SAIE Smart House 2015: Ecco i vincitori dei premi che valorizzano le competenze dei professionisti dell’edilizia

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi
Premio RI.U.SO., Premio EdilTrophy, Premio Carrell Trophy, Premio Gruista dell’anno 2015.
Bologna, 17 ottobre 2015 –  Si rinnovano anche per la 51° edizione del Salone dell’innovazione edilizia, caratterizzata dal nuovo format SMART HOUSE, i tradizionali appuntamenti con le premiazioni che da sempre valorizzano le competenze e il know how degli addetti ai lavori, attestando, ancora una volta, la preparazione, la passione e l‘impegno dei professionisti dell’edilizia italiana.
Premio RI.U.SO. Ripartire dalla città esistente”, capogruppo Mauro Sarti, e “Rehabitar”, capogruppo Sara Neglia, sono i progetti vincitori, rispettivamente della sezione Architetti e di quella riservata a Università, Enti, Fondazioni e Associazioni, della quarta edizione del Premio RI.U.SO. bandito dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, promosso insieme a SAIE, Salone Internazionale dell’Innovazione Edilizia, ANCE e Legambiente e che si è avvalso del patrocinio di IFEL Fondazione Anci. Sono stati oltre 1200 i progetti che complessivamente hanno partecipato ai bandi del Premio RI.U.SO., confermando una elevata qualità nel campo della rigenerazione urbana e della riqualificazione energetica.
EdilTrophy – Una vera e propria competition giunta all’ottava edizione per eleggere il muratore dell’anno. L’evento è organizzato dal Formedil in collaborazione con SBC, SAIE e IPLE e patrocinato da Inail e Consiglio Nazionale di Geometri e Geometri Laureati e sostenuto da Andil. 20 le squadre che hanno gareggiato, di cui 9 formate da muratori esperti e 11 di giovani, per un totale di 40 operai dell’edilizia che dalle 8.30 di questa mattina, all’ingresso di SAIE di Piazza Costituzione, hanno gareggiato a colpi di calce e mattoni. La vittoria quest’anno è andata per la categoria senior a Massimo D’Avanzo e Domenico Di Bari dell’Edilscuola Puglia. Al secondo posto abbiamo la Sicilia con Rosario Dinoldo e Salvatore Nasello della Scuola Edile Panormedil – CPT Palermo, mentre al terzo posto si piazza il Veneto con Carlo Fagherazzi e Sebastiano Manente  per la Scuola edile di Venezia. Tra gli junior sono stati dichiarati vincitori i partecipanti della Scuola Edile Andrea Palladio di Vicenza, formata da Manuel Calgarotto e Giorgio Romare. Al secondo e terzo posto si posizionano rispettivamente i pugliesi del Formedil Bari Pietro Amoruso e Nicola Sforza e la squadra del Lazio di Antonio Bernardi e Massimiliano Mossini, entrambi della Scuola Edile  ESEF-CPT Frosinone. Il premio speciale dedicato alla qualità e la sicurezza sul lavoro è andato al Friuli Venezia Giulia, in particolare alla squadra junior della Scuola Edile di Gorizia formata da Leonardo Bulfone e Thaqi Nuhi.
Ha festeggiato a SAIE SMART HOUSE i suoi 25 anni la manifestazione Carrell Trophy, che quest’anno ha assegnato il premio di miglior carrellista a Gianluca Sani, che lavora per la ditta di famiglia, che in 5 min e 35 secondi ha percorso il tracciato realizzato nell’Area 44 della Fiera. 20 esperti carrellisti, appartenenti a Rivendite di Materiali Edili di tutta Italia, hanno affrontato un percorso di gara alla guida del carrello elevatore per dimostrare la loro abilità.
Infine, ieri è stato assegnato ad Andrea Girardi il premio Il Gruista dell’anno2015, la gara di abilità, professionalità e sicurezza riservata a conduttori di Gru a torre organizzato da Formedil in collaborazione con l’Ente Scuola Edile di Piacenza e patrocinato da ANIMA – UCOMESA.  “Sono salito su una gru per la prima volta a cinque anni. A condurla mi ha insegnato mio nonno. E da quel momento è stata la mia passione”.

Articoli correlati
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE AI S...
Il Centro di Formazione ARCHITA, organizza il primo corso di aggiornamento per coordinatori per la s...
Carceri a misura d’uomo. Da edilizia penitenziaria ad architettura penitenziaria, un nuovo modello d...
Un interessante progetto di ricerca di Antonio Labalestra e Annarita Digiorgio dedicato al tema dell...
COME E PERCHE’ RIQUALIFICARE L’ESISTENTE?
Il 17 maggio a Bologna un nuovo evento Aghape dedicato alla riqualificazione energetica dell’esisten...
Politecnico di Bari, motore scientifico con lo sguardo ad Est
Bari, 24 maggio 2012 – Vocazione internazionale, sguardo all’Europa dell’Est sotto la guida dell’Uni...
Bioarchitettura: architettura vivente, come progettare la normalità
Bari, 29 giugno 2012 – Un convegno internazionale e una mostra itinerante che ha già toccato le citt...
La persistenza della memoria
Azione Universitaria Politecnico organizza un incontro con l'architetto Antonio Labalestra dal tema,...
L'antitesi dello spazio
CARCERI D’INVENZIONE Incontro presso LA CASA CIRCONDARIALE DI BARI L’ANTITESI DELLO SPAZIO Salut...
Urbanistica a Bari: prove di partecipazione
Dal suo insediamento avvenuto nel giugno 2015 l’amministrazione comunale di Bari ha fondato buona pa...
Arte per l’arte: Ideal Work finanzia il restauro dello stemma di Cosimo II de’ Medici a Firenze. Il ...
L’arcata principale che ospita lo stemma di Cosimo II de’ Medici in fase di restauro è oggi ricopert...