Toward 2030 è un progetto promosso dalla città di Torino e da Lavazza

 

Attraverso alcune opere di street art si interpretano gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

Gruppo Boero, leader in Italia nel mercato dei prodotti vernicianti, sponsorizza con i suoi colori il progetto di street art ”TOward 2030. What Are You Doing?”, promosso dalla Città di Torino e da Lavazza.

Il progetto prevede la realizzazione nel capoluogo piemontese di diciassette opere di arte urbana che interpretano altrettanti  Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals, SDGs), con lo scopo di sensibilizzare sul tema della salvaguardia del pianeta.

Nel corso degli ultimi mesi, i muri di diverse aree della città di Torino si sono infatti riempiti di colore: sul Lungo Dora Siena, angolo Via Ottavio Mario Mai, lo street artist Vesod ha creato l’opera dedicata al Goal 4 – Quality Education – Istruzione di qualità; sul Lungo Po Antonelli ha preso vita l’opera dello street artist toscano Marco Burresi, in arte ZED1, che ha interpretato il Goal 1: No Poverty – Sconfiggere la povertà; il collettivo torinese Truly Design ha realizzato in Piazza Cesare Augusto il Goal 2: Zero Hunger – Sconfiggere la fame; Matteo Capobianco, aka Ufo5, è l’artista che ha disegnato su muro il Goal 11: Sustainable cities and communities – Città e comunità sostenibili, in Corso Regina; e per finire, sempre in Corso Regina, lo street artist Mr Fijodor ha rappresentato il Goal 14: Life Below Water – Vita sott’acqua.

Gruppo Boero ha partecipato attivamente all’iniziativa mettendo a disposizione i propri tecnici per valutare i supporti e, insieme alla Fondazione Contrada Torino Onlus che coordina gli aspetti tecnici e operativi della realizzazione dei murales, identificare in base alla tipologia e alle condizioni della superficie i cicli per esterno più idonei alla realizzazione delle opere, dai fondi di preparazione alle finiture.

Il fondo di preparazione individuato per queste prime quattro opere è il Fondo di Collegamento 0.3, mentre per le finiture sono stati selezionati 2 prodotti: Boero Kompatt Plus, una pittura riempitiva al quarzo antialga e Litosil, un rivestimento

minerale a base di silicato di potassio, il prodotto più indicato nel restauro e nella manutenzione di edifici storici o di rilevanza artistica e architettonica.

Entrambe le finiture sono state scelte perché altamente resistenti agli agenti atmosferici e al degrado causato dagli agenti atmosferici, risultando quindi perfette per preservare le opere nel tempo e garantire la vivacità delle tinte.  Ogni finitura è stata declinata nei colori indicati dagli artisti e selezionata all’interno delle collezioni dedicate ai rivestimenti per esterni.

Con la partecipazione a questa iniziativa, Gruppo Boero conferma ancora una volta il suo impegno per la valorizzazione del territorio, contribuendo all’incontro tra arte e sostenibilità attraverso il colore.

Nell’immagine il lavoro realizzato dal collettivo torinese Truly Design in Piazza Cesare Augusto. In merito al Goal 2: Zero Hunger – Sconfiggere la fame. 

foto: “Cùltus”
TRULY | Urban Artists
TRULY | Urban Artists

Articoli correlati

Share