ALL’UNIVERSITA’ ROMA TRE UN CORSO PER DIVENTARE PROFESSIONISTI DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Grazie all’accordo tra l’Università Roma Tre e il CefmeCtp, futuri architetti e ingegneri possono ampliare le proprie competenze per  fare il primo passo nel mondo del lavoro.

Roma, 7 marzo 2016 – All’ Università degli Studi Roma Tre gli studenti di Architettura e Ingegneria, durante il percorso di laurea, possono acquisire l’attestato di coordinatore della sicurezza in progettazione e in esecuzione grazie a un accordo che l’Ateneo romano ha stretto da qualche anno con il CefmeCtp, Organismo paritetico per la formazione e la sicurezza in edilizia di Roma e provincia.

Il coordinatore della sicurezza è il professionista che opera nell’ambito della sicurezza sul lavoro e della regolarità dei cantieri temporanei e mobili. Si tratta di una figura chiave prevista già dal decreto legislativo n. 494/1996 e oggi dal decreto legislativo n. 81/2008, che affida al committente, tra gli altri, l’obbligo di programmare e di fare osservare alle imprese affidatarie, esecutrici e subappaltatrici, le misure di prevenzione, prevedendo che a questi compiti adempia nominando i coordinatori della sicurezza in progettazione e in esecuzione. I coordinatori della sicurezza si trovano dunque nella delicata posizione di chi deve curare la pianificazione e l’organizzazione della sicurezza in cantiere.

Per questi soggetti il decreto prevede requisiti specifici, uno dei quali è l’obbligo di frequentare un corso di formazione di almeno 120 ore sui temi riguardanti la sicurezza sul lavoro nei cantieri edili.

L’attestazione dell’avvenuta formazione può essere rilasciata solo da quegli organismi individuati dal decreto stesso: tra questi organismi rientra il CefmeCtp di Roma.

Il percorso formativo studiato dal CefmeCtp di Roma è rivolto ad approfondire le conoscenze sulla vigente legislazione comunitaria e nazionale, nonché a sviluppare le competenze necessarie per l’applicazione delle norme e comportamenti orientati a identificare le soluzioni più efficaci per raggiungere il vero obiettivo: applicare la sicurezza.

Colmare il divario tra il sapere e il fare in un’ottica di costruire in sicurezza e connettere la formazione teorica e tecnica con l’applicazione pratica è l’obiettivo primario della sinergia sviluppata tra l’ateneo e il CefmeCtp che, per diffondere la cultura della prevenzione e della tutela della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori e favorire un più alto livello di formazione, promuovono occasioni di studio, ricerca, confronto e approfondimento, per quelle figure tecniche che saranno chiamate all’applicazione della normativa in materia di sicurezza del lavoro.

In questo anno accademico il corso opzionale “Progettare e costruire in sicurezza” della durata di 125 ore, valore 8 Cfu, si è svolto da ottobre 2015 a gennaio 2016 con la partecipazione di ottanta studenti, venticinque dei quali si sono presentati già alle sessioni d’esame del mese di febbraio 2016.

Partecipare al corso di Roma Tre rappresenta un’occasione di collegamento tra il mondo accademico e quello del lavoro.

Titolare del corso è il professor Adolfo Baratta, coadiuvato nelle attività dai professori Alfredo Simonetti, Silvio Mancini e Stefano Schietroma.

Nel prossimo anno accademico 2016/2017, il corso sarà di nuovo inserito come opzionale nel programma didattico del Dipartimento di Architettura.

Per informazioni sui prossimi corsi gli studenti possono inviare un’email ai seguenti indirizzi:

Arch. Flaminia De Rossi (flaminiaderossi AT gmail.com)

Dott. Federico Fratini (f.fratini AT cefmectp.it)

Articoli correlati