The Architects Series – A documentary on: WORKac

Dopo il grande interesse riscontrato nei primi tre incontri dedicati ai professionisti e agli appassionati di architettura, The Architect Series ritorna con il quarto appuntamento il 13 settembre 2018 presso SpazioFMG per l’Architettura.
Il format espositivo, che racconta con un punto di vista privilegiato i più celebri e innovativi studi di architettura internazionali, fa tappa a New York presso WORKac, fondato da Amale Andraos e Dan Wood.
La serata inaugurale avrà inizio alle ore 18.30 con la proiezione video di The Architects Series – A documentary on WORKac, che aprirà allo spettatore le porte del rinomato studio, raccontandone l’originale modus operandi ed esplorandone gli spazi di lavoro.
Seguirà alle ore 19.00 la lecture “We’ll Get There When We Cross That Bridge”, dall’omonima monografia che narra le migliori referenze di WORKac, tenuta da Dan Wood, ospite d’onore del vernissage.

Per SpazioFMG per l’Architettura, galleria showroom milanese dei brand Iris Ceramica e FMG Fabbrica Marmi e  Graniti, è tempo di ospitare il nuovo appuntamento di The Architect Series, il format espositivo che permette di scoprire da  un punto di vista esclusivo i più importanti e visionari studi di architettura italiani e internazionali.
Il 13 settembre, a partire dalle 18.30, in via Bergognone 27, verrà inaugurato il quarto capitolo della serie dedicato allo studio newyorkese WORKac (acronimo per WORK Architecture Company), fondato nel 2003 da Amale Andraos e da Dan Wood.
La coppia, unita sia professionalmente sia nella vita privata, lavora nella Grande Mela assieme ad un team di venti collaboratori: in pochi anni lo studio è riuscito ad affermarsi come una delle realtà più influenti del settore , venendo selezionato nel 2017  come “top design firm” degli Stati Uniti da Architect Magazine e conquistando prestigiosi premi, come il “New York State Firm of The Year”, ricevuto nel 2016.
In meno di vent’anni, WORKac ha sviluppato più di sessanta progetti, che coinvolgono la disciplina architettonica, l’urbanistica e l’interior dal design inconfondibile; lo studio ha lavorato non solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa, in Africa, in Asia e nel Medio Oriente, confermando la volontà di proporre un approccio ampiamente riconosciuto e apprezzato.
WORKac è il risultato di una brillante sinergia che coniuga un rigoroso modus operandi basato sul raggiungimento di obiettivi specifici con le illustri carriere accademiche dei fondatori.
Amale Andraos è infatti preside della Graduate School of Architecture, Planning and Preservation della Columbia University e Dan Wood svolge da tempo l’attività di docente, avendo ricoperto di recente la Frank Gehry International Visiting Chair in Architectural Design dell’Università di Toronto e in passato la Louis I. Kahn Chair presso la School of Architecture di Yale e la Friedman Professorship alla UC. Il risultato di questa efficace contaminazione permette il costante sviluppo di ricerche e teorie progettuali applicate al lavoro dello studio.
Caposaldo del pensiero concettuale dei due fondatori è l’impegno verso la sostenibilità, che si estende ben oltre la sfera delle tecnologie edilizie, puntando a un’integrazione di funzioni che uniscono architettura, paesaggio e sistemi ecologici. Un modo innovativo per guardare oltre, che abbatte tutte le barriere fisiche, temporali e culturali e che mira a creare nuove relazioni tra più mondi solo apparentemente divisi.
Un obiettivo ambizioso, che vede l’architettura non solo come un esercizio meramente tecnico e pratico, bensì una disciplina trasversale che abbraccia tecnica e cultura, dando vita a progetti colorati, visionari ed estremamente creativi, basati su valutazioni di risultati attesi e su sistemi ecologici e infrastrutturali d’avanguardia: requisiti fondamentali che animano l’approccio di WORKac, consentendo lo sviluppo di singolari concept con player internazionali.
The Architect Series – A documentary on: WORKac prenderà vita in un video che esplora tutti gli aspetti della visione innovativa dello studio e dei suoi fondatori, focalizzandosi non solo sullo spazio di lavoro, ma anche sul modus operandi che ha portato al compimento di progetti dall’elevata concettualità e dell’avveniristica struttura, tra cui il masterplan per sessanta nuove residenze in Libano.
Alla serata inaugurale, Dan Wood, approfondirà personalmente alcuni aspetti della sua carriera con la lecture intitolata “We’ll Get There When We Cross That Bridge”, titolo dell’omonimo libro nato nel 2017 che ripercorre quindici anni di carriera esaminando i limiti e le opportunità della creatività collaborativa e pratica.
È necessario confermare la presenza registrandosi al seguente link EventBrite:

Opening:
Giovedì 13 settembre 2018
18.30 / Proiezione:
The Architects Series – A documentary on: WORKac
19.00 / Conferenza:
Dan Wood – “We’ll Get There When We Cross That Bridge”
SpazioFMG per l’Architettura
via Bergognone 27, Milano
(zona Tortona – metro M2).

La mostra:
13 settembre 2018 – 19 Ottobre 2018
Orari di apertura:
Ogni giovedì e venerdì: 16.00 – 19.00.

WORKac, studio fondato da Amale Andraos e Dan Wood, oggi a capo di un team di venti collaboratori, si occupa di architettura e masterplanning, riponendo particolare attenzione al tema della sostenibilità, con l’obiettivo di andare oltre una pura ricerca tecnologica per sviluppare infrastrutture intelligenti e condivise e raggiungere un’integrazione più sensibile tra architettura, paesaggio ed ecosistema.
Di recente WORKac è stato inserito da Architect Magazine al primo posto tra i cinquanta migliori studi di architettura degli Stati Uniti e, nel 2016, è stato nominato “New York State Firm of The Year” secondo l’American Institute of Architects (AIA).

Lo studio ha ottenuto il plauso internazionale grazie a progetti quali l’Edible Schoolyard della Public School 216 di Brooklyn, il masterplan  del Centro Culturale New Holland, su un’isola di San Pietroburgo e il Blaffer Art Museum dell’Università di Houston.
Tra i progetti in corso, il masterplan per cinquanta nuove residenze in Libano, il nuovo Student Center della Rhode Island School of  Design, una biblioteca a North Boulder (Colorado) e una residenza in Arizona.

www.work.ac
WORK Architecture Company

Fondata nel 2000, The Plan è una tra le riviste di Architettura e Interior Design più affermate e prestigiose sia sul mercato italiano sia a livello internazionale, con abbonati in 70 Paesi e una distribuzione nelle librerie ed edicole in oltre 40 Paesi.
The Plan è pubblicata nelle edizioni italiana, inglese e cinese, è disponibile nei formati carta, digitale e tablet e costituisce uno strumento unico di aggiornamento, ispirazione e studio per i professionisti del settore.
Dal 2003 l’attività della rivista è affiancata da The Plan Editions, per la pubblicazione di volumi monografici e tematici  di Architettura e Interior Design.
Parallelamente The Plan ha fondato nel 2009 Perspective, una piattaforma di Forum Internazionali di Architettura che si svolgono in tre appuntamenti annuali a Venezia, New York e Londra: think tank capaci di riunire la filiera dell’architettura in attività di networking, confronto e aggiornamento di alto profilo e contenuto.
Nel 2014 è nato il The Plan Award, un importante Premio Internazionale annuale di architettura, diviso nelle macro categorie completed e future.
Da sempre attiva nella promozione dell’architettura con conferenze e seminari formativi, The Plan è accreditata presso il CNA per l’erogazione di CFP, e dal 2014 organizza un Ciclo annuale di Seminari di Architettura, nelle principali città italiane.

www.theplan.it
a cura di THE PLAN

Leader nella produzione di ceramica e gres porcellanato smaltato per pavimenti e rivestimenti destinati a progetti residenziali,
commerciali e industriali. Con una gamma di oltre 50 collezioni e più di 2500 articoli, dal 1961 Iris Ceramica diffonde nel mondo il prestigio del Made in Italy e afferma quotidianamente il proprio impegno a realizzare materiali dall’elevato valore tecnico-estetico ed innovativo di cui sono testimonianza premi e riconoscimenti internazionali.

www.irisceramica.it
FMG FABBRICA MARMI E GRANITI

Nasce nel 1998 da un’intuizione di Romano Minozzi: produrre in fabbrica marmi, graniti, travertini e pietre naturali, mantenendone intatti gli aspetti estetici e migliorandone le caratteristiche tecniche. Utilizziamo gli stessi elementi impiegati  in natura, seguendo processi industriali che ne riproducono logiche e caratteristiche, la pressione e il fuoco.

www.irisfmg.it
IRIS CERAMICA
SPAZIOFMG PER L’ARCHITETTURA

SpazioFMG per l’Architettura è la galleria showroom dei brand FMG Fabbrica Marmi e Graniti e Iris Ceramica, aziende leader nella produzione di ceramica tecnica e gres porcellanato, appartenenti alla holding italiana Iris Ceramica Group.
Inaugurato nel 2007 in zona Tortona, vivace quartiere milanese consacrato alla moda e al design, SpazioFMG è oggi un autorevole punto di incontro tra l’architettura e la città.
Dall’anno della sua fondazione, sotto la curatela di Luca Molinari, la galleria ha infatti ospitato i grandi nomi dell’architettura  internazionale come Michele De Lucchi, Herzog & De Meuron, David Chipperfield, Bernard Khoury, i più dinamici progettisti italiani come Cherubino Gambardella, Francesco Librizzi, Piuarch e personalità di spicco quali Cini Boeri, Nanda Vigo
e Ennio Brion.
Nel 2018 SpazioFMG per l’Architettura cambia veste e rinnova la sua offerta culturale con un progetto pluriennale dedicato  al dietro le quinte della progettazione e curato dalla rivista The Plan.
The Architects Series, questo il nome del nuovo format, racconta tramite video inediti, realizzati in esclusiva negli headquarter degli studi coinvolti, la metodologia progettuale di numerosi protagonisti dell’architettura italiana e internazionale; un racconto per immagini e parole che svelerà il modus operandi e la poetica che contraddistinguono alcune delle realtà professionali
più rilevanti del settore.
Un nuovo percorso, votato alla multimedialità, che mantiene salda l’originaria funzione della galleria, quale luogo di discussione, incontro e condivisione e ne valorizza la mission aziendale, orientata alla produzione di testimonianze culturali di grande spessore e interesse per un pubblico di professionisti e appassionati.

SPAZIOFMG per l’ARCHITETTURA
Via Ambrogio da Fossano Bergognone, 27 (zona Tortona – metro M2)
20144 Milano (MI)
www.spaziofmg.com

Articoli correlati

Share