LA XXVIII EDIZIONE DI RESTRUCTURA CHIUDE CON 25.000 visitatori

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

L’unica fiera italiana interamente dedicata a riqualificazione, recupero e ristrutturazione registra inoltre un incremento del 10% di espositori rispetto all’edizione 2014.

Si conclude oggi la XXVIII edizione di Restructura. La manifestazione, tenutasi dal 26 al 29 novembre presso l’Oval – Lingotto Fiere di Torino. Sono 25.000 i visitatori totali della manifestazione, di cui il 70% professionisti. Un dato che conferma sostanzialmente i numeri dell’edizione 2014. La provenienza del pubblico è principalmente dalle regioni del nord-ovest, ma si segnalano presenze da tutta Italia, in particolare da Sicilia, Puglia e Calabria.

Significativo il dato relativo alle aziende partecipanti: la fiera registra infatti un +10% di espositori rispetto al 2014, con nuovi settori della filiera al debutto nei 20.000 metri quadrati dell’Oval, tra cui Domotica, Illuminotecnica e BIMBuilding Information Modeling.

Restructura si conferma dunque un appuntamento unico in Italia e un’occasione di confronto sui temi di riqualificazione edilizia e recupero dell’esistente.

Gli orti verticali realizzati a Restructura donati alle scuole elementari di Torino e Provincia.

CNA Piemonte, insieme a Formedil Nazionale, ha proposto l’iniziativa “Finiture d’arte”, una gara aperta alle scuole edili di diverse città italiane per la realizzazione di orti verticali. Durate il contest, che ha visto all’opera i ragazzi delle scuole, sono state costruite le pareti, dai muri al verde, utilizzando per quanto possibile materiale di recupero. Nella giornata di sabato 28 novembre è avvenuta la cerimonia di premiazione, con gli orti che sono stati donati alle scuole elementari di Torino e provincia.

Restructura internazionale: Myanmar nazione ospite e appuntamenti con buyer da 8 Paesi.

Significativo apprezzamento per la manifestazione è stato espresso dagli 11 buyer internazionali provenienti da Belgio, Brasile, Egitto, Francia, Lussemburgo, Marocco, Tunisia e Turchia,arrivati a Torino grazie all’azione del Centro Estero per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte) per incontrare le imprese piemontesi dei settori energia e ambiente, infrastrutture e logistica, edilizia, finiture e arredo. Il calendario dei lavori ha registrato oltre 80 appuntamenti b2b, pianificati sulla base dell’incontro tra la richiesta di approvvigionamento e collaborazione da parte delle società straniere e l’offerta delle piemontesi.

Positiva anche l’esperienza, per la prima volta a Restructura, di un Paese ospite: GL events Italia e CNA hanno ospitato l’artigianato birmano all’Oval, grazie alle relazioni che la Città di Torino da molti anni intesse con il Myanmar; relazioni che, a seguito della Firma dell’Accordo con la Città di Yangon avvenuta a maggio 2015, si sono maggiormente rafforzate.

A Torino dunque è stato dedicato uno spazio in cui mostrare l’eccellenza dell’artigianato birmano ed entrare in contatto con i nostri artigiani locali, per sviluppare l’idea di un artigianato che trovi nell’incontro e scambio delle loro eccellenze e quelle piemontesi nuove vie. Ospiti della Città e con il contributo di UNIDO, sono giunte all’Oval due donne birmane: un’artigiana-imprenditrice dell’associazione dei laccatori di Bagan e un’artigiana proveniente da una delle storiche famiglie di laccatori di tradizione.

Articoli correlati
Hortus conclusus | giardino planetario
… Il torrente impetuoso che scende dalle montagne va a perdersi nei precipizi, ma la più piccola goc...
I FOTOGRAFI E MILANO
        PRIMA VISIONE 2011 I FOTOGRAFI E MILANO ...
Con l’olografia digitale possibile vedere attraverso fumo e fiamme
Una nuova tecnica sviluppata dai ricercatori dell’Istituto nazionale di ottica del Cnr consente per ...
Cambiamenti climatici: città europee in ritardo
Uno studio internazionale e multidisciplinare pubblicato su Climate Change Letters, cui ha partecipa...
ISTITUTO VENETO DI SCIENZE LETTERE ED ARTI
Glass in Venice si arricchisce di un nuovo premio grazie all’accordo tra l’Istituto Veneto di Scie...
I rami smaltati detti veneziani del Rinasci-mento italiano. Geografia artistica, collezionismo, tecn...
L’istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Cini organizza un convegno in collaborazione con il ...
EDILIZIA E CANTIERI: FEDERCOSTRUZIONI CON VERONAFIERE PER IL RILANCIO DEL COMPARTO
Iniziative congiunte in vista della 30ª edizione del salone fieristico su macchine movimento terra, ...
Il monitoraggio delle fessure nelle opere in calcestruzzo armato
Le fessure sono un fenomeno tipico di molte strutture in calcestruzzo armato, ma non sempre sono sin...
La città sommersa: Venezia rinasce dalle sue fondazioni
Venezia si regge su un complicato e delicato equilibrio tra acqua, terra e legno. Un programma di ri...