MAPPE COLLABORATIVE PER MIGLIORARE LA VITA A MIRAFIORI SUD

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Il progetto Crowdmapping Mirafiori Sud premiato con il SiforAGE Prize, premio istituito nell’ambito del progetto europeo SiforAGE, che promuove una società più inclusiva.

 Torino, 29 giugno 2015 –  Osservare, comunicare, partecipare sono le parole chiave del progetto Crowdmapping Mirafiori Sud, promosso dal CRD-PVS (Centro di Ricerca e Documentazione in Architettura, Tecnologia e Città nei Paesi in via di sviluppo) e dal Dipartimento DAD del Politecnico di Torino, finanziato nella sua fase pilota con i fondi 5 per mille dell’Ateneo per la progettualità studentesca e oggi in fase di sviluppo presso la Circoscrizione 10 del Comune di Torino in collaborazione con la Fondazione di Comunità di Mirafiori.

Il progetto è risultato una delle tre iniziative, l’unica italiana, premiate il 23 giugno scorso con il SiforAGE Prize, premio istituito nell’ambito del progetto europeo del VII PQ SiforAGE (che tra i suoi 19 membri internazionali conta anche la Città di Torino), che si pone l’obiettivo di rafforzare i meccanismi di cooperazione tra gli stakeholder – scienziati, utenti finali, società civile, amministrazioni pubbliche e aziende – che operano per favorire l’inclusione sociale delle fasce più deboli, in particolare degli anziani.

L’idea alla base del progetto Crowdmapping Mirafiori Sud è la costruzione di una piattaforma collaborativa (cittadini – decisori) finalizzata a una più attenta ed efficace pianificazione, gestione e manutenzione degli spazi pubblici. La crowdmap permette di identificare, categorizzare e segnalare in modo puntuale – restituendo le informazioni attraverso una mappatura geografica – la natura, la localizzazione e la consistenza di specifiche problematiche, in particolare le barriere fisiche e culturali che impediscono a categorie identificate come “vulnerabili” l’accesso e la fruibilità degli spazi del quartiere in cui vivono.

Trasporti inadeguati, difficoltà di convivenza tra giovani e anziani, insicurezza negli spazi pubblici, ma anche carente stato di decoro degli arredi urbani, scarsa illuminazione o assenza di una pista ciclabile: sono alcuni dei problemi emersi dalla mappatura.

Lo strumento utilizzato è la piattaforma open source “Ushahidi”, finalizzata alla raccolta collettiva di informazioni. “Ushahidi”, che in swahili significa “testimonianza”, permette di segnalare, condividere, visualizzare e geolocalizzare informazioni. Il software offre quindi uno strumento che permette ai cittadini di inviare informazioni, usando telefoni cellulari o internet, per creare un archivio temporale e geospaziale degli eventi e trasformare successivamente le informazioni raccolte in punti nella mappa.

Il prodotto della mappatura di Crowdmapping Mirafiori Sud è disponibile online ed è a disposizione dei cittadini e dei decisori pubblici, allo scopo di evidenziare e comunicare alcune problematiche del quartiere sinora sconosciute o sottovalutate.

Articoli correlati
Laureati over 30: chi ha davvero un atteggiamento civile?
Riceviamo e pubblichiamo da Antonella Maizza, ingegnere civile geotecnico. Vorrei sollevare l'atten...
GESTIONE E ANALISI DEL VALORE DEL PROCESSO DELLE COSTRUZIONI CIVILI
Corso di Perfezionamento - IX edizione AIAV modulo avanzato per ESPERTI Pisa, 1– 2 luglio 2010...
L’ANALISI DEL VALORE PER LO STUDIO DELLE MIGLIORIE DELL’OFFERTA TECNICA NELLE GARE D’APPALTO
   Ing. Alessandro FROLLA - Ing. Filippo Salvatore CARLO L' "Analisi del Valore"...
Una facoltà a misura di docente
Riceviamo e trasmettiamo dagli studenti del Politecnico di Bari Non si ferma la campagna di protest...
Incentivi fiscali “antisismica”: UNICMI e ISI scrivono al Ministro Lupi e ai Presidenti delle Commi...
La richiesta è di un emendamento alla legge di stabilità. Nei giorni scorsi il Governo ha present...
EDILIZIA: LA CRISI RALLENTA IN VENETO
L’ANCE, rigenerazione urbana e piccole opere per ripartire. La crisi del settore delle costruzioni ...
Ripartizione del calore, chi la conosce alzi la mano
Lo abbiamo chiesto direttamente agli amministratori di condominio, il 90% degli intervistati dichiar...
ANCE: EDILIZIA, SEGNALI POSITIVI DA CREDITO E OCCUPAZIONE MA LA RIPRESA NON CI SARÀ PRIMA DEL 2016
Il settore delle costruzioni mostra alcuni segnali di risveglio in Veneto, sebbene resti ancora lo...
ANCE: 700 MLN DI AGGIUDICAZIONI NEL 2014, OPERE PUBBLICHE AL MINIMO STORICO
Lotta alla corruzione, la riforma degli appalti lascia irrisolti molti nodi. Le modifiche del govern...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.