IL PAESAGGIO COME CAMPO DI STUDIO E RICERCA AL POLITECNICO DI TORINO

FacebookTwitterGoogle+TumblrLinkedInPinterestEmailGoogle GmailWhatsAppCondividi

Un accordo tra l’Ateneo e l’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio vede la sua prima attuazione nella collaborazione per il Congresso Mondiale di Architettura del Paesaggio IFLA Torino 2016.

La tematica del paesaggio e della sua progettazione costituisce uno degli insegnamenti cardine nei corsi proposti dal Dipartimento di Architettura e Design – DAD del Politecnico di Torino e del Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio – DIST, che integra le competenze dei due atenei torinesi; in particolare, il corso di laurea magistrale interateneo in Progettazione delle aree verdi e del paesaggio (organizzato da Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Università degli Studi di Genova, Università degli Studi di Milano) rappresenta un caso di eccellenza nel panorama italiano in un ambito di studi e di ricerca che trova nella città di Torino un esempio significativo di spazio urbano che ha saputo mantenere spazi verdi nel tessuto costruito, tanto da renderla una delle città italiane con il migliore rapporto tra aree edificate e superfici a verde.

In questo contesto, il Politecnico collabora con l’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio per definire progetti e attività comuni. Sono in programma iniziative in Italia e all’estero, sia nell’ambito formativo che di ricerca, anche attraverso la collaborazione con gli enti locali; i progetti si svilupperanno nell’ambito della trasformazione dei paesaggi urbani e metropolitani, nei paesaggi non urbanizzati e in quelli di transizione.

La collaborazione dell’Ateneo nella definizione delle tematiche scientifiche del Congresso Mondiale di Architettura del Paesaggio IFLA Torino 2016 costituisce la prima attuazione di questa partnership; in preparazione al Congresso e come attività parallela ai lavori, sono stati inoltre coinvolti direttamente gli studenti, che hanno potuto partecipare ad un contest di architettura promosso in questo contesto dall’associazione studentesca del Politecnico BEST Torino (Board of European Students of Technology). Nel corso di un workshop che si è svolto nel mese di marzo, circa 300 ragazzi hanno elaborato un’idea progettuale per la costruzione di un padiglione nel contesto del giardino roccioso del Parco del Valentino. Il team vincitore del contest (Gloria Ciardi, Marta Bianco, Elisa Buratto) avrà la possibilità di realizzare e installare il proprio progetto proprio nei giorni del Congresso.

Articoli correlati
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE AI S...
Il Centro di Formazione ARCHITA, organizza il primo corso di aggiornamento per coordinatori per la s...
LE FORME DEL CEMENTO - DINAMICITA’
  LE FORME DEL CEMENTO - PLASTICITA' A cura di Carmen Andriani Gangemi Editore, Ro...
Musei e sostenibilità
L’ANMLI organizza un seminario per discutere su come affrontare la sfida Sabato 23 marzo, ore 9.30 ...
CER_SEA Italian Style Beach Concept
Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno racconta le s...
LE CHIAVI DI ROMA. LA CITTÀ DI AUGUSTO
Il 23 settembre 2014, per il Bimillenario della morte del princeps, il mondo festeggerà Augusto. In ...
UNCONVENTIONAL AT_TRACTIONS
SCULTURE IN METALLO DI  DANIELE DELL’ ANGELO CUSTODE GX GALLERY ,  28 Ago 2014 - 19 Sett 2014, 43...
Edifici a energia quasi zero in Lombardia dal 1° gennaio 2016
L’Associazione per la tutela della finestra made in Italy saluta con soddisfazione l’anticipo al 201...
TALENT GARDEN APRE A MILANO UNO DEI PIU' GRANDI SPAZI EUROPEI DI COWORKING PER IL DIGITALE
Talent Garden, il più grande network europeo di coworking focalizzato sul settore digitale, ha prese...
Il sistema Easy House
Il sistema Easy House è stato scelto per essere esposto alla Triennale di Milano, presso la location...