MARMOMACC PREMIA I MASTRI DELLA PIETRA: RICONOSCIMENTO ALLA MEMORIA A KHALED AL-ASAAD, DIRETTORE DEL SITO DI PALMIRA

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

I nuovi Mastri della Pietra 2015 sono Zenildo Petrelli Nunes, della Graniti Gruppo Thor e Matteo Cavaioni, professore presso la scuola d’Arte “Paolo Brenzoni”.

@ Barsi Marmi, progetto Periscope 2015.

Verona, 1 ottobre 2015 – Un premio speciale a Khaled al-Asaad, per 50 anni direttore del sito archeologico di Palmira, ucciso dai militanti dell’Isis per aver cercato di salvare dalla distruzione le ultime rovine romane.

Marmomacc, la più importante manifestazione internazionale dedicata al comparto lapideo, in corso in questi giorni a Veronafiere, ha proclamato Mastro della Pietra alla memoria lo studioso di antichità assassinato dagli uomini del Califfato, in Siria, il 18 agosto. Le origini del Premio Mastri della Pietra risalgono al 1319 quando, sotto la Signoria di Cangrande I della Scala, nasceva a Verona l’Antica Libera Corporazione dell’arte della Pietra.

Nel 1980, un gruppo di operatori e imprenditori del marmo di Sant’Ambrogio di Valpolicella rifondò l’antica Corporazione e, a partire da quell’anno, a Marmomacc, venne istituito il riconoscimento per quelle persone che, nell’ambito della loro attività, si fossero distinte nel dar lustro all’intero settore del marmo e all’economia del territorio.

I nuovi Mastri della Pietra 2015 sono Zenildo Petrelli Nunes, della Graniti Gruppo Thor «per la sua storia personale e professionale costruita con grande impegno, dedizione e determinazione» e Matteo Cavaioni, professore presso la scuola d’Arte “Paolo Brenzoni” di Sant’ Ambrogio di Valpolicella e titolare del laboratorio Studio M «per aver dimostrato con la sua attività, l’amore per l’arte, per la materia e per il territorio che gli ha dato i materiali». In quanto il sito di Palmira è considerato patrimonio dell’umanità sotto l’egida dell’Unesco, il premio a Khaled al-Asaad è stato ritirato da Luca Peyronel delegato dal presidente della Commissione Unesco Italia.

Articoli correlati
Carceri a misura d’uomo. Da edilizia penitenziaria ad architettura penitenziaria, un nuovo modello d...
Un interessante progetto di ricerca di Antonio Labalestra e Annarita Digiorgio dedicato al tema dell...
Singularis in singulis. Duodecim columnae vitinae e marmore nella basilica di San Pietro in Vaticano
All’interno della basilica pietrana a Roma sono oggi conservate, come in un prezioso scrigno, undici...
Il palazzo Barone Ferrara
In occasione delle XXI giornate FAI di primavera, sarà aperto al pubblico uno storico edificio sul c...
LA PICCOLA PORZIUNCOLA E LA MAESTOSA BASILICA
Il pensiero di Paolo VI tra Angela da Foligno e Yves Congar Nel Libro di Angela da Foligno la p...
Donato Bramante e l'arte della progettazione
Il Palladio Museum organizza un convegno dedicato alla grande architettura classica. Per Palladio...
Giornate di studi di storia dell’arte. Arte figurativa e arte astratta
L’istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Cini celebra i 60 anni con un’iniziativa che ricorda...
Palazzo Cini, riapre il secondo piano nobile della casa-museo
Il 25 aprile si apre la stagione 2015 di Palazzo Cini, ricca di eventi e novità, tra cui la riapertu...
RIsPIEGARE IL PAESAGGIO
IL PROGETTO DEL PAESAGGIO: STORIA TEORIA E PROGETTO. Percorsi di Formazione Assetto del Territorio ...
L'IMPEGNO DELLA TRADIZIONE. GIORNATE DI STUDIO IN ONORE DI ROBERTO GABETTI
Roberto Gabetti (29 novembre 1925 – 5 dicembre 2000), laureato e docente del Politecnico di Torino...

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.