Inaugurato il Top Mountain Crosspoint: edificio polifunzionale sul tetto del mondo

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

In una iconica architettura sono integrate le funzioni di ristorante panoramico, stazione di pedaggio stradale, partenza della cabinovia Kirchenkar e il nuovo Museo della Motocicletta.

Collocato a Hochgurgl ai piedi del Passo Rombo a 2.175 mt. di altitudine – all’estremità meridionale della Valle dell’Ötztal, nel Tirolo austriaco – l’edificio progettato dal giovane architetto tirolese Michael Brötz riunisce sotto uno stesso tetto molte funzioni. Si tratta di un complesso polifunzionale che ospita la stazione a valle della nuova cabinovia Kirchenkar, un elegante ristorante panoramico, la stazione di pedaggio stradale Timmelsjoch, oltre al Museo più alto d’Europa: il Top Mountain Motorcycle Museum che si estende su una superficie di 2.600 mq.

Un progetto di grande valore tecnico e simbolico, risultato di un investimento che supera i 23 milioni di euro, voluto da due fratelli gemelli, Alban e Attila Scheiber – già albergatori ad Obergurgl, proprietari anche di una scuola di sci nonché della scenografica strada alpina Timmelsjoch (Passo Rombo) – i due sono grandi appassionati e collezionisti di motociclette.

Sono oltre 170 i pezzi storici raccolti in questi anni dai fratelli Scheiber che oggi possono mostrarli al pubblico degli appassionati in una location affascinante, posta in un luogo emblematico e carico di significati: il celebre Passo del Rombo. Una delle strade alpine più famose proprio tra i motociclisti per i panorami di quella che è la più alta strada transfrontaliera d’Austria.

Il Top Mountain Crosspoint sorge proprio sul vertice di questo passaggio di confine tra il Tirolo settentrionale e l’Alto Adige italiano.

Il Top Mountain Motorcycle Museum raccoglie veri e propri gioielli che raccontano più di 100 anni di Storia della Motocicletta e si estende su una superficie espositiva di 2.600 mq mettendo in mostra veicoli di tutte le epoche, ad esempio Harley Davidson del 1914, 1926, 1938, degli anni ‘40 e ‘50. Tra i pezzi speciali c’è una Brough Superior del 1939, costruita dal leggendario pilota George Brough, o una moto a due cilindri Indian costruita nel 1912. Il pezzo più antico in mostra risale al periodo imperiale è una favolosa Laurin & Klement del 1905. Oltre alle due ruote, il Museo presenta alcune auto profondamente radicate nella storia delle corse: una Ferrari California Spider, una Porsche 959 e una Lotus 23 B.

Il nuovo Kirchenkarbahn Terminal

Il Crosspoint ospita anche la stazione a valle della Kirchenkar, una cabinovia all’avanguardia della tecnica che dà accesso al comprensorio sciistico di Obergurgl, una delle più rinomate destinazioni sport invernali dell’Austria.

Chiamata anche “The Diamond of the Alps”, la regione vanta infatti 110 chilometri di piste, aperte da metà novembre fino ai primi di maggio. Durante la stagione invernale la neve è sempre garantita grazie alla posizione d’alta quota tra i 1.800 e 3.080 metri sul livello del mare. 24 moderni impianti di risalita – tra cui appunto il nuovo Kirchenkarbahn gondola (costruito da Doppelmayr) con una portata oraria di 2400 persone – portano gli appassionati di sport invernali a godere delle piste più incontaminate d’europa.

L’architettura che si integra col paesaggio.

Il Top Mountain Cross Point affascina i visitatori con i suoi elementi di design contemporaneo, creato dall’architetto tirolese Michael Brötz che ha strutturato l’edificio in dialogo con le dolcezze del paesaggio circostante: “Ho pensato alle cornici di neve ondulate che circondano questo luogo. Ho voluto integrare l’edificio nel paesaggio incontaminato. Anche per questo la scelta di materiali naturali è stata fondamentale“. L’intera facciata è costruito in legno. “Tutto sotto lo stesso tetto” è lo slogan di questo poliedrico edificio.

Fasi di apertura: da novembre 2015 a giugno 2016

Il programma di apertura delle differenti attività connesse al Top Mountain Crosspoint  si snoda lungo tutta la stagione invernale: la nuova cabinovia Kirchenkarbahn e il ristorante aprono le loro porte proprio in tempo per l’inizio della stagione invernale 2015/2016, mentre il Museo Top Mountain Motorcycle verrà inaugurato formalmente l’8 aprile 2016. L’apertura della nuova stazione di pedaggio della strada alpina Timmelsjoch/Passo Rombo è prevista per la fine di maggio quando col discioglimento delle nevi sarà riaperta al transito.

—————————————————————————————-

Top Mountain Cross Point Hochgurgl: dati e cifre

Costo del progetto: 23 milioni di euro

Superficie totale: 6.060 mq

1) Top Mountain Motorcycle Museum

  • 170 pezzi da collezione in mostra tra cui rarità come: Harley-Davidson del 1914, Indian del 1912, Brough Superior del 1939, Laurin & Klement del 1905
  • 2600 mq di superficie espositiva
  • Più alto Museo d’Europa (2.175 mt.)
  • Inaugurazione prevista: 8 Aprile 2016

2) Kirchenkar Mountain Gondola

  • Tecnologia Doppelmayr staccabile, gondola a corda singola
  • Capacità oraria: 2.400 persone
  • Cabine da 10 persone

3) Stazione di pedaggio stradale della strada alpina Timmelsjoch

  • Strada transfrontaliera più alta dell’Austria
  • Aperta al traffico da fine maggio sino alle prime nevicate di novembre

4) Top Mountain Cross Point Restaurant

  • 280 posti a sedere all’interno e 380 posti sulla terrazza panoramica, con servizio al tavolo
  • Cucina ricca delle specialità regionali e internazionali, dedicato agli sciatori, ai visitatori del museo, agli automobilisti, motociclisti e agli appassionati della montagna di tutte le età.

5) Comprensorio sciistico Obergurgl-Hochgurgl

  • Assoluta affidabilità della neve, presente da metà novembre fino ai primi di maggio
  • Il comprensorio sciistico si estende dai 1800 fino ai 3080 metri
  • 24 impianti di risalita
  • Capacità oraria totale di 40.500 persone
  • 110 km di piste.
Articoli correlati
Atelier Castello Progetto di architettura partecipata Conclusione della prima fase
Con l’incontro di giovedì 31 luglio si è chiusa la prima fase di Atelier Castello che ha visto gli u...
WikiHouse, la casa a due piani con tecnologia open source
Edilizia sostenibile combinata a tecnologie open source. I disegni del progetto, scaricabili da inte...
Piazza Castello a Milano: uno spazio pubblico condiviso
In mostra alla Triennale di Milano i progetti per la riqualificazione della storica area Milanese. P...
Premio Ferreri Costruzioni. Eleganza e sostenibilità
Giovedì 4 dicembre alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino si svolgerà la premiazione di s...
MILANO, UNO SPAZIO PER I DESIGNER EMERGENTI
Nasce a Milano OED, uno spazio polifunzionale di condivisione dedicato alla creatività dei giovani d...
BORGO VIONE: TRA NATURA ED ECOSOSTENIBILITÀ
A Borgo Vione, cittadina secolare risalente all’alto Medioevo (sec.XI), oggi oggetto di un recupero ...
Riba Sterling Prize: Secco Sistemi tra i finalisti
Maggie’s Cancer Caring Centre entra nella shortlist del prestigioso premio d’architettura britannico...
A CITYLIFE AL VIA IL GETTO DI FONDAZIONE DELLA TORRE PROGETTATA DA DANIEL LIBESKIND
Milano, 27 novembre 2015 - Si è svolta ieri la cerimonia di avvio del getto delle fondazioni della...
Uno sfondo ideale per l’arte contemporanea, nel nuovo Museo Prada
Le soluzioni scelte con un ricercato effetto cemento valorizzano al meglio le opere esposte nel nuov...