)”.

La misura – prosegue Enrico Zanetti – è stata introdotta in Italia da poco tempo ed è importante che le nostre aziende vengano a conoscenza dei vantaggi che ne possono trarre. Abbiamo così colmato il gap con altri paesi, in cui incentivi simili sono già in vigore da tempo, dando ora la possibilità anche a capitali esteri di investire nelle aziende del nostro paese, da sempre rinomato per la qualità dei nostri professionisti e per l’elevata attività legata all’ingegno e alle proprietà intellettuali”.

Il convegno è stato organizzato e promosso da Noda Studio, studio di commercialisti e avvocati con 6 sedi in Italia, parte dell’associazione internazionale fiscale e legale Andersen Global con uffici in Europa e America. “Il tema del rilancio del sistema imprese – commenta Andrea De Vecchi, Amministratore Delegato di Noda Studio – è ovviamente molto attuale. La manovra Patent Box, grazie alle agevolazioni fiscali create per stimolare le imprese allo sfruttamento economico dei brevetti, favorisce l’ingresso e la permanenza nel nostro paese di capitali, anche stranieri. La crescita della nostra economia passa anche dallo sviluppo di nuove idee e dalla possibilità che queste hanno di crescere”.

Grazie ai professionisti dei nostri studi – conclude De Vecchi – possiamo accompagnare le imprese italiane ed estere nel percorso di accesso a questi incentivi, che va dall’analisi dei requisiti per poterne usufruire fino agli aspetti pratici e burocratici che ne derivano”.

Articoli correlati
Riforma delle professioni: Ingegneri V.O. rischiano tirocinio di un anno
a cura del Movimento Nazionale DPR328 Sembra più una rapida trovata di fine legislatura, che un ver...
Laureati over 30: chi ha davvero un atteggiamento civile?
Riceviamo e pubblichiamo da Antonella Maizza, ingegnere civile geotecnico. Vorrei sollevare l'atten...
Una facoltà a misura di docente
Riceviamo e trasmettiamo dagli studenti del Politecnico di Bari Non si ferma la campagna di protest...
D.L. COMPETITIVITÀ: ARCHITETTI,CONSIGLIO NAZIONALE, "BENE LO STOP ALLE SOCIETÀ DI INGEGNERIA AD...
Roma, 4 agosto 2014. "Ci auguriamo che venga mantenuto l'emendamento approvato dalle  commissio...
Antisismica: proroga del bonus 65%. Il via libera della Commissione Ambiente.
UNICMI E ISI scrivono al Presidente della Commissione Ambiente Realacci e al Vicepresidente Iannuzzi...
EDILIZIA: LA CRISI RALLENTA IN VENETO
L’ANCE, rigenerazione urbana e piccole opere per ripartire. La crisi del settore delle costruzioni ...
EDILIZIA: SI STABILIZZANO I PAGAMENTI PUNTUALI
DAL 2010 A OGGI CRESCIUTI DEL 178%. LA DANIMARCA ESEMPIO VIRTUOSO, IN CRISI IL PORTOGALLO, BENE TAIW...
Edifici a energia quasi zero in Lombardia dal 1° gennaio 2016
L’Associazione per la tutela della finestra made in Italy saluta con soddisfazione l’anticipo al 201...
IL MONDO DEL LEGNO SI PREPARA AD AFFRONTARE CON OTTIMISMO LA SFIDA DEI NUOVI MERCATI"
Oltre 200 imprenditori a Desenzano per discutere di scenari globali. Orsini: «Il successo del conveg...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.