ACQUASMART srl per l’arte

Acquasmartsrl ha voluto celebrare la giornata mondiale dell’acqua 2018 con un’opera di design pensata e realizzata per l’occasione. L’iniziativa, promossa da Francesco Gismondi, architetto ed artista, nasce dal suo incontro con il maestro Antonio Vestita. Con questo progetto  l’azienda  vuole contribuire a diffondere i messaggi delle nazioni Unite in merito al valore dell’acqua che diventa sempre più preziosa per l’umanità e, allo stesso tempo, attrarre l’attenzione sulla ricchezza artistica ed artigianale tipica della nostra terra: l’Italia.

Il maestro Antonio Vestita contempla in sè entrambe le prerogative. La sua è una ricerca artistica che si ispira costantemente all’acqua e all’idea che essa sia un elemento essenziale per la nostra vita.

La Giornata Mondiale dell’Acqua è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992. Si celebra il 22 marzo di ogni anno per sensibilizzare l’attenzione del pubblico sulla critica questione di questo importante elemento nella nostra era che vede aumentare le problematiche legate alla disponibilità di accesso all’acqua potabile in una dimensione sociale “mercificatoria”, cioè dell’acqua e della natura come una merce da “vendere” e non come un bene comune della Terra.

Più di un miliardo di persone, ancora oggi nel 2018, non ha accesso a fonti di acqua pulita. In alcuni paesi dell’Asia e dell’Africa c’è chi deve percorrere, ogni giorno, chilometri di distanza a piedi per procurarsi dell’acqua.

Attraverso la forma di una goccia, impreziosita dalla ceramica e dal segno di un artista, si è voluto donare un oggetto pregiato per ricordare, a chi lo custodirà nella propria casa, l’importanza dell’acqua per la nostra vita.

 

Come nasce Goccia di Antonio Vestita

Goccia che rappresenta un omaggio a Kenjiro Azuma, nasce per celebrare la «Giornata mondiale dell’Acqua 2018» a partire dal tema «Nature for Water». È stata disegnata dal maestro Antonio Vestita, per Acquasmartsrl e realizzata in ceramica, completamente a mano, in tiratura limitata, insieme ai fratelli Carmelo e Mimmo con cui Antonio condivide e tramanda la tradizione della Bottega Vestita a Grottaglie in Puglia.

Goccia è stata ispirata dal tema della giornata mondiale dell’acqua Nature for Water, La Natura per l’Acqua. L’acqua, essendo liquida, prende la forma del contenitore che la contiene. Molti artisti, nella storia del design, hanno immaginato, creato e cercato sempre nuove forme, ma la forma della goccia, nella sua perfezione, è l’unica forma che l’acqua assume per sua stessa natura.

Da qui la scelta di restituire all’acqua la sua forma primordiale unita alla volontà di omaggiare il grande maestro Azuma, che ha portato, attraverso le sue opere, nella cultura occidentale, quel sapore di filosofia orientale in cui la vita dell’uomo può essere paragonata alla goccia d’acqua. Concetto evidente nell’opera collocata in Piazza Pascoli a Matera “La Goccia”. Tecnicamente intitolata “MU 765 G” essa rappresenta una vera e propria grande goccia di bronzo, che sottolinea la perfezione della goccia d’acqua paragonando il perenne ciclo della vita umana al ciclo di vita dell’acqua.

Nel percorso artistico del maestro Antonio Vestita l’acqua e la forma della goccia sono una costante. Si ricordi il mosaico realizzato per casa Sgobbio, nel centro storico di Grottaglie, dove dalla rappresentazione di un immaginario paradiso, pende, sospesa nello spazio, una goccia d’oro; l’opera dall’ Hortus Conclusus al Giardino Planetario”, vincitrice del XVII Concorso di Ceramica Mediterranea, in cui Vestita sostiene che i beni più grandi per la vita dell’uomo siano l’Acqua, la Natura ed il Paesaggio; le innumerevoli rappresentazioni dell’acqua presenti nelle sue miniature dove una serie di simboli alchemici si mescolano tra loro, e tra questi anche le gocce d’acqua.

Articoli correlati

Share