International VELUX Award 2016: studenti di architettura si confrontano sull’uso della luce naturale in architettura

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Il Concorso, nato nel 2004 e strutturato in collaborazione con l’International Union of Architects (UIA) e la European Association for Architectural Education (EAEE), si svolge a cadenza biennale e coinvolge gli studenti e i docenti delle Facoltà di Architettura di tutto il mondo.

Vogliamo rendere omaggio alla luce naturale e sottolineare il suo ruolo nell’ambito della progettazione architettonica” – ha affermato Per Arnold Andersen, responsabile del Concorso – “Ancora oggi può essere complicato trattare, comprendere e gestire un aspetto come quello della luce naturale; eppure per secoli è stata la principale fonte per illuminare anche l’interno degli edifici e da sempre ha incuriosito e affascinato gli architetti”.

Il tema generale dell’International Velux Award è la luce del futuro. Gli organizzatori del Premio invitano gli studenti di architettura a esplorare e interpretare il tema della luce naturale nella sua accezione più ampia: utilizzando della luce del sole e quella diurna come principali fonti di energia e illuminazione, garantendo salute e benessere a coloro che che vivono e lavorano negli edifici. In questa edizione del concorso, gli studenti sono invitati ad affrontare il tema dell’esistente attraverso un approccio innovativo e un uso strategico della luce.

Ambiti del concorso

Il tema generale è rappresentato dall’uso della luce naturale in architettura. I progetti dovranno essere realizzati selezionando uno dei seguenti ambiti tematici:

  1. Luce naturale negli edifici, mediante elaborati che dimostrino regole applicabili per dotare gli edifici di luce naturale e solare;
  2. Ricerche sulla luce naturale, mediante progetti che esaminino fattori come le proprietà fisiche della luce, l’impiego di nuovi materiali o la luce naturale come fonte di salute e benessere.

I Premi

Il concorso è suddiviso in due fasi: durante la prima, i partecipanti saranno raggruppati per aree geografiche: Europa Occidentale, Orientale, Medio Oriente, Americhe, Asia/Oceania e Africa. Successivamente, i vincitori entreranno in competizione tra loro e parteciperanno all’assegnazione del premio internazionale finale.

Le categorie vincitrici saranno due: Luce naturale negli edifici e Ricerche sulla luce naturale. La giuria potrà concedere anche premi ai migliori progetti che abbiamo utilizzano prodotti Velux, ma questa condizione non sarà necessaria.

La Giuria

All’inizio del 2016 sarà annunciata la Giuria. Anche in questa edizione verrà individuata in stretta collaborazione con l’Unione Internazionale degli Architetti (UIA) e sarà composta da progettisti, che avranno il compito di valutare tutti i lavori pervenuti.

Il Premio, lanciato nel 2004, si svolge a cadenza biennale ed è una delle iniziative del Gruppo Velux volte a stabilire e coltivare relazioni con i professionisti dell’edilizia, le organizzazioni di categoria, gli ordini e le facoltà di architettura di tutto il mondo.

Le edizioni precedenti hanno visto la partecipazione di oltre cinquemila studenti provenienti da più di ottanta Paesi, con una costante crescita della qualità degli elaborati; il Premio è oggi probabilmente il più grande concorso di questo tipo per gli architetti che progetteranno gli edifici del nostro futuro.

Nell’edizione 2014, vinta da alcuni studenti della Tsinghua University di Pechino, sono stati valutati 797 progetti, tra cui alcune decine provenienti dalle Università Italiane.

Gli studenti che intendono partecipare possono iscriversi, entro l’1 aprile direttamente accedendo al sito web.

Articoli correlati
PROGETTARE GREEN: ILLUMINAZIONE E VERDE URBANO
Aghape Ambiente propone due nuovi seminari dedicati a illuminazione eco-compatibile e progettazione ...
Nunzio al Politecnico di Bari
Incontro con Nunzio Segno, luogo, materia Saluto del Magnifico Rettore del Politecnico di Bari N...
Fare arte di Silvia Camporesi
Su invito dell’associazione culturale DamageGood, arriva per la prima volta nel Sud Italia “Fare art...
L’arte e l’architettura si incontrano per raccontare la storica conquista dell’acqua in Puglia
Domani, venerdì 22 febbraio, alle ore 18.00, nel Palazzo dell’Acquedotto Pugliese a Bari, in Via C...
Paulo Mendes da Rocha, tecnica e immaginazione
Si inaugura oggi presso La Triennale di Milano la mostra dedicata a Paulo Mendes da Rocha, a cura di...
CONVEGNO NAZIONALE AUDIS PER IL FUTURO DELLE CITTA’ ITALIANE
Un’occasione per fare il punto sulla rigenerazione urbana in Italia: strumenti, obiettivi e prospett...
Fare architettura a Milano, con alcuni tra i più affermati studi milanesi
Il progetto rivolto a studenti, architetti e amanti del mondo dell'Architettura. Segrate, 13 febbra...
A MADE expo 2015 IL FORUM INVOLUCRO E SERRAMENTI: PROVE, DIMOSTRAZIONI E CULTURA
All’interno della Fiera milanese dell’Architettura e dell’Edilizia e del Salone MADE Involucro Serra...
CONTROLLI, MONITORAGGIO E TECNICHE INNOVATIVE DI PROTEZIONE SISMICA DELLE STRUTTURE
Venerdì 19 Giugno 2015 presso il Salone ex Convitto Sales - Via Vito Carvini a Erice (Trapani) si te...