AL 50° MARMOMACC LA PIETRA NATURALE PARLA TUTTE LE LINGUE DEL MONDO

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Al via domani il più importante salone dedicato al business e alla cultura del marmo. Internazionalità in crescita, sia sul fronte degli espositori (936 aziende estere) che delle delegazioni commerciali (11 nazioni in più del 2014). Marmomacc si conferma piattaforma globale di promozione per l’export lapideo italiano che, nel primo semestre dell’anno, ha sfiorato 1,6 miliardi di euro. Taglio del nastro alle 10.30 (padiglione 1) con Enrico Zanetti, sottosegretario all’Economia e Finanza, e Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria. Nel pomeriggio, alle 15, iniziano i lavori dell’International Stone Summit, con 20 delle maggiori associazioni mondiali del settore tecno-marmifero.

Verona, 29 settembre 2015 – Delegazioni commerciali da 55 nazioni, 11 in più rispetto all’anno precedente; 936 aziende straniere su 1.524 presenti, provenienti da 55 paesi del mondo e con il debutto di Albania, Bosnia Erzegovina, Camerun, Georgia e Venezuela; visitatori attesi da oltre 140 stati.

La 50ª edizione di Marmomacc, al via domani alla Fiera di Verona, è sempre più internazionale. Il salone dedicato a marmi, graniti e pietra naturale, in programma da mercoledì 30 settembre a sabato 3 ottobre, si conferma il polo mondiale di riferimento per il business, la promozione e la cultura legati alla filiera lapidea (www.marmomacc.com).

Un comparto che vede l’industria italiana tra i protagonisti dell’interscambio globale: primato confermato anche dai dati relativi all’export nazionale, diffusi dall’Osservatorio Marmomacc-Confindustra Marmomacchine.

Nel primo semestre 2015, infatti, le esportazioni tricolori hanno raggiunto quasi 1,6 miliardi di euro, in crescita del 5,2% per quanto riguarda i materiali lapidei finiti e grezzi e del 28,8% nel campo dei macchinari e delle tecnologie per estrazione e lavorazione.

Il ruolo di Marmomacc quale piattaforma di internazionalizzazione delle imprese, quest’anno, è rafforzato anche dal Piano di promozione straordinaria del Made in Italy del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), in collaborazione con ICE-Italian Trade Agency e con Confindustria Marmomacchine, che ha permesso di portare in fiera due grandi delegazioni di 100 top buyer e 100 architetti esteri, coinvolti in incontri b2b, corsi di formazione e visite alle aziende del territorio.

Grazie agli investimenti e alle attività per favorire l’incoming di operatori da parte di Veronafiere, per la prima volta è presente a Marmomacc anche una missione istituzionale dall’Iran del Ministero dell’Industria, del Commercio e delle Attività industriale del settore minerario. In visita ufficiale anche una delegazione del dipartimento del Commercio dello stato brasiliano di Vitoria, un gruppo di 60 architetti di Rabat, dal Marocco, e rappresentati di alcune top companies egiziane del settore costruzioni.

L’inaugurazione

Domani mattina il taglio del nastro del 50° Marmomacc che si svolge in contemporanea ad Abitare il Tempo, la rassegna di Veronafiere su interior design e contract (www.abitareiltempo.it). La cerimonia si svolge alle 10.30, nell’area forum dell’Italian Stone Theatre (padiglione 1). Oltre ad Ettore Riello, presidente di Veronafiere, partecipano Enrico Zanetti, sottosegretario all’Economia e Finanza, Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, Roberto Marcato, assessore allo Sviluppo economico ed Energia della Regione Veneto, Marco Ambrosini, assessore alle Attività economiche del Comune di Verona e Giovanni Sacchi, dirigente ICE per il coordinamento dei Servizi di promozione del Sistema Italia.

Alle 11.30, poi, premiazione delle nove aziende che hanno partecipato a tutte le 50 edizioni di Marmomacc e del comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella.

Il programma della giornata 

Alle 15, nella sala Puccini del Centrocongressi Arena (galleria tra i padiglioni 6 e 7), al via i lavori della prima edizione dell’International Stone Summit, conferenza organizzata da MiSE, ICE, Confindustria Marmomacchine e Veronafiere, cui prendono parte 20 delle maggiori associazioni mondiali del settore tecno-marmifero.

Sempre alle 15, una fotografia del mercato lapideo globale con la presentazione del 26° Rapporto marmo e pietre nel mondo di Carlo Montani (sala Mascagni, centro Stampa, galleria tra i padiglioni 4 e 5).

Nell’area forum dell’Italian Stone Theatre (padiglione 1), infine alle 18, cerimonia di premiazione della 9ª edizione del Best Communicator Award e la consegna dei diplomi di Mastri della Pietra.

Articoli correlati
Laboratorio di fotografia di architettura e di paesaggio
Inizia mercoledì 4 aprile alle ore 19,30 presso CampusX a Bari (via Amendola 184) il “Laboratorio di...
Politecnico di Bari, motore scientifico con lo sguardo ad Est
Bari, 24 maggio 2012 – Vocazione internazionale, sguardo all’Europa dell’Est sotto la guida dell’Uni...
Premio Apulia 2011 alla Biennale di Venezia
Il 9 novembre 2012, alle ore 15, presso il Padiglione Italia della Biennale di Architettura di Venez...
DENSITA’ IN_MATERIALI
 a cura di Paolo Marzano Alla GX Gallery di Denmark Hill 43, a Londra, Daniele Dell’Angelo Custode ...
Paola De Pietri, seccoumidofuoco. Una ricerca sulla realtà produttiva del settore ceramico
Bologna, CERSAIE - 23 - 27 Settembre 2013  In occasione del CERSAIE 2013 è allestita in anteprima n...
XXI Triennale Esposizione Internazionale 21st Century. Design after Design
La Triennale di Milano annuncia la XXI Esposizione Internazionale del 2016 dal titolo 21st century. ...
Lina Bo Bardi, Together
Giovedì 4 settembre 2014, a partire dalle 19 si inaugurerà, presso la Triennale di Milano, la mostra...
LIGHT SURFACES con FAB Architectural Bureau Berlino
Domani, 7 ottobre 2015, FAB Architectural Bureau Berlino, la nuova galleria showroom di Fiandre, Ari...
Urbanistica a Bari: prove di partecipazione
Dal suo insediamento avvenuto nel giugno 2015 l’amministrazione comunale di Bari ha fondato buona pa...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.