Padova 2015 architettura: mercoledì 23 settembre conferenza a Palazzo del Bo con gli architetti Paolo Zermani, Bruno Messina e Josè Ignacio Linazasoro

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Il 9 ottobre lectio magistralis dell’architetto Franco Purini, uno dei principali esponenti del neorazionalismo italiano.

Sono giornate intense per i cinque architetti al lavoro a Palazzo della Gran Guardia da lunedì 21 settembre.  Guidati dall’Associazione Di Architettura, Max Dudler, Franco Stella, Josè Ignacio Linazasoro, Paolo Zermani e Bruno Messina studiano soluzioni progettuali per riqualificare le cinque aree scelte in questa seconda edizione del Workshop Internazionale di Architettura.

Per permettere alla cittadinanza di conoscere da vicino l’esperienza e la professionalità degli architetti sono previsti degli incontri serali nell’aula Nievo a Palazzo del Bo. Mercoledì 23 settembre alle 18 salgono in cattedra gli architetti Paolo Zermani, Bruno Messina e Josè Ignacio Linazasoro, rispettivamente al lavoro nelle aree dell’ex Foro Boario, Via Bezzecca/Via Montà e Piazza Insurrezione.

Il 26 settembre verranno presentati i progetti alla cittadinanza e rimarranno in mostra fino all’11 ottobre.

Il 9 ottobre si indagherà sul rapporto tra progetto e rappresentazione, architettura e paesaggio con la lectio magistralis dell’architetto Franco Purini, uno dei principali esponenti del neorazionalismo italiano.

Durante tutta la durata della manifestazione nella loggia di palazzo della Gran Guardia si potrà visionare il plastico della città di Padova su scala 1:1000, progettato e realizzato da un gruppo di studenti del Liceo artistico Modigliani.

La più grande soddisfazione – afferma Alessandro Tognon Presidente Di Architetturaè la disponibilità che ci viene sempre riservata da questi grandi architetti: negli ultimi quattro anni abbiamo costruito una tendenza culturale chiara e riconoscibile che spinge i migliori architetti ad un confronto teorico e progettuale su un tavolo di lavoro che è la nostra città“.

Le aree selezionate sono:

. San Lazzaro (a nord di Via Venezia tra piazzale Stanga e il casello autostradale di Padova Est)

E’ l’area scelta dall’Amministrazione comunale per promuovere il progetto del nuovo ospedale, affiancato da un campus universitario. Uno sviluppo a nord della città si allinea con un sistema infrastrutturale di strade, ponti e snodi ferroviari già in programma.

L’architetto incaricato di presentare una proposta è Franco Stella.

. San Lazzaro (a ovest dell’area destinata al nuovo ospedale)

Questa zona è oggi occupata da capannoni ed edifici non più operativi. L’architetto di fama internazionale Max Dudler dovrà progettare in questa zona un complesso di strutture ricettive, alberghiere, direzionali e commerciali di supporto al nuovo ospedale.

. Piazza Insurrezione/Piazzetta Conciapelli

Siamo a due passi dal centro storico e l’area in questione (da Piazza Insurrezione fino al Piovego) ha da tempo smarrito la sua identità urbana: un groviglio di parcheggi e zone di rapido passaggio pedonale. Obiettivo dell’architetto scelto per questa zona della città,  Josè Ignacio Linazasoro è di restituire alla città un importante spazio collettivo.

. Ex Foro Boario/Corso Australia

Trasformare un’area in disuso in un polo culturale, con edifici per lo spettacolo e l’arte in tutte le sue espressioni. L’architetto Paolo Zermani dovrà riscattare un nuovo ruolo per l’edificio firmato Giuseppe Davanzo, e l’intenzione è di far rivivere l’ex Foro Boario declinandolo in una cittadella della cultura e dell’intrattenimento.

.Via Bezzecca/Via Montà

Area in totale abbandono e senza una vera destinazione urbana e sociale. Circoscritta da viabilità ferroviaria e stradale, si tratta di una parte della città posta ai limiti. Bruno Messina, architetto catanese, presenterà un progetto per la realizzazione di un nuovo quartiere residenziale con ampi spazi verde.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

Articoli correlati
CARME PINÓS PROTAGONISTA AL CERSAIE 2014
Martedì 23 settembre l’ incontro con l’architetto catalano, membro onorario dell’American Institute ...
Casa Tibaldi, 7 mq nel centro di Milano
La creazione personalizzata di mini appartamenti completamente arredati e rifiniti è un fenomeno nat...
Padiglione Caritas per Expo 2015. Dividere per moltiplicare
Piuarch progetta il padiglione Caritas per Expo 2015, dando dimensione fisica al tema della division...
Dorsoduro Museum Mile
Gallerie dell’Accademia, Galleria di Palazzo Cini, Collezione Peggy Guggenheim e Punta della Dogana ...
IL MONDO DEL LEGNO SI PREPARA AD AFFRONTARE CON OTTIMISMO LA SFIDA DEI NUOVI MERCATI"
Oltre 200 imprenditori a Desenzano per discutere di scenari globali. Orsini: «Il successo del conveg...
Leggerezza visuale dell'architettura
La trasformazione di un edificio residenziale e commerciale degli anni ’70, situato nella piazza cen...
ALLA SCOPERTA DELLE NUOVE VIE DELLA PROGETTAZIONE
Dal 12 al 16 aprile 2016 space&interiors metterà il dettaglio al centro del progetto. Gra...
IL PROGETTO CASA CAPRIATA INSERITO NEL “Censimento nazionale delle architettura italiane del second...
Torino, 12 aprile 2016 – Il Rifugio Carlo Mollino, costruito a Gressoney Saint Jean (AO) sul progett...
Il FAI apre il convento di San Francesco della Scarpa
L’ex-convento di San Francesco della Scarpa e i laboratori della Soprintendenza per i Beni Storici, ...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.