Il ponte sospeso più lungo del mondo collegherà Europa e Asia

Sarà il Ponte Çanakkale 1915, sullo Stretto dei Dardanelli, in Turchia (https://www.1915canakkale.com/en-us )

Attualmente in costruzione dal 18 marzo 2017 – la sua apertura è prevista per il 16 settembre 2023 –  l’infrastruttura sarà con conci in acciaio a carreggiate separate e attraverserà lo stretto dei Dardanelli vicino a Gallipoli, collegherà i continenti europeo e asiatico. Il governo turco ha intrapreso un ambizioso programma di investimenti infrastrutturali per modernizzare il paese, con la trasformazione del territorio con nuovi mega tunnel, ponti, autostrade e ferrovie. Il ponte di Çanakkale 1915 è uno di questi grandi progetti, concepito per celebrare i 100 anni della moderna repubblica turca.

La regione nord-orientale della Turchia è il naturale e importante collegamento tra Europa e Asia, con il traffico terrestre che attualmente si incanala attraverso lo stretto tratto di terra che circonda Istanbul e conduce verso i confini di Grecia e Bulgaria, dove a nord della città sono già stati costruiti tre ponti, l’ultimo dei quali il 3° Ponte sul Bosforo, un ponte ibrido (strallato e sospeso) per il traffico autostradale e ferroviario.

La crescente crescita economica della Turchia con un’espansione agricola e industriale senza precedenti, l’aumento dei collegamenti di transito e della crescente popolarità del paese come destinazione turistica, ha portato a una grave congestione intorno alle sue principali città, facendole diventare sempre più caotiche e con ritmi di vita infernali. La continua lotta che l’inadeguato sistema di trasporto esistente deve affrontare ha indotto il governo ad annunciare molti anni fa il suo programma di sviluppo infrastrutturale Vision 2023, che mira a ridisegnare e potenziare la capacità di traffico attraverso nuove reti stradali, ferroviarie e marittime, porti e aeroporti.

Il nuovo ponte sospeso è attualmente in costruzione nella provincia nord-occidentale turca di Çanakkale, lungo la dorsale autostradale Kınalı-Tekirdağ-Çanakkale-Balıkesir, lunga 320 km che collegherà la penisola anatolica e la Tracia orientale una volta completata. Fino ad ora, questo viaggio di attraversamento richiedeva l’imbarco in  traghetto di circa 30 minuti, ma una volta che il ponte sarà percorribile, questo tempo sarà ridotto a una breve distanza in auto di soli 10 minuti. Oltre al ponte di Çanakkale 1915, il progetto comprende anche la costruzione di 2 viadotti di avvicinamento, 4 altri grandi viadotti, 55 ponti e cavalcavia (di cui un cavalcavia ecologico), 40 sottopassi, 238 canali di varie dimensioni, 12 svincoli (compresi quelli sulla strada statale), 4 aree di servizio autostradali, 2 centri operativi e di manutenzione, 7 piazze a pedaggio.

La campata principale tra le sue due torri da 324 metri di altezza sarà di 2.023 metri, il Çanakkale 1915 diventerà il ponte sospeso più lungo del mondo scavalcando di 32 metri il Ponte Akashi-Kaikyō (Giappone) da 1.991 metri.

Con le campate laterali da 770 metri ognuna, la lunghezza totale raggiungerà 3.563 metri, l’intero sviluppo comprendendo anche i viadotti di accesso porterà la sua lunghezza a 4.608 metri. La larghezza dell’impalcato metallico sarà di 45,06 metri con uno spessore massimo di 3,5 metri. L’altezza libera per il passaggio delle navi sarà di 69,3 metri sul livello del mare. Una volta completato il ponte saranno state utilizzate, lavorate e montate ben 128.000 tonnellate di acciaio per la sua realizzazione.

Il ponte collegherà la penisola dei Dardanelli con la terraferma della Turchia nord-occidentale

Un risultato imponente

Si prevede che il ponte gestirà grandi quantità di traffico commerciale e privato, con tre corsie che si svilupperanno in entrambe le direzioni e passerelle di manutenzione su entrambi i lati, contribuirà in modo significativo allo sviluppo socio-economico dell’intera regione. È previsto al momento il pagamento del pedaggio di euro 15 + iva.

Le due torri metalli che sono collocate su delle piattaforme in acciaio, ognuna montata appena sopra il livello del mare su enormi cassoni da 65.000 tonnellate costruiti in un bacino di carenaggio e poi trasportati in mare e affondati, sommersi in acqua a 37 metri di profondità, renderanno il ponte il quarto più alto al mondo, con il suo design sorprendente che si estende nel cielo fina a 324 metri.

Il metodo di costruzione è lo stesso usato per i principali ponti sospesi, in particolare l’ultimo del genere in Turchia, il ponte sospeso di Izmit descritto anche nel mio articolo a questo link e visibile nel filmato video n. 7 di “you tube” citato in fondo all’articolo.

Una partnership forgiata nell’acciaio

Gli elementi in acciaio del ponte rappresentano una partnership strategica tra fornitori turchi e sudcoreani, con l’acciaio turco di Çimtaş e POSCO che forniranno circa 35.000 tonnellate di lamiere di acciaio pesante per le strutture della torre, i sistemi di ancoraggio e l’impalcato stradale.

La partnership fornirà anche 52.000 tonnellate di lamiera d’acciaio per le altre strutture del ponte e 41.000 tonnellate di cavi di acciaio per il sistema di sospensione che lo supporterà.

Insolitamente, il Çanakkale 1915 viene gestito come un progetto “design and build”. In genere per la costruzione di ponti, il progetto viene completato prima che appaltatori e fornitori siano selezionati. Per questo progetto, tuttavia, la costruzione e la progettazione si svolgono contemporaneamente, richiedendo il coordinamento tra l’architetto del design e gli appaltatori fin dall’inizio.

Questo progetto rappresenta un investimento di 3 miliardi di dollari, in BOT (Build-Own-Transfer) e nel 2018 sono stati firmati accordi finanziari con 25 istituti finanziari di 10 paesi diversi che hanno fornito un prestito di 15 anni con un periodo di garanzia di 5 anni, per un importo totale di 2,265 miliardi di euro, il 70% del prestito è stato fornito da 19 banche e istituti finanziari stranieri e il 30% da banche turche.

Il consorzio gestirà il ponte per 16 anni e due mesi. Le quattro società avranno ciascuna una quota uguale del 25% nel progetto. Il ponte sarà consegnato al governo turco dopo il completamento del periodo operativo.

La joint venture Parsons e Tekfen Engineering è stata creata per fornire il supporto ingegneristico e di costruzione, insieme ai servizi di supervisione e ispezione.

Pyunghwa Engineering Consultants ha fornito lo studio di fattibilità e la progettazione di base iniziale del ponte.

Anche la società Pell Frischmann è stata coinvolta nello sviluppo della progettazione del ponte.

Ancora quasi tre anni per vedere realizzata l’intera opera.

Ing. Mario Mancini

Team di progetto e costruzione

Client: Ministero dei Trasporti– Direzione Generale Autostrade (KGM)

Designer: COWI

Consulente del Cliente: Parsons – Tekfen Holding

Appaltatori: Daelim Group, Limak Group, SK Engineering & Construction Co.,Ltd. (SK E&C), Yapi Merkezi

Acciaio strutturale: POSCO / Çimtaş

Finanziatori: Çanakkale Motorway Bridge Construction Investment Management Inc.

Alcuni video della costruzione su “you tube”:

  1. Presentazione del progetto: https://www.youtube.com/watch?v=Zf-KycbRs8w
  2. Metodo di costruzione:  https://www.youtube.com/watch?v=Pst-v4ldgmU
  3. Posizionamento dei cassoni: https://www.youtube.com/watch?v=qcNEW5onJOA
  4. Costruzione delle torri: https://www.youtube.com/watch?v=ZqfqLmDNlF4
  5. Montaggio dei cavi: https://www.youtube.com/watch?v=bS1F-djZnF0
  6. Montaggio delle passerelle: https://www.youtube.com/watch?v=eMMHeZ7GvL8
  7. Costruzione del ponte di Izmit: https://www.youtube.com/watch?v=DtAk-04IlDs
Costruzione dei cassoni per la fondazione dei piloni
I cassoni appena affondati sul fondo del mare a quota -37 metri
La costruzione dei primi conci delle torri
I piloni in via di ultimazione (altezza finale m 324)
Il ponte di Çanakkale 1915 collegherà il distretto di Lapseki al distretto di Gelibolu, nella provincia turca di Çanakkale. Immagine per gentile concessione di Daelim.
Il ponte sospeso diventerà il più lungo del mondo. Immagine per gentile concessione di Daelim.

Articoli correlati

Share